-1°

15°

documento

70 anni dopo, l'attimo delle bombe sulla Pilotta

Sono immagini scattate dagli aerei . Un nostro lettore, Nicola Mangiavacca, le ha riportate "a casa"

Ricevi gratis le news
15

1944-2014: settant'anni esatti. Ed ecco apparire le foto dai cieli dei bombardamenti su Parma. Sono quelle scattate dagli aerei americani e ritrovate casualmente da un nostro lettore, Nicola Mangiavacca.

Le aveva in casa da alcuni anni, ma l'idea di rendere "pubbliche" è venuta nei giorni scorsi: "Ho visto su TvParma l’annuncio dello spettacolo dedicato ai bombardamenti, "Sotto i cieli di Parma".

E' lui stesso a raccontare la storia delle foto: "Anni fa, trovandomi negli Stati Uniti per lavoro, visitai una rievocazione storica della seconda guerra mondiale, nell’ambito della quale era esposta una raccolta delle fotografie eseguite dagli aeroplani durante le azioni di bombardamento. Fui sorpreso di trovarvi le foto del bombardamento di Parma del maggio '44, il giorno che fu colpita la Pilotta. Manifestai la mia commozione all’addetto alla mostra, il quale alla fine mi regalò quelle fotografie. Vi si coglie l’esatto momento in cui la bomba colpì il bersaglio. "

Queste le foto inviate dal lettore: ovviamente lasciamo agli storici il compito di approfondire e contestualizzare questo documento

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Stefano

    04 Giugno @ 21.32

    reinard.alfa@gmail.com

    @caronte evita di dire la metà della storia. cioè che in montagna arrivavano i tedeschi che si portavano via unavacca evincendo scuse di guerra, poi arrivavano i partigiani e si portavano via l'altra ( magari l'ultima ) dando in cambio buoni scritti a mano da loro. Poi magari come hanno fatto a Castrignano di langhirano, dove hanno RUBATO un paiolo di burro e una volta sazi ci si sono ingrassati gli stivali. ( basta che ci vada e chieda, c'e' ancora gente in vita dell'epoca ). Poi le posso raccontare quando sono stati a casa di mio suocero e gli hanno chiesto se aveva dato da mangiare ai partigiani, e lui ha risposto di si, perchè tanto come i tedeschi andavano a casa sua con i fucili e se non ubbidivi ti sparavano, o di quando è stato nascosto nella macchina del podestà di fornovo il quale lo ha portato in salvo, dopo essere scappato dalla caserma di via della repubblica, ma i partigiani lo hanno ucciso solo per essere fascista senza guardare i meriti. Se racconta le cose le dica tutte, se dice solo quello che le fa comodo faccia politica. Caro Caronte, gli Italiani non sono mai stati razzisti, non lo saremo mai, ci vogliono bene in tutto il mondo. Dai tempi dell'antica Roma diamo asilo ai meritevoli. Una volta la cittadinanza la si meritava, ora basta dichiararsi antifascisti e ce la regalano.

    Rispondi

  • Antonio B

    04 Giugno @ 15.21

    Lo schema è piuttosto semplice : all'origine di tutto ci sono i signori della finanza , gruppi , èlite che controllano le banche e l'emissione di moneta , finanziano indifferentemente qualsiasi attore in guerra ; queste èlite , che hanno un disegno "mondialista" da tempo , nel senso che il loro progetto finale è un superstato governato da pochi eletti , hanno iniziato con l'abbattimento delle monarchie , poi dei regimi nazionalisti , supportati da propaganda mediatica , da cultura addomesticata ( nelle scuole si insegna la storia dal punto di vista dei vincitori ) e con la diffusione della "democrazia" hanno avuto gioco facile nell'attirare la pubblica opinione dalla loro parte. Se ci si bada bene non fanno niente che non sia voluto dalla pubblica opinione , questo è il principio democratico , solo che le opinioni le formano con la loro informazione. Gli USA sono il braccio operativo di queste èlite , sono a loro volta vittime , mandano in guerra neri , ispanici , disadattati e insofferenti dell'assurdità di vivere in una società autodistruttiva come quella. Quanto all'ipocrisia nostrana mi sono sempre chiesto con che faccia si continui ancora a festeggiare il 25 Aprile inneggiando ai "liberatori" che hanno causato più vittime degli "oppressori".

    Rispondi

  • Stefano

    04 Giugno @ 15.15

    reinard.alfa@gmail.com

    @michelealtro. Noi Italiani. Dovunque siamo andati abbiamo costruito senza interessi economici. Veda per esempio la libia, allora paese inospitale e desertico e non sapevamo che c'era il petrolio, veda etiopia e eritrea, dove le uniche strutture decenti sono le nostre, veda l'istria, dove si sono trasferiti migliaia di connazionali per lavorare la terra veda l'albania, da noi resiste ancora il detto trid c'me l'albania ( perdonatemi se non so scrivere in dialetto, lo parlo solamente ) . Poi per cortesia non mi intavoli un discorso fascismo contro comunismo che non centra nulla, il nostro Paese ha solo dato e dato. Sono andato in Grecia, in Istria, in tunisia, in egitto, in libia, tutti ci ricordano come brave persone. Voleva un nome e l'ho dato.

