×
×
☰ MENU

Vede i ladri sul balcone: anziano invalido sotto choc

Vede i ladri sul balcone: anziano invalido sotto choc

19 Novembre 2021,10:08

Via Emanuelli, l'84enne stava dormendo: svegliato da un rumore

Momenti di paura per un anziano invalido che si è trovato sul balcone di casa due uomini, contro la vetrata della porta, che guardavano all’interno. Le sue urla hanno messo in fuga i due malviventi, che probabilmente stavano per forzare la porta-finestra a vetri. 
L’episodio è accaduto verso le 19 di mercoledì, al secondo piano di un condominio di via Emanuelli. L'84enne in quel momento si trovava in casa da solo. Una delle figlie, ha raccontato quello che è successo al padre, ancora molto scosso.  «Mio padre stava aspettando che tornasse mia sorella, con la quale vive, dal lavoro. È anziano e invalido, e spesso si assopisce. Anche nella serata in cui è accaduto l’episodio, si era addormentato con le luci spente e aveva lasciato alzate le tapparelle. Sta di fatto che a un certo punto ha sentito un forte rumore provenire dal balcone, dove ci sono uno stendi-biancheria e altre cose. Così si è alzato, ha acceso la luce, e ha visto due uomini, dall’apparente età di 30 - 40 anni, appiccicati alla vetrata, che guardavano all’interno. Mio padre  in preda al panico ha iniziato a urlare, mettendo in fuga i due malintenzionati che, viste le luci tutte spente, probabilmente hanno pensato non ci fosse in casa nessuno. Per fortuna mio padre ha pensato bene di non aprire la porta-finestra del balcone, altrimenti è immaginabile cosa sarebbe potuto capitare. Poveretto, si è preso un grande spavento: dice che continua a rivedere quegli occhi che guardavano dentro alla stanza».
Nessuno dei residenti nel condominio si è accorto di nulla. I due malviventi per raggiungere il balcone al secondo piano si sono arrampicati, lasciando orme infangate dappertutto. Per non dare nell’occhio hanno scelto di salire sul retro del palazzo, che si affaccia sul giardino. Massima allerta dunque, soprattutto nella fascia oraria che precede la cena, momento prescelto dai malviventi per mettere a segno colpi nelle abitazioni. L’appello come sempre è quello di chiudere porte, finestre, abbassare le tapparelle, lasciare le luci accese, preferibilmente anche quando si esce e magari lasciare accesa anche la televisione. Ovviamente chi notasse individui dal fare sospetto o auto strane che stazionano vicino ai condomini, è pregato di allertare immediatamente il 112.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI