Eventi

Emanuele Vezzoli e Alberto Miodini in «Enoch Arden» di Strauss

  • DATA - ORA INIZIO:12/05/2014 20:30
  • DATA - ORA FINE:12/05/2014 23:30
Emanuele Vezzoli e Alberto Miodini in «Enoch Arden» di Strauss

Da mettere in agenda: lunedì alle ore 20.30 a Teatro Due andrà in scena il quarto e ultimo appuntamento con i concerti di Musica da Camera 2014, la rassegna dedicata a Claudio Abbado, realizzata da Comune di Parma, Fondazione Teatro Regio e Fondazione Teatro Due, con il sostegno di Fondazione Monte di Parma. Protagonista della serata sarà Alberto Miodini, al pianoforte, accompagnato da Emanuele Vezzoli, voce recitante.
Il programma si aprirà con una piccola selezione di brevi lavori di György Kurtág, tratti da Játékok (Games - Giochi): un’ampia collana di pezzi in progress dedicati dal compositore esclusivamente alla scrittura per pianoforte, con espliciti intenti didattici, nati dall’ascolto di bambini che suonavano in piena libertà un pianoforte, “un gioco” appunto. Scritti negli anni ‘70, questi brevissimi pezzi si distinguono per il contrasto fra la straordinaria e precisissima caratterizzazione espressiva e i mezzi molto semplici con cui sono stati costruiti, configurandosi spesso come omaggi di Kurtág a amici e compositori del passato.
Proprio uno dei compositori dedicatari di uno degli Hommages di Kurtág, Franz Schubert, si affiancherà in questo programma con i suoi Klavierstücke D 946, tre gioielli pianistici del maggio 1828, forse progettati come una serie di quattro “Improvvisi”, poi lasciati senza titolo e rimasti incompiuti a causa della morte dell’autore (nel novembre di quell’anno); pubblicati postumi nel 1868 a cura di Brahms, che per primo li indicò come Klavierstücke, i tre pezzi possiedono un grande respiro formale e una dovizia d’invenzione musicale, mantenendo molti tratti enigmatici e tutto il sapore delle ultime visionarie composizioni di Schubert.
In un crescendo emozionale, infine, verrà eseguito il melologo per voce recitante e pianoforte Enoch Arden di Richard Strauss, di cui ricorre quest’anno il 150° anniversario della nascita. Il testo, un poemetto di Alfred Tennyson del 1864, venne tradotto in tedesco da Adolf Strodtmann e il melologo fu eseguito per la prima volta il 24 marzo 1897 dallo stesso Strauss al pianoforte e da Ernst von Possart, intendente del teatro di Monaco. Denso di emozioni, commovente e dolcissimo, una sorta di “dramma del mare” ibseniano, il testo di Tennyson racconta l’amore del navigatore Enoch e della moglie Annie, il naufragio di lui, il suo ritorno dopo anni, la scoperta che la moglie, che lo credeva morto, si era risposata con l’amico d’infanzia Philip; infine la morte di Enoch che mai rivelò alla moglie il suo ritorno per non turbarne la felicità. Il testo è circonfuso morbidamente dal suono del pianoforte, che ora introduce, ora punteggia e sostiene, sempre con straordinaria capacità evocativa, le struggenti parole di Tennyson.
Protagonista della serata sarà il pianista Alberto Miodini, che il pubblico ha già apprezzato sul palco di Teatro Due all’interno di Musica da Camera 2014 lo scorso 17 aprile con il concerto del Trio di Parma di cui è parte integrante da oltre 20 anni. Ad accompagnare il pianista nell’esecuzione della terza parte del programma sarà Emanuele Vezzoli, che darà voce al melologo di Strauss. Anche Vezzoli è già stato apprezzato nella Stagione 2013/2014 di Fondazione Teatro Due, prima come interprete, insieme a Raffaele Esposito, di Gioventù senza Dio, spettacolo diretto da Walter Le Moli, tratto dal romanzo omonimo di Ödön von Horváth e inserito nel trittico di opere dedicate all’autore; poi con la regia di Ocean Terminal su un testo di Piergiorgio Welby, che lo ha visto incarnare le parole e la testimonianza dell’artista che lottò durante la sua lunga malattia contro l’accanimento terapeutico.
Per informazioni su prezzi e promozioni: Biglietteria del Teatro Regio tel. 0521 203999 - biglietteria@teatroregioparma.org - www.teatroregioparma.it; Biglietteria di Teatro Due B.go Salnitrara, 10, 43121 Parma tel.0521 230242 - biglietteria@teatrodue.org - www.teatrodue.org. R.S.