    Rispondi

  • Caronte

    04 Giugno @ 14.03

    Strano leggere commenti di questo genere. Non esiste guerra buona o guerra cattiva. La guerra è la cosa peggiore che la razza umana possa affrontare. Dai racconti dei miei parenti anziani di montagna ho sempre avuto un quadro di tristezza, di gente che muore o che rimane gravemente ferita, di fame, di stenti di brutte avventure. Di tedeschi che incendiano paesini interi e che rubano tutto il cibo e che uccidono chi solo ha una radio in casa e dell'aereo Pippo che gira per i cieli e bombardava a destra e a manca senza sapere bene cosa stava bombardando. Se però, alla fine, siamo qui a parlarne civilmente e a confrontare opinioni anche diversissime lo dobbiamo al diverso spirito che alimentava gli "alleati". I nazisti ci volevano sottomettere a un regime totalitarista di stampo razzista-militare. Gli yankee ci hanno sottomesso al regime della coca cola, della tv, di internet e dell'Iphone....forse preferisco questo secondo regime....che dite voi?

    Rispondi

  • harryblatera

    04 Giugno @ 13.43

    Per mia fortuna sono nato molti anni dopo, conosco la storia della seconda guerra mondiale tramite, libri, documentari e racconti, anche quelli di mio nonno. Io non giustifico chi ha bombardato la mia città in nessun caso. nessuno. Alle elementari la maestra mi hanno raccontato che la colpa era dei fascisti sottintendendo che era tollerabile quel gesto, ma io da parmigiano se potessi guardare negli occhi la persona che era sull'aereo non sari in grado di dirgli: "hai fatto bene"

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Acquolina: quelli che  si incontrano  in via D'Azeglio - Fotogallery

feste pgn

Acquolina: quelli che si incontrano in via D'Azeglio Ecco chi c'era: foto

Belen la "poliziotta", oltre un milione di clic

GOSSIP

Belen in divisa: oltre un milione di clic

La luna e il ponte de Gasperi La "Superluna": foto dei lettori

Gazzareporter

La luna e il ponte de Gasperi La "Superluna": foto dei lettori

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Emmanuelle, e l'Italia scoprì lo scandalo

C'ERA UNA VOLTA

Emmanuelle: e l'Italia scoprì lo scandalo

di Vanni Buttasi

Lealtrenotizie

La popolazione del Parmense supera quota 450mila abitanti. Gli stranieri sono il 14,2%

Foto d'archivio

PROVINCIA

La popolazione del Parmense supera quota 450mila abitanti: il dato più alto di sempre

Gli abitanti sono 452.015 (+0,48%). Gli stranieri sono il 14,2% del totale

1commento

CONDOMINI

Oltre 400mila euro scomparsi: altri tre amministratori nei guai

6commenti

PARMA

Botte all'amico e gelosia... alcolica: arrestata 30enne brasiliana Video

LUTTO

Il baseball parmigiano piange Ismaele Fochi

GOVERNO

Maltempo di inizio febbraio: dichiarato lo stato di emergenza nazionale anche per il Parmense

Soragna

Truffe, nei guai un finto corriere

PARMA

In fiamme la cappa: paura alla pizzeria "La brace" in via Abbeveratoia

1commento

COLORNO

Il "Re del Po" di Boretto raccontato in foto: Erika Sereni espone a Fotografia Europea Gallery

"L'isola di Pan o un altro Po" farà parte del circuito Off della manifestazione reggiana

LE NOSTRE IMPRESE

Carlo Rocchi: "Così Mahle scommette su Parma" Video

PARMA

Debuttano i veicoli elettrici dei carabinieri: saranno usati in parchi e zone pedonali Video

'NDRANGHETA

Processo «Stige», chiesti 8 anni di condanna per l'imprenditore Gigliotti

GAZZAREPORTER

"Borgo Riccio: plastica, verde e... tv" Foto

CARABINIERI

Tentano il furto a Neviano: due albanesi arrestati a Vezzano sul Crostolo

1commento

BORGOTARO

Gazzolo: «Nessun pericolo per la salute e per l'ambiente». La relazione è in rete

Presentati i risultati dell'indagine svolta dal Comitato tecnico-scientifico. L'assessore regionale: «I disagi non sono riconducibili alle emissioni della Laminam»

12tgparma

Centro sportivo off limits ai tifosi (per lavori): allenamento a porte chiuse per il Parma Video

CARABINIERI

Richiedenti asilo spacciavano vicino alla scuola di Montecchio. Salvini: "Saranno espulsi"

I carabinieri di Montecchio hanno arrestato due nigeriani che vivevano in un appartamento destinato ai profughi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

WEEKEND

Vinili, spalla cruda e castelli: la top 5 del fine settimana

PGN

Speciale vinili: mandate le foto della vostra collezione  Gallery

ITALIA/MONDO

MILANO

Terrore per 51 ragazzi sul bus: il difensore dell'autista chiede la perizia psichiatrica Foto

POLIZIA

Fa uccidere il marito in Ecuador e si risposa in Italia: fermata a Reggio dopo un normale controllo

1commento

SPORT

SPORT

La rivelazione choc di Frey: "Per un virus ho rischiato di morire". Il Parma gli dedica un post: "Forza Seba!"

SERIE A

Tre sondaggi... in uno per votare "i migliori" del Parma di questa stagione

SOCIETA'

OLANDA

Amsterdam, addio ai tour gratuiti nel distretto a luci rosse - Video

HI-TECH

La prova: Nighthawk x6s, una soluzione per potenziare la rete wifi di casa

MOTORI

IL TEST

Come va l'ibrido Plug-In? Scopriamolo con Mitsubishi Outlander

MOTORI

Techroad: Dacia si veste di rosso (e costa solo 3 euro al giorno)