×
×
☰ MENU
☰ MENU

«Quel giorno tu sarai» in prima visione all'Astra e al D'Azeglio: per non dimenticare

«Quel giorno tu sarai» in prima visione all'Astra e al D'Azeglio: per non dimenticare

In un film di Kornel Mundruczo non ti trovi a tuo agio, perché ti mette di fronte al mondo senza possibilità di fuga dalla gioia e dal dolore. Eppure, in quel cinema puro che percorre i sentimenti umani, da «White God» a «Pieces of a Woman», c’è il senso più necessario dell’esperienza cinematografica.

Il suo nuovo lavoro si chiama «Quel giorno tu sarai», viene dal Festival di Cannes ed è stato prodotto da Martin Scorsese. Che ne ha detto: «Ogni nuovo film di Mundruczo e Weber è un gradito shock per i sensi dello spettatore. Con “un giorno tu sarai” hanno trovato un modo per drammatizzare lo scorrere stesso del tempo, in un modo che non dimenticheremo più». È con questo titolo in prima visione che i cinema Astra e D’Azeglio, in collaborazione con il Comune di Parma, celebrano la Giornata della Memoria. Con un programma che gli affianca anche la scoperta di un documentario indipendente intitolato «Il senso di Hitler», un’accurata analisi della fascinazione sopravvissuta alla scomparsa del Führer del Terzo Reich.

«Quel giorno tu sarai» è film linguisticamente straordinario: tre episodi, ciascuno composto da un unico pianosequenza, per calare nella contemporaneità il ricordo dell’Olocausto tramite due salti temporali e tre storie apparentemente slegate. Il distributore italiano introduce l’anteprima di questa sera alle 21 al cinema Astra in lingua originale con sottotitoli italiani, mentre il film sarà in programmazione in versione doppiata al D’Azeglio domani e sabato. «Il senso di Hitler» viene proiettato al D’Azeglio mercoledì alle 21 e venerdì alle 16.30 all’Astra. r.s.

© Riproduzione riservata

ALTRI EVENTI