Eventi

Tutto il fascino del mondo contadino

Domenica tre appuntamenti: un'edizione primaverile del Mercato della terra, un libro che parla di coltivazione e un museo che racconta il territorio

  • DATA - ORA INIZIO:15/03/2015 09:00
  • DATA - ORA FINE:15/03/2015 17:30
Tutto il fascino del mondo contadino

di Cristian Calestani

Una domenica, quasi di primavera, da trascorrere a Colorno tra cultura del buon cibo e riscoperta delle tradizioni contadine. Sono tante le iniziative in programma domenica nel paese della Bassa.
Mercato della terra Si parte, dalle 9 sino alle 13, con il rilancio del Mercato della terra che propone sotto i portici del comune in piazza Garibaldi le bancarelle dei produttori a km0. «Il mercato della terra – spiegano Antonella Ferrari e Fabio Cavalli di Slow Food Parma – vuole dare visibilità alla piccola agricoltura famigliare e diffondere il messaggio della consapevolezza rispetto ad un nuovo stile di consumo».
Tutti i produttori presenti al mercato della terra – organizzato da Slow Food in collaborazione con amministrazione comunale e Pro loco - espongono la carta di identità aziendale con un estratto del disciplinare Slow Food riferito al proprio prodotto, le pratiche agronomiche adottate, le estensioni agricole e quantità prodotte ed altre informazioni utili. Domenica ci sarà anche Libera Parma con l’appuntamento «100 passi di avvicinamento al 21 marzo», tappa di una serie di eventi collaterali in preparazione all’evento nazionale di Libera, associazioni e numeri contro le mafie, che si terrà a Bologna per il ventennale della giornata in ricordo delle vittime di mafia. Presente anche il presidio Slow Food del testarolo di Pontremoli. Tra i prodotti si potranno trovare parmigiano reggiano delle vacche rosse, salume di maiale nero, varietà vegetali, frutta antica, mais antico, miele biologico, erbe officinali, pane e farine, vino biologico e birra agricola. Non mancheranno gli artigiani tra cui un cestaio, un produttore di ceramiche in gres e una ragazza che realizza orecchini e collane con carta e oggetti riciclati. «Un aspetto rilevante – sottolinea il consigliere comunale delegato al mercato della terra Gianni Azzolini – è che in questo mercato a tutti gli oggetti viene data nuova vita attraverso la pratica virtuosa del riciclo».

Il libro di Boatti - Durante la mattinata di domenica, alle 10 nell’aula magna della scuola internazionale di cucina Alma all’interno della Reggia di Colorno, sarà presentato anche il libro «Un paese ben coltivato» del giornalista Giorgio Boatti. L’appuntamento - su iniziativa di Comune di Colorno, Provincia, biblioteca Lombardi, editori Laterza e libreria Panciroli – è organizzato in collaborazione con Unione agricoltori, Cia e Coldiretti i cui rappresentanti interverranno durante la presentazione presieduta dal sindaco di Colorno Michela Canova con partecipazione dell’autore.

Riapre il museo dell’Aranciaia – Domenica, infine, è anche il giorno di riapertura al pubblico dopo la pausa invernale del Mupac, il museo dei paesaggi di terra e di fiume ospitato all’interno dell’Aranciaia di piazzale Vittorio Veneto a Colorno. Il Mupac sarà aperto nei mesi di marzo, aprile, maggio, giugno, settembre e ottobre (più il primo weekend di novembre) la domenica e i festivi dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 17.30 con possibilità di visite guidate alle 11 e alle 16.