Eventi

«Profondo rosso» con i Goblin di Claudio Simonetti

La band che un anno fa incantò Parma proporrà il meglio della sua produzione

  • DATA - ORA INIZIO:26/08/2016 21:30
  • DATA - ORA FINE:26/08/2016 23:59

di Michele Ceparano

Non tornano a Parma, ma saranno comunque poco lontano da qui. Stasera alle 21.30 infatti i Claudio Simonetti's Goblin si esibiranno nel Reggiano, al Lido Po di Boretto (punto ristoro dalle 19; info ai numeri 338-4157239 e 0375-42139). Un concerto quello della storica band di progressive rock che arriva mentre è ancora vivo il successo della performance con cui la band incantò Parma.
La storica formazione che deve un parte della sua fama ad alcune colonne sonore di film di maghi del brivido come Dario Argento e George A. Romero e alcuni dischi di culto nell'ambito del prog come «Roller», lavoro che quest'anno spegne quaranta candeline, e «Il fantastico viaggio del bagarozzo Mark», l'estate scorsa ha infatti ottenuto un grandissimo successo proprio all'arena estiva del cinema Astra. In quell'occasione fece registrare il tutto esaurito con uno spettacolo che i fans dei Goblin sognavano da una vita. In occasione del quarantesimo anniversario di «Profondo rosso», capolavoro di Argento che uscì nelle sale cinematografiche appunto nel 1975, è andato infatti in scena il «Profondo rosso live score»: il film con il sottofondo musicale eseguito dal vivo dai Goblin.
Ma dire che quella serata è stata un successo è poco. Tutto esaurito ed entusiasmo alle stelle per un evento speciale organizzato dalla rassegna «I giardini della paura» e da «Solaris». Tanto da far dire a Matteo Barbacini dell'Ufficio Cinema del Comune: «Si è avverato un sogno che cullavamo da sedici anni». Ebbene, stasera a Boretto il sogno sarà di nuovo realtà quando saliranno sul palco i Goblin: Claudio Simonetti alle tastiere, Bruno Previtali alla chitarra e Titta Tani alla batteria. Tra il pubblico non mancherà certamente il musicista parmigiano Michele Buzzini, appassionatissimo del gruppo e dei film di Dario Argento, la cui preparazione «in materia» è già stata utile sulle pagine della Gazzetta di Parma. «Dopo lo show visto all'Astra l'estate scorsa - spiega - speriamo di vedere un “Best of” ancora una volta all'altezza della fama dei Goblin, un gruppo che si mantiene in perfetto equilibrio tra musica suonata ai massimi livelli e atmosfere al servizio del cinema». L'avventura dei Goblin inizia nei primi anni Settanta grazie a Claudio Simonetti e Massimo Morante. Si ispirano a miti del prog come i Genesis, i King Crimson e gli Emerson, Lake & Palmer.
Nel 1975 l'episodio chiave della loro carriera: Dario Argento li chiama per eseguire le musiche composte da Giorgio Gaslini per «Profondo rosso». Il film e il disco saranno un successone. I Goblin nel '76 pubblicano «Roller», poi ancora una colonna sonora di un film di Argento, «Suspiria», e quella di «Zombie», horror di Romero. La loro storia - che comprende tante altre colonne sonore come quella di Phenomena (1985), film diretto da Argento e interpretato dalla splendida Jennifer Connelly - continua fino a oggi ma, proprio come i film da loro musicati, è una sorta di thriller con scioglimenti, riunificazioni e «sdoppiamenti». Una storia che negli ultimi anni si è arricchita di un nuovo capitolo con la fondazione dei Claudio Simonetti's Goblin. Per la gioia dei fans sparsi in tutto il mondo.