×
×
☰ MENU

Elezioni, candidati a confronto

15 Settembre 2021,12:09

Le domande

1 Quale sarà il primo intervento che le piacerebbe fare se eletto sindaco?

2 Quali interventi prevede di fare sulla viabilità del paese?

3 Piazza Miodini, quale futuro? Parcheggio o area a disposizione della gente?

4 Il paese necessita di una ripresa, cosa fare per ridargli vita?

5 Quali programmi avete per i giovani?


Guido Campanini
Insieme per Felino 

«Piccole e grandi manifestazioni per animare il centro»

1. Fondo speciale contro la povertà e per famiglie con figli; panchine, fioriere e rastrelliere.
2. Rotonde all’inizio ed alla fine di San Michele Tiorre. In via Alighieri e in via Baldi spartitraffico centrali, che riducano la velocità e facilitino i pedoni, con semafori «a chiamata». Il traffico Pilastro-Sala Baganza deve passare sulla tangenziale, in modo che le vie interne servano al traffico locale. Completamento delle piste ciclabili sull’asse Sala Baganza-Felino-San Michele Tiorre-Pilastro, congiungendo i vari tratti, progettando altri interventi sull’asse norè-sud.
3. Piazza Miodini diventerà luogo di incontro fra le persone, pur lasciando un certo numero di stalli di sosta per le auto.  Via Carducci deve essere abbellita per diventare un centro commerciale naturale. Il centro ospiterà piccole o grandi manifestazioni, per richiamare gente, che poi torni volentieri. La progettazione delle piazze e delle ex scuole dovrà coinvolgere associazioni e cittadini, per contemperare le diverse esigenze. Un paese bello diventa attraente, un paese coeso nel porsi obiettivi comuni lo rende dinamico e aperto al nuovo. Il mercato del sabato ed i mercati straordinari vanno potenziati e coordinati con il resto del paese. Minibus navetta potrebbero collegare le frazioni con il mercato, l’area centrale del paese con la zona «stazione». Si prevede un’area camper (per esempio in via Antelami).
4. Associazioni e cittadini vanno efficacemente coinvolti per progettare subito manifestazioni ed eventi, riprendendo e rinnovando ad esempio «La notte del palato fino» oppure «L’estate felinese», e proponendone anche delle nuove. Vanno promosse manifestazioni sportive, coinvolgendo le diverse società locali.
5. I giovani devono essere protagonisti degli eventi, stimolando la loro creatività e il loro protagonismo. In attesa della sistemazione delle ex-scuole, vanno individuati al più presto spazi da lasciare in autogestione a gruppi di giovani. 


Filippo Casolari
Impegno e cambiamento 

«Viabilità da rivedere e serve un maggior decoro urbano»

1. Da architetto la prima cosa che vorrei realizzare come sindaco è la rigenerazione della piazza Miodini ma essendoci parecchie problematiche di decoro urbano quali incuria, dissesto stradale, degrado delle zone verdi e sicurezza i primi interventi saranno sicuramente inerenti tali questioni.
2. Una rivalutazione della viabilità di via Roma e dei semafori in via Baldi. Per alleggerire il traffico su via Calestano e via Baldi nelle ore di punta incrementare il servizio scuolabus e spostare per quanto possibile il traffico dei mezzi pesanti sulla tangenziale. Prolungamento dei mezzi pubblici verso le frazioni e creazione di rotonde.
3. Per il decoro urbano è necessario un intervento su piazza Miodini facendo sì che parte di essa sia rivalorizzata come zona pedonale con spazio attrezzato per i bambini e la creazione di un’area multifunzionale a disposizione degli abitanti e del mercato. Il rimanente spazio sarà adibito come sempre alla sosta dell’autobus e ad un certo numero di parcheggi pubblici.
4. Sostenere i commercianti attraverso iniziative in collaborazione con gli enti che includano per esempio mercatini tematici, promuovendo la fiera del salame, con eventi di carattere sportivo e far partecipare i proprietari di edifici storici attraverso l’organizzazione di eventi vari. Rivalutazione degli edifici inutilizzati come spazi per smart working portando nuove attività lavorative dai paesi limitrofi verso il nostro e spazi creativi per giovani ed anziani con attività di svago come corsi di vario genere.
5. I giovani avranno accesso a borse di studio e attività sportive organizzate attraverso la creazione di un polo che consentirà anche eventi musicali e teatrali in base alle necessità. Agevolare i giovani all’accesso della biblioteca pubblica e sostenerli nelle scelte attraverso uno sportello di consulenza facendo in modo che i loro bisogni siano soddisfatti dall’amministrazione comunale senza doversi spostare altrove per trovare servizi.

 


Rosina Trombi 
Fare Felino 

«Voglio creare senso di comunità e rendere  sostenibile il Comune»

1. Convocare i dipendenti comunali e presentare consiglieri/e; l’input fondamentale è quello di una collaborazione trasversale sulle tematiche del programma tra amministratori, dipendenti e tecnici comunali. Due sono gli obbiettivi principali su cui lavorerò: creare senso di comunità e rendere attrattivo e sostenibile il Comune; ristrutturare le piazze e al tempo stesso trovare soluzioni alternative per i parcheggi limitrofi. 
2. Per ridurre il passaggio pericoloso di mezzi pesanti in centro a Felino, occorre creare le condizioni per collegare la strada posta dietro al Centro Commerciale con via Marconi, sulla quale va valutato uno sbocco proveniente da via Roma. Per le frazioni ho pensato ad una viabilità sicura e coerente con le richieste dei residenti. Collocare Il capolinea dell’autobus in un’area ampia e sicura dove si possa sostare, attrezzata per biciclette e scooter. 
3. Parcheggio o area a disposizione della gente? Piazza Miodini deve tornare un luogo fisico per tutta la comunità: bello, accogliente, vivace, senza barriere, elemento caratterizzante del centro storico; lo stesso concetto vale per le piazze di tutte le frazioni del nostro comune. 
4. Creare eventi caratterizzanti, costruire un brand identity coinvolgendo cittadini/e, associazioni, commercianti, produttori ed enti sovra-ordinati. Felino ha tutte le carte in regola per essere un territorio accogliente, attrattivo e unico grazie al suo tipico salame. Creare comunità valorizzando spazi all’aperto ed al chiuso. 
5. Partiremo dalle richieste dei giovani: avere uno spazio autogestito dove poter socializzare; spazi per lo studio con strumenti multimediali, spazi musicali, una maggiore fruibilità del cinema-teatro, aree verdi attrezzate per attività sportive diverse. Il benessere delle persone è per me una priorità e farò di tutto per trovare sostegni per progettare un centro sportivo polivalente. Vorrei stanziare un bonus laurea per gratificare i neo laureati/e che hanno raggiunto i loro obbiettivi.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI