Eventi

"Le cose di prima" alla libreria Diari di bordo

  • DATA - ORA INIZIO:12/01/2019 18:00
  • DATA - ORA FINE:12/01/2019 20:00

Sabato 12 gennaio alle 18 alla libreria Diari di bordo di Parma sarà presentato il libro «Le cose di prima» di Eduardo Savarese, edito da Minimum Fax. Nella vita di Simeone, un adolescente colpito da distrofia muscolare, i tratti del melodramma sembrano aver preso il sopravvento. La malattia si rivela in tutte le sue penose limitazioni e in tutti i suoi contrasti – l’inerzia forzata e il desiderio di crescita, il bisogno di essere amato e il decadimento che inquina la dinamica dei sentimenti, l’incolpevolezza e il peso delle fratture causate ai rapporti familiari – mentre le «cose di prima» appaiono ormai improbabili e quasi esotiche. Sul suo palcoscenico la madre è un contralto, la voce stanca e nevrotica di chi vorrebbe riprendere a vivere ma non ci riesce. Pierotta, soprano, è la ragazza depressa e instabile con cui Simeone duetta. Filippo, il baritono, è il professore che gli illustra i misteri della fisica quantistica, nei quali è forse annidata una speranza di salvezza. Il grande assente è il tenore, Thomas, il padre di origine siriana che lo ha abbandonato: è il suo abbraccio che Simeone non smette di rincorrere per sapere se è un disertore o un eroe, e se davvero esistono legami così forti da ridefinire le leggi della fisica. Con una Gerusalemme innevata a fare da sfondo, a padre e figlio è riservato uno struggente atto finale. Un adolescente segnato dalla malattia, deciso a rincorrere l'ombra del padre che lo ha abbandonato, ma anche a colmare il bisogno di essere amato.Un romanzo con l’impianto musicale di un melodramma, con un atto finale ambientato in una Gerusalemme innevata. Perché, come scriveva Julian Barnes, soltanto il melodramma riesce ad andare dritto alla meta e a rammentarci l'essenziale.

EDUARDO SAVARESE / 1979 vive a Napoli, è magistrato e studioso di diritto internazionale. Per le edizioni e/o ha pubblicato i romanzi Non passare per il sangue (2012) e Le inutili vergogne (2014), e il saggio-racconto Lettera di un omosessuale alla Chiesa di Roma (2015). Tiene un corso di scrittura creativa per diversamente abili presso l’associazione Onlus A Ruota Libera e collabora con Il Corriere del Mezzogiorno.