Eventi

Cristiano Godano: «Mi racconto in nove brani»

  • DATA - ORA INIZIO:29/10/2015 20:00
  • DATA - ORA FINE:29/10/2015 23:59

Dei Marlene Kuntz sappiamo tutto. Il gruppo di Cuneo è sulla scena indipendente italiana da oltre vent’anni con dieci dischi d’inediti all’attivo; sono a tutt’oggi una delle band italiane più longeve e celebrate. Di Cristiano Godano – voce e leader del gruppo – ai giorni nostri, non tutto è manifesto; la cifra stilistica che lo definisce resta appannaggio di chi ha saputo andare «oltre le consuetudini», leggendo probabilmente i libri da lui pubblicati, oppure «decifrando» testi inerenti le canzoni scritte. Incontrarlo questa sera in una situazione esclusiva come quella di Ratafià Teatro Bar (via Oradour 14, dalle 20 in poi - ingresso libero), significa rivelarne, una versione più intima e circoscritta. Nell'intervista condotta da Marco Pipitone (critico musicale e collaboratore della «Gazzetta»), saranno svelate le visioni apocrife di un artista che ha scardinato il sistema musicale italiano mediante una proposta unica e assoluta. L’iter della serata porterà i due a confrontarsi, ripercorrendo a piccoli passi la storia del cantante: un dialogo serrato, sospeso tra parole e musica, quest’ultima curata nei dettagli dall’artista stesso. A tale proposito, Cristiano Godano spiega: «Ho selezionato per l’occasione alcuni pezzi che mi hanno forgiato, sono prevalentemente collegati alla mia giovinezza di ascoltatore – e chiude dicendo - il limite imposto delle 9 canzoni obbliga ovviamente a delle rinunce ma il gioco può essere divertente proprio per questo».
«9 canzoni 9 di … » è, infatti, un format creato da Pipitone in cui figure celebri, anche della nostra città, si confrontano con lui, proponendo come colonna sonora scelte dedicate e personali. Tra i tanti intervistati, nel corso degli anni, anche Franco Battiato, Massimo Zamboni dei Csi, Cisko dei Modena City Ramblers, e «il nostro» Aldo Piazza.
«A mio parere – dice il giornalista - 9 brani sono il numero perfetto per un disco. Metterli a corredo di un momento da raccontare può essere un modo per fare memoria o, se preferite, per rivendicare la propria storia». L’appuntamento con il leader dei Marlene Kuntz organizzato da Ratafià Teatro Bar si inserisce all’interno di «Essere», la nona edizione della rassegna Il Rumore del Lutto inaugurata proprio questa mattina. Dopo l’intervista, alle 22.30, la serata proseguirà nella sala del Teatro Europa con il concerto de Il Pianto di Azzurra (ingesso ad offerta).