Eventi

I giovani e il lavoro: Ichino e Giovannini

Venerdì 30 organizzato da Ucid

  • DATA - ORA INIZIO:30/01/2015 17:30
  • DATA - ORA FINE:30/01/2015 19:30
I giovani e il lavoro: Ichino e Giovannini

La disoccupazione giovanile in Italia ha raggiunto valori drammatici e si inserisce in un quadro economico che fatica ad invertire la rotta. Anche l’ultimo rapporto della Commissione UE sull’occupazione ha posto l’accento sulla necessità per il Paese di investire di più in capitale umano, agendo su istruzione, formazione e significative riforme strutturali.
Per valutare l’effetto di questa situazione sulla condizione sociale, economica e culturale dei nostri giovani, le sezioni locali dell’Ucid (Unione cristiana imprenditori e dirigenti) hanno organizzato il convegno «I giovani e l’occupazione: situazione e prospettive» che si terrà venerdì 30 gennaio alle ore 17.30 a Palazzo Soragna.
Ad aprire l’incontro saranno i saluti del presidente Ucid di Parma, Alberto Chiesi, e del presidente Ucid di Fidenza, Enrico Montanari. Seguirà l’intervento del direttore del Sole 24ORE Roberto Napoletano, che traccerà un primo quadro della situazione occupazionale tra i giovani del nostro Paese, alla luce delle considerazioni sull’industria italiana che ogni giorno evidenzia attraverso le pagine del giornale e che ha presentato anche nel libro «Viaggio in Italia».
In questo quadro si inseriranno le successive relazioni a cura di due tra i maggiori esperti sui temi del lavoro a livello nazionale: Pietro Ichino ed Enrico Giovannini. Pietro Ichino, senatore e professore di Diritto del lavoro alla Statale di Milano, illustrerà i passaggi legislativi recenti che puntano a rendere più flessibile e dinamico il mercato del lavoro. A Enrico Giovannini, professore di Statistica economica all’Università Roma «Tor Vergata», nonché già ministro del Lavoro e delle Politiche sociali durante il Governo Letta, spetterà poi il compito di approfondire il ruolo fondamentale delle risorse umane nel sistema industriale italiano e come queste si collocano nelle sue prospettive di sviluppo. Per informazioni: tel. 0521/2266.