Eventi

Pinocchio per parlare di accoglienza familiare

Inaugurata la mostra dei lavori dei ragazzi sul tema dell'affido e del sostegno

  • DATA - ORA INIZIO:30/10/2015 10:00
  • DATA - ORA FINE:30/10/2015 18:00
Pinocchio per parlare di accoglienza familiare

La storia di Pinocchio diventa riflessione sull’accoglienza familiare. E’ questo il tema della mostra “Pinocchio. Una fiaba per accogliere”, inaugurata ieri all’Auditorium di OF Orsoline Fidenza. Oggetto della mostra sono i disegni, le marionette, i cartelloni e tutti i lavori che i bambini della sezione Arancione della Scuola materna “Rodari”, delle classi III A e III B della Scuola primaria “De Amicis” e i ragazzi della II A della Scuola secondaria di I grado “Zani” hanno realizzato dopo aver letto il romanzo di Collodi insieme agli insegnanti.
La riflessione sulla fiaba ha avuto come cornice il tema dell'accoglienza familiare. Il progetto si inserisce, infatti, nelle attività di promozione dell'affido e delle altre forme di vicinanza e accoglienza familiare ed è finanziato dalla Provincia di Parma attraverso il lavoro del Coordinamento Affido provinciale.
Scopo della mostra è presentare questo lavoro alla città e lanciare un messaggio di solidarietà.
La mostra è realizzata da Teatro del Cerchio e dall’Equipe Affido del Distretto di Fidenza e resterà aperta oggi e domani dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 16.00 alle ore 18.00.
Dopo aver coinvolto i ragazzi, il progetto si rivolge anche ai genitori che saranno chiamati a riflettere su queste tematiche in laboratori pensati ad hoc per loro.
Per il territorio di Fidenza il progetto è curato dal Servizio Sociale Asp di Fidenza, dal Centro per le famiglie Asp del Distretto di Fidenza in collaborazione con l’associazione Affido AxA.
Il progetto si concluderà a maggio con uno spettacolo che sarà messo in scena dai ragazzi che stanno partecipando all'iniziativa.

“Siamo orgogliosi di ospitare questa mostra, sia per il tema che per i piccoli e grandi artisti che l'hanno prodotta. Perché una comunità intera possa farsi carico di temporanee difficoltà di alcuni dei propri membri più deboli, c'è bisogno di promuovere costantemente l'impegno di tutti: siano operatori professionisti, siano volontari, siano semplici cittadini. L'affido è un ottimo aiuto, delicato ma molto arricchente, ed è importante partire dai bambini per sviluppare una politica dell'accoglienza e dell'aiuto per chi è temporaneamente in difficoltà”, ha detto l'assessore al Welfare del Comune di Fidenza, Alessia Frangipane.

“Il Servizio sociale e il Centro per le Famiglie di Asp sono impegnati nella promozione dell'affido e dell'affiancamento familiare. Questa azione, che la nostra azienda sta mettendo in campo, è prioritaria per promuovere la cultura dell'accoglienza verso i bambini e i ragazzi in maggiore difficoltà. Chi si sente accolto, quando ne ha un bisogno estremo, diverrà un uomo e un cittadino migliore, capace a sua volta di accogliere e di sentirsi responsabile della sua comunità. Il progetto Pinocchio vede coinvolti, oltre ai servizi istituzionali del Distretto Socio-sanitario: la scuola, le realtà del Terzo Settore, come Associazione AxA e Cooperativa Il Cortile (parte integrante del Centro per le famiglie), e il mondo della cultura con il Teatro del Cerchio. Si tratta di un bell'esempio di welfare comunitario, dove nella piena realizzazione del principio di sussidiarietà, la società civile e le istituzioni più vicine ai cittadini si mettono insieme per costruire un futuro migliore, investendo sulle giovani generazioni. A tutti loro va il grazie dell'Azienda Asp e mio personale come cittadino di Fidenza”, ha commentato il presidente del Cda di Asp, Massimiliano Franzoni.