Eventi

"Immaginiamo la danza"

  • DATA - ORA INIZIO:10/02/2015 18:00
  • DATA - ORA FINE:10/02/2015 20:00

Perché la danza è una delle principali espressioni della musica barocca? Perché i bimbi che studiano pianoforte devono cimentarsi in gavotte e minuetti? Perché le musiche strumentali di Bach sono organizzate in suite di danze? Risponde a queste domande la guida all’ascolto del prof. Riccardo Mascia, docente di pianoforte del Conservatorio Boito, che si terrà oggi alle 18 nell’Auditorium del Carmine: interpretando e spiegando danze rinascimentali e barocche, musiche di Froberger, D’Anglebert, Louis Couperin e Johann Sebastian Bach, il docente mostrerà che la danza era una via di educazione all’espressione. La quantità di ritmi e stati d’animo che poteva offrire l’alternanza delle diverse danze era un modo di sperimentare le capacità espressive dell’interprete e di educare l’ascoltatore alla varietà del mondo. Infatti, ogni regione europea (e in qualche caso anche il Nuovo Mondo) è rappresentata nelle danze della suite. L’ingresso è libero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA