Eventi

Il nuovo Psc ed il Piano Triennale delle Opere Pubbliche nei quartieri

Primo appuntamento lunedì 13, alle 21, con Parma Centro e Oltretorrente, nell' oratorio di San Tiburzio

  • DATA - ORA INIZIO:13/03/2017 21:00
  • DATA - ORA FINE:13/03/2017 22:00
Il nuovo Psc ed il Piano Triennale delle Opere Pubbliche nei quartieri

Prende avvio lunedì l'illustrazione del nuovo Psc – Piano Strutturale Comunale – e del Piano Triennale delle Opere Pubbliche nei Quartieri. Il Piano Triennale delle Opere Pubblici prevede investimenti complessivi che si aggirano sui 138 milioni di euro, nel triennio 2017 - 2019.

Gli incontri nei vari Quartieri si terranno tutti alle 21 e vedranno la partecipazione dell'assessore all'Urbanistica e Lavori Pubblici, Michele Alinovi, del dirigente del settore pianificazione e sviluppo del territorio del Comune, Dante Bertolini, e dei progettisti incaricati. Si inizia lunedì 13 marzo Parma Centro e Oltretorrente, nell'oratorio di San Tiburzio.

Si prosegue, nei giorni successivi, secondo questo calendario: giovedì 16 marzo per il quartiere Lubiana, San Lazzaro e Cittadella, al Centro Giovani Federale; lunedì 20 marzo per il quartiere San Leonardo e Cortile San Martino, alla Casa nel Parco ; giovedì 23 marzo per il quartiere Pablo, San Pancrazio, Golese, nel Centro Civico di Via Marchesi; lunedì 27 marzo per il quartiere Montanara, Molinetto e Vigatto al Centro Giovani Montanara.

E' aperta fino a mercoledì 15 marzo la mostra dedicata al nuovo Psc – Piano Strutturale Comunale -, nell'ex oratorio di San Tiburzio, in borgo Palmia, dal lunedì al venerdì delle 16.30 alle 19.30, sabato e domenica dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.30.

Il percorso espositivo è incentrato sul tema: “Nuovo Piano Strutturale Comunale 2030: una scelta coraggiosa per lo sviluppo consapevole del nostro territorio”. Da mercoledì 8 marzo è, infatti, possibile presentare le osservazioni al nuovo Piano Strutturale Comunale, per 60 giorni. Da qui l'esigenza di promuovere i contenuti di un Piano certamente innovativo, in modo da coinvolgere tutti i portatori di interesse presenti sul territorio. Il Comune, poi, attraverso le controdeduzioni alle osservazioni fornirà una risposta per ogni osservazione presentata.