×
×
☰ MENU
☰ MENU

Con L'Eolienne debutta il circo coreografico

Con lo spettacolo «Marie-Louise» della compagnia francese L’Éolienne debutta martedì alle 20 al festival ParmaDanza (turno B) il circo coreografico.
«Marie-Louise» è l’espressione francese usata per indicare lo spazio tra il telaio e il dipinto: e lo spettacolo è infatti un viaggio sensoriale ed emotivo nella storia dell’arte e della pittura, che dà corpo all’immaginario iconografico di Hieronymus Bosch, Joan Miró, Egon Schiele, Edward Hopper e molti altri pittori.
«In un’epoca in cui la frenesia è un modo di vivere - racconta la coreografa Florence Caillon - «l’atto di contemplare mi sembra più che mai necessario. Ho immaginato Marie-Louise come un dipinto del mondo: con frammenti di immagini, primi piani, gesti, qualche risata ... Raffiguro un universo mai esplorato abitato da gente bizzarra, con luci brillanti o in controluce. Voglio ritrarre gli esseri umani, le loro indecisioni, i fallimenti, le speranze, i dubbi e le ostinazioni».
I dipinti proiettati sullo sfondo di un grande schermo si caricano così di suggestioni, animati dalle coreografie che i danzatori/acrobati disegnano sulle note di brani musicali che evocano le opere stesse.
Florence Caillon descrive il proprio lavoro quale “circo coreografico” dalla fine degli anni Novanta, quando inizia la sua ricerca di un movimento suggerito da artisti di diversa provenienza: acrobati, giocolieri, danzatori classici e contemporanei. Dopo gli spettacoli «Séquences» e «Jardins d’Eden», «Marie-Louise» fa propria questa nuova cifra e la arricchisce di un nuovo universo: la pittura. Votato all’eliminazione delle barriere tra le forme d’arte, il “circo coreografico” sta in equilibrio tra la tecniche della danza e le abilità circensi dalle quali prende in prestito i codici e i linguaggi. Un genere squisitamente francese, ancora poco conosciuto nel nostro Paese. La compagnia L’Éolienne lo elabora da oltre un ventennio, dagli esordi come collettivo di strada, e accoglie acrobati, contorsionisti, giocolieri e musicisti.
Con l’arrivo al festival ParmaDanza della compagnia L’Éolienne, la rassegna collaterale «La danza dietro le quinte» prosegue con un appuntamento specialmente dedicato ai bambini: sempre martedì, ma al mattino (ore 11), nella sala di scenografia del Regio, gli artisti dell’ensemble francese presenteranno una dimostrazione dal titolo L’Eolienne: danza, acrobazia, teatro. Un piccolo compendio dello spettacolo poi in scena la sera stessa, per offrire agli allievi della scuola primaria un saggio delle tecniche acrobatiche al suolo. La partecipazione è a ingresso libero, la prenotazione obbligatoria. Per informazioni e prenotazioni: tel. 0521 203903, promozioneculturale@teatroregioparma.org r.s.

© Riproduzione riservata

ALTRI EVENTI