Eventi

Incontro con Pierluigi Castagnetti su "L'Europa che vogliamo"

Un'Europa per il futuro dei giovani

  • DATA - ORA INIZIO:18/05/2014 18:00
  • DATA - ORA FINE:18/05/2014 20:00
Incontro con Pierluigi Castagnetti su

Nel dibattito aperto sull’Europa i messaggi urlati, gli slogan apodittici sull’euro, una visione pessimistica del futuro, hanno la meglio su una riflessione più attenta che parta dalle origini e metta al centro gli ideali ed i valori dell’Europa che vogliamo per realizzare il sogno di Ventotene.
Una Europa considerata un bene comune da tutti i cittadini con una unità di intenti non solo economica ma anche politica, sociale, culturale per lo sviluppo e la pace. Una Europa che dia un futuro al futuro dei giovani. Per questo è stato promosso lunedì 19 maggio alle ore 18- Aula Magna dell’Università l’incontro con l’onorevole Pierluigi Castagnetti, testimone e protagonista della vita politica italiana ed europea degli ultimi vent’anni, parlamentare europeo della IV legislatura, che ancora dedica il suo contributo di idee, testimonianza , pubblicazioni sui temi che considera prioritari: la Costituzione, L’Europa, i giovani.
Con lui appunto dialogheranno i giovani ed in particolare gli studenti del progetto Erasmus, che già hanno potuto sperimentare quanto sia arricchente e bello studiare in un altro paese, superare le barriere tra gli stati,viaggiare liberamente, conoscere lingue, culture e modi di vita diversi, fare amicizie. Da loro che possono a pieno titolo considerarsi cittadini europei avremo domande, considerazioni, giudizi, proposte per il nuovo parlamento europeo. Conduce l’incontro il Prof. Alessandro Bosi, docente di Sociologia generale nella nostra Università, che sta curando un progetto con giovani studiosi italiani attualmente impegnati in università e istituti di ricerca europei.
L’incontro è promosso dalla Rivista Uni-versum e dal Gruppo “gridodallarme”, sorto nel 2010 con un appello di 1000 tra docenti e uomini di cultura contro il degrado dilagante nel paese, un impegno che continua ancora nel leggere i segni dei tempi della vita sociale e politica e culturale e nell’impegnarsi per la formazione dei giovani e la costruzione del bene comune.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA