Eventi

Finalmente in casa: i Panthers ospitano i Giants

  • DATA - ORA INIZIO:31/03/2018 18:00
  • DATA - ORA FINE:31/03/2018 20:00

Primo abbraccio dei Panthers ai propri tifosi. Lo faranno oggi, al Lanfranchi, in un orario per loro insolito: le 18. Insolito, ma non sarà l’unica volta: «E’ stato scelto questo orario, anche se solo per un due occasioni - spiega il presidente dei nero e argento Ugo Bonvicini - in modo da trasformare il dopo-partita in una festa e passare così una bella serata. Oggi vi saranno alcune sorprese, anche grazie al maxischermo. Spero in un buon pubblico».
Tutto il turno pasquale dedicato alle “classiche” si disputa oggi. Quella odierna è la prima di una lunga teoria di partite casalinghe: tutte in fila quelle previste nella regular season. E’ una prima dal sapore forte poiché a Parma scendono i Giants Bolzano, squadra che, come accaduto negli ultimi anni, dovrebbe almeno ripresentarsi alle wild card: «Siamo fiduciosi di poter fare una partita di spessore. Sulla carta dovrebbe definire chi è l’avversario principale dei Seamen, considerando, come era previsto, il calo dei Rhinos», si spinge in là Bonvicini.
Diciamo che è il primo tempo, in tal senso, in quanto vi sarà il ritorno a Bolzano più in là, anche se il pensiero del presidente è condivisibile. Una partita diversa per due nuove pantere: Erioldi e De Jesus, arrivati a rinforzare il pacchetto difensivo ducale proprio da Bolzano. Per i Panthers è il primo vero test dopo due partite in cui gli avversari, Uta Pesaro e Giaguari, si sono attestati a livello sparring-partner. I Giants si sono spesso contraddistinti per una difesa ostica da superare e i ducali ne sanno qualcosa. In questo scorcio di campionato stanno viaggiando a una media di 14.7 punti subiti a partita; il contributo a quella media arriva dai 21 subiti coi Seamen Milano e ai 15 coi Ducks Lazio, contro gli 8 dai Lions Bergamo. Se la difesa va in crisi coi top team lo sapremo oggi. L’attacco, invece, si è inceppato soltanto coi campioni d’Italia (nessun punto). Le statistiche dei bolzanini fanno maggiore testo rispetto a quelle dei Panthers, vuoi perché i ducali hanno giocato una partita in meno, vuoi per la caratura degli avversari affrontati. E’ indubbio, però, che le avvisaglie, in casa Panthers, sono quelle di una squadra ben concentrata, che sa cosa vuole fare e ha i meccanismi già ben oliati.
Mancherà Spaggiari sul quale la sfortuna si sta accanendo: fuori per una frattura a un dito.