Eventi

Il nuovo libro del giallista Marco Vichi

  • DATA - ORA INIZIO:09/01/2018 18:30
  • DATA - ORA FINE:09/01/2018 20:00
Il nuovo libro del giallista  Marco Vichi

Martedì, alle 18.30, al circolo Arci Golese di Baganzola sarà presentato il nuovo romanzo di Marco Vichi «Nel più bel sogno. Una nuova avventura per il commissario Bordelli». L’incontro, che vedrà la presenza dell’autore, sarà condotto da Silvia Cacciani, docente del liceo Bertolucci. In alcuni passi del libro, il commissario Bordelli legge le poesie contenute nel volume «Respiri e sospiri» - scritto da Paola Cannas, la mamma di Marco Vichi, scomparsa nel 2013 -, i cui proventi delle vendite sono destinati all’associazione parmigiana «Il Filodijuta».
È la fine di aprile del 1968. Firenze, come il resto dell’Italia, è scossa dalle manifestazioni studentesche. I figli sono contro i padri, senza mediazioni né compromessi, ed è difficile capire dove stiano ragioni e torti, dove sia il male. Università occupate, scontri con le forze dell’ordine, battaglie tra studenti di destra e di sinistra, slogan impregnati di ideali: un vortice di sogni cozza contro una società ormai sorpassata che aveva creduto di durare in eterno. E’ la storia di una guerra le cui ferite, troppo recenti, faticano a rimarginarsi. E le tante semplici storie vissute da uomini e donne le cui esistenze non sono mai come appaiono, i cui confini tra legale ed illegale faticano a delinearsi. Nonostante un certo disorientamento per il mondo che sta inevitabilmente cambiando, Bordelli «vive» una sua primavera interiore: il peso del passato sembra finalmente attenuarsi e anche la sua vita amorosa sta forse andando incontro ad un mutamento inatteso; ma il commissario si trova, però, costretto a confrontarsi con tre casi di omicidio, sullo sfondo di una Firenze dalla bellezza inarrivabile e dalla storia ineguagliabile. Un commissario non più giovane, provato, che fa i conti con i tanti fantasmi di un’esistenza fatta anche di rimpianti, ma che guarda la giovane donna di cui si è innamorato con risvegliata passione, convinto che: «Quando avviene un delitto la prima domanda non è “Chi è stato?” ma piuttosto “Perché lo ha fatto?” Capire come si può diventare assassini quasi per caso, senza nessuna cattiveria, senza alcuna intenzione, addirittura guidati da una impeccabile visione morale.

Nel più bel sogno
di Marco Vichi
Guanda, pag. 608, 19,00