Eventi

L'ora di «Culatello & Jazz», la buona musica è servita

  • DATA - ORA INIZIO:09/09/2016 20:00
  • DATA - ORA FINE:09/09/2016 23:59

L'ottava edizione di «Culatello & Jazz» andrà in scena venerdì 9 settembre alle 20. Ieri, a una settimana dall'evento, la tradizionale presentazione in una conferenza stampa presieduta dagli organizzatori (nelle persone di Giuseppe Scaltriti, patron di Faled e di Claudio Melucci di Spirito Verdiano, marchio collegato a Faled di distillati nonché main sponsor dell'evento) e dal sindaco di Roccabianca Marco Antonioli.
Ha aperto le danze Giuseppe Scaltriti: «Ancora una volta registriamo il sold out e questa è una enorme soddisfazione. Abbiamo nuovi marchi e istituzioni con noi di importanza sempre crescente, ed anche questo è motivo d'orgoglio. In questo senso mi preme citare il Parma Calcio 1913, Jaguar e Gola Gola Festival». Come si dice, squadra che vince non si cambia, ed in effetti la formula anche quest'anno non cambia per nulla: culatello dinner a cura di Massimo e Luciano Spigaroli, un supergruppo (l'International Funky Groove Ensemble), la Rocca di Roccabianca. Una realtà assodata e di grande successo su cui, secondo Scaltriti, bisognerebbe investire per raggiungere nuovi obiettivi tutti a favore del territorio: «Abbiamo qui l'amministrazione, e “provocatoriamente” diciamo che sarebbe bello allargare questa manifestazione d'eccellenza, per coinvolgere di più il paese ed il suo tessuto economico culturale. Perché quindi non trasformare Culatello & Jazz in un festival?». Pronta la risposta del sindaco Antonioli: «L'amministrazione comunale già sta pensando di trasformare il patrocinio in una vera e propria partnership. Questa è un'iniziativa importante e va sicuramente valorizzata, per esempio l'anno scorso la mostra dedicata a Giovanni Voltini ha ottenuto importanti riconoscimenti».
«Anche quest'anno infatti lo stesso giorno di Culatello e Jazz s'inaugurerà una mostra, questa volta dedicata al pittore Riccardo Fainardi - fa eco Scaltriti - che poi resterà aperta fino al 30 ottobre».
«La musica sarà protagonista indiscussa della serata», conclude Melucci, «con un gruppo di recente formazione che però ha grandi progetti ed ambizioni, fortemente voluto dal sassofonista Piero Odorici, cui va un plauso perché più volte ha collaborato con noi per fare grande la parte musicale di Culatello e Jazz.».
Odorici, raggiunto telefonicamente, riguardo allo spettacolo ha anticipato: «E' una prima assoluta ma non è una jam: abbiamo tutti collaborato insieme in passato, ma mai tutti insieme e vogliamo portare avanti questo gruppo, infatti suoneremo molti brani originali. Con me ci saranno Robert Bargard al piano, Roberto Gatto alla batteria, Darryl Hall al basso ed Alessandro Presti alla tromba. Ci rifaremo al sound del funky jazz di Herbie Hancock, ma in un ottica nuova e personale».
Ingresso serata: 63 euro (vivaticket.it). E' aperta una lista d'attesa. Info: organizzazione@culatelloejazz.it. Tel: 334/7484776.