Parco nazionale dell'Appennino: 20 anni di crescita e collaborazione

Compie  20 anni il Parco nazionale dell’Appennino tosco-emiliano, nato il 21 maggio 2001. Oggi alle 18 si terrà un web meeting, aperto al pubblico, per presentare le collaborazioni dell’ente. «P come Parco, Persone, Progetti. Riassumiamo tutto nella parola  ”collaborazioni” - così il presidente Fausto Giovanelli, all’epoca senatore e promotore della legge istitutiva -. Moltissimi i frutti nati. Tra essi, la Riserva di biosfera Unesco dell’Appennino tosco emiliano, con un territorio 10 volte più grande. Oggi ricordiamo le collaborazioni create giorno per giorno».
Se ne contano 4.698: 1.626 durature, 3.019 temporanee,  con enti, con persone, privati, imprese, associazioni, centri del sapere, università, scuole, mondo dell’emigrazione e della ricerca. «Abbiamo investito – spiega il direttore Giuseppe Vignali - oltre 80 milioni tra Lunigiana, Garfagnana, Reggio e Parma. Solo il 30 per cento derivano dal ministero dell’Ambiente. Per il resto sono risorse conquistate grazie a progetti  finanziati  per lo più dall’Ue». «Le parole chiave  – conclude Giovanelli – restano immutate: tutela ambientale e sviluppo sostenibile». Per partecipare all’incontro https://zoom.us/j/98280168520.