Eventi

Sere d'estate, al via stasera con l'omaggio a Abbati

  • DATA - ORA INIZIO:06/07/2018 21:15
  • DATA - ORA FINE:06/07/2018 23:00
Sere d'estate, al via stasera con l'omaggio a Abbati

Per il settimo anno, l'estate porta a Sorbolo spettacoli, serate musicali e concerti con ospiti di rilievo e due eventi speciali che uniranno le rassegne «Musica in Castello» e il «Festival della Parola», al cartellone di «Sere d’estate», kermesse organizzata dal Comune di Sorbolo, con l’associazione Arti e Suoni, il Centro ricreativo culturale e le associazioni di volontariato del territorio. Sette anni di vita che saranno declinati in sette appuntamenti a ingresso libero, da stasera nella piazzetta fino a congiungersi domenica 2 settembre con il tradizionale concerto Avis. «Vista la crescente partecipazione, pensiamo che sia diventata una tradizione attesa in paese» commenta Cristina Valenti, assessore alla Cultura del Comune di Sorbolo.
Su il sipario stasera alle 21,15: sul palco Antonella Degasperi, Paola Sanguinetti, Domingo Stasi e Fabrizio Macciantelli accompagnati al pianoforte da Milo Martani per un «Omaggio a Corrado Abbati». Venerdì 13 luglio sarà la volta dell’«Opera Swing» mentre il venerdì successivo Sabrina Paglia porterà in piazzetta le più belle canzoni di Mia Martini e Mina. Luglio si chiuderà con due appuntamenti a distanza ravvicinata: venerdì 27 «The Barock side of the Cello» dei Guerzoncellos (Tiziano ed Enrico Guerzoni), e martedì 31 Lavinia Mancusi in «Semilla musica nomade». Mercoledì 7 agosto arriverà il teatro con «Donne nella Resistenza» dell’associazione Artemisia, spettacolo in gara nella 17ma edizione di Ermo Colle mentre il gran finale sarà affidato all’Orchestra a Fiati dell’Istituto Musicale «Vecchi Tonelli» diretto da Massimo Bergamini, ospite il trombettista Marco Pierobon.
«In cartellone abbiamo vari generi per accontentare diversi “palati”» dice il direttore artistico Roberto Ughetti. «L’obiettivo è anche quello di aumentare la socialità in paese - aggiunge l’ideatore della rassegna Claudio Mendogni -. Tutti si accostano volentieri alle diverse proposte, assistere a eventi diversi ma sempre di livello, permette di accrescere la propria cultura».