Eventi

Primo Maggio, all'Ex Eridania la maratona di (non solo) musica

Max Ravanetti e Aldo Piazza guideranno la seconda edizione della festa

  • DATA - ORA INIZIO:01/05/2019 12:00
  • DATA - ORA FINE:01/05/2019 23:00
Primo Maggio, all'Ex Eridania la maratona di (non solo) musica

di Maria Teresa Angella

Conto alla rovescia per la seconda edizione del grande «Concerto Primo Maggio, Festa dei lavoratori», in programma anche quest’anno al Parco ex Eridania di Parma. Dalla tarda mattinata fino a notte fonda saranno molti i momenti musicali, teatrali e anche di riflessione che coinvolgeranno, divertiranno e faranno pensare migliaia di spettatori di tutte le età.
Il programma completo dell’evento ad ingresso libero, realizzato grazie alla collaborazione tra Cgil Parma, il Gruppo Officine Cgil Parma, UdU Parma e Puzzle Organizzazione Spettacoli, e con il rinnovato patrocinio del Comune di Parma, è stato svelato ieri insieme a organizzatori e artisti che fra poco meno di due settimane saliranno sul palco in uno dei polmoni verdi della città, intitolato proprio al Primo Maggio. A condurre questa lunga maratona artistica saranno la simpatia e la complicità di Max Ravanetti, che ritorna dopo la precedente edizione, insieme ad Aldo Piazza nelle vesti del suo personaggio Ape Regina Drag Queen.
«Oggi rimane la volontà di mettere insieme un momento di riflessione sul significato di questa festa insieme con il senso proprio della “festa”, in cui i lavoratori si fermano e festeggiano il loro essere lavoratori - spiega Lisa Gattini segretario generale Cgil Parma -. Siamo nel 2019, ci sono dei problemi nel mondo del lavoro, ne parliamo tutti i giorni e ne parleremo con un tono più leggero anche il Primo Maggio».
«Far riflettere le persone, attirandole allo stesso tempo con un programma che sia di livello è una formula ben riuscita - afferma Nicoletta Paci assessore alla Partecipazione e ai Diritti dei cittadini -. Saranno proposte riflessioni sull’effettiva situazione di oggi del mondo dei lavoratori e in generale della nostra società contemporanea». Davide Doninotti, responsabile Gruppo Officine Cgil Parma, ha spiegato il programma della giornata: «Quest’anno abbiamo pensato di ampliare la scena artistica con vari momenti di teatro e letteratura. Alle 16 inizieranno i concerti con un panorama musicale che andrà dal rock al rap passando per il reggae per arrivare fino all’indie». Lavoro, dignità, diritti, integrazione e coesione sociale: saranno questi alcuni dei tanti temi proposti e affrontati dalla grande offerta musicale e culturale, senza dimenticare affondi tematici come quello sulla questione di genere proposto dal surreale teatro interattivo de Le Mine Vaganti che proporrà il tragicomico esperimento di «Woman Experience: al mio posto». Inoltre il visual painting dell’associazione culturale ABC animerà tutta la giornata. A dare vita all’evento, realizzato grazie al contributo di numerose realtà, saranno 25 componenti del gruppo Officine Cgil Parma, oltre 200 volontari tra bar, cucine, servizio d’ordine e ingressi, circa 40 tra artisti e tecnici per gli allestimenti del palco.

  Scaletta  

Gli Antonio Benassi, Giorgio Poi, Bunna e Madasky

L’inizio della festa è fissato per le 12 con il «Pranzo del 1° maggio - Festa dei Lavoratori» con la Proloco Gattatico, insieme al Coro dei Malfattori. Alle 13.45 il collettivo Wu Ming presenterà l’ultima pubblicazione «Proletkult» (Einaudi) all’Area Teatro, a seguire spettacolo teatrale di Carlo Albé «L’ultima apra la porta» con Giusy Leonardi-Singing Around e Nicola Pastori. Dal pomeriggio dopo il reading-concerto su elettroshock e follia (nel 40° della legge Basaglia) del Wu Ming Contingent intitolato «La terapia del fulmine», toccherà ai parmigiani Journey to Gemini, per proseguire con il freestyle, rap, hip hop di Fabio Dank, DjOver e Parmarap. A seguire la storica band parmigiana Gli Antonio Benassi con l’ultimo album «Putòst che stär in ca», i Figli dei Fuori e il rapper Claver Gold con Tmhh (Opening Act). Infine fino a tarda notte il paroliere polistrumentista e produttore emergente Giorgio Poi si alternerà al reggae degli Africa Unite System of a Sound con Bunna e Madasky. m.t.a.