Eventi

Maria Paiato dolente madre di periferia in Stabat mater

  • DATA - ORA INIZIO:10/11/2018 21:15
  • DATA - ORA FINE:10/11/2018 23:00
Maria Paiato   dolente madre di periferia  in Stabat mater

L'attrice Maria Paiato veste i panni di una sboccata prostituta, madre dolorosa, in una periferia degradata di una metropoli del Nord negli anni di piombo.
«Stabat mater» di Antonio Tarantino, sabato 10 novembre alle 21.15 al Teatro di Ragazzola, in questo nuovo allestimento di Giuseppe Marini, vede Maria Paiato in scena sola su una panca circolare che si fa gabbia e pedana. L'attrice con trucco pesante e abiti sgargianti e attillati è una madre sottoproletaria, ex ragazza ed ex prostituta, arrivata dal Sud nella periferia più misera di una Torino industriale dove vivacchia un sottobosco di reietti.
La lingua di Tarantino, autore classe 1938 anomalo e schivo con un passato di pittore, è carnale, espressionista, dolente. Ma è anche percorsa da lampi di un'ironia popolaresca. Un pastiche fieramente lontano dal politically correct, a tratti brutale, che non teme espressioni razziste e omofobe, né indulge a false idealizzazioni del “popolo". Maria Paiato, con pienezza di mezzi, offre un'interpretazione che vira dall'ira alla disperazione, dalla sbruffoneria all'umiliazione, restando, sopra ogni cosa una madre.
I biglietti, a 20 euro, si possono acquistare in prevendita all'Edicola di Ragazzola, all'Ortofrutta di Roccabianca e al Parma Point di strada Garibaldi, 18 a Parma oppure si possono prenotare al numero 339.5612798.