Eventi

Doppio appuntamento al Paganini con la grande musica dei Filarmonici di Busseto

  • DATA - ORA INIZIO:01/01/2019 15:30
  • DATA - ORA FINE:01/01/2019 20:00
Doppio  appuntamento al Paganini con la grande musica dei Filarmonici di Busseto

di Giulio Alessandro Bocchi

Giunge quest'anno alla sua ventesima edizione il capodanno con i Filarmonici di Busseto, martedì prossimo in un doppio appuntamento all'Auditorium Paganini. Se nel 2000 la serie di concerti si era inaugurata al Teatro Cinghio ormai da circa dieci anni le richieste dei numerosi partecipanti hanno fatto spostare i filarmonici nel più capiente Paganini arrivando anche a ripetere l'esibizione alle 15.30 e alle 18.00.
Corrado Giuffredi al clarinetto, Cesare Chiacchiaretta alla fisarmonica, Giampaolo Bandini alla chitarra, Roger Catino alle percussioni e Federico Marchesano al contrabbasso si ritroveranno e a suonare insieme in un programma estremamente vario che prevede sia alcuni dei “cavalli di battaglia” dell'ensemble sia alcune novità, proponendo pagine di Giuseppe Verdi, Ennio Morricone, Johann Strauss, George Gershwin, Astor Piazzolla, Maurice Ravel e Sergej Prokof’ev. Le trascrizioni e gli arrangiamenti saranno prevalentemente di Giacomo Scaramuzza.
«Siamo in fibrillazione per il concerto – spiega Giampaolo Bandini – e ci saranno brani divertenti, come al solito, ma anche un po' di sorprese come un super-ospite internazionale: non vogliamo ancora svelare di chi si tratti, ma possiamo solo dire che suona uno strumento a fiato. Partiremo dai nostri grandi classici come Verdi e Strauss, senza contare il “Bolero” di Ravel e “Un americano a Parigi” di Gershwin, per arrivare a brani che non abbiamo ancora fatto sentirre al pubblico parmigiano. Vedremo se riusciremo anche a fare un festeggiamento particolare per questo ventesimo anniversario. È un bel traguardo e i biglietti stanno andando a ruba».
I biglietti, per lo spettacolo delle 15.30 e per quello delle 18.00, sono ancora acquistabili on-line alla mail della biglietteria del Teatro Regio (biglietteria@teatroregioparma.it ) sino al primo gennaio, quando saranno reperibili all'Auditorium Paganini a partire da un'ora prima del concerto, cioè alle 14.30.
«Durante l'anno – fa presente Bandini – ognuno di noi ha concerti un po' in tutto il mondo, impegni vari con orchestre e esibizioni solistiche e cameristiche. Questo concerto, quindi, rappresenta anche un'occasione per ritrovarci tra amici, sempre insieme ancora dopo vent'anni, divertendoci come una volta. Questo è, quindi, un vero momento di festa che riusciamo anche a trasmettere al pubblico. Tornare a Parma nella nostra città è sempre un piacere».
Il 2019 è anche un anno particolare per Bandini, anche nella veste di Direttore Artistico della Società dei Concerti di Parma.
«Questo concerto – dice il Direttore Artistico – rappresenta un po' l'inizio delle celebrazioni per il centoventicinquesimo anniversario dell'attività della Società dei Concerti di Parma e il 7 gennaio presenteremo alla Casa della Musica tutta l'attività del 2019 compresi sia la Stagione Concertistica invernale della Casa della Musica, sia il Festival Paganini, sia i concerti al Teatro Regio, anche se questi ultimi sono già stati presentati, ma fanno parte della nostra attività. Credo che sia una delle più longeve società concertistiche italiane».