21°

31°

incidente

Via Calatafimi: investita mamma con passeggino

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Via Emilia Est: il lungo aperitivo. Ecco chi c'era: foto

Arte&Gusto

Via Emilia Est: il lungo aperitivo Ecco chi c'era: foto

Beyoncé vuole girare un video al Colosseo ma arriva lo stop: è già occupato da Alberto Angela

ROMA

Colosseo off limits per Beyoncé: è già occupato da Alberto Angela, ilarità sul web Foto

3commenti

Realcake dinastico

LONDRA

Servita al battesimo di Louis la torta nuziale dei principi. Sette anni dopo

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano

IL CASO

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano: il commento

di Claudio Rinaldi

6commenti

Ricevi gratis le news
24

Grande paura, questa mattina in via Calatafimi, per un incidente.

Una madre stava attraversando la strada, sulle strisce, con una carrozzina che trasportava i suoi due gemelli. Una prima auto si è fermata per consentire l'attraversamento, ma alle spalle è sopraggiunto un suv che ha investito la donna col passeggino.

Sul posto è subito accorso il 118. Alla fine, per fortuna, è emerso che i gemellini sono rimasti illesi, mentre alla mamma è stato riscontrato un forte (e comprensibile) stato di choc. 

Sulla Gazzetta in edicola domenica 25, anche le lamentele degli abitanti di via Calatafimi, che chiedono interventi sottolineando la situazione di pericolo per la velocità eccessiva di troppi veicoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Enzo

    25 Ottobre @ 08.16

    Non è generalizzare, ma leggere la realtà. La maggior parte delle auto parcheggiate sui marciapiedi sono dei suv. Lo stesso vale per piste ciclabili e posteggi disabili.

    Rispondi

  • Enzo

    25 Ottobre @ 02.30

    Strano che fosse un suv. Proprietari di suv, 8 su 10'arroganti prepotenti, la rovina di questa società. Sono sempre e solo loro il problema. Per caso dopo l'incidente ha parcheggiato sulla pista ciclabile?

    Rispondi

    • 25 Ottobre @ 05.08

      REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Le generalizzazioni non hanno mai senso. E' come dire che "tutti i biondi" o "tutti quelli che si chiamano Enzo" sono ecc. ecc. Il senso civico non è nè direttamente nè inversamente proporzionale a una cilindrata o a una carrozzeria: è nella testa

      Rispondi

      • Michele E

        25 Ottobre @ 07.38

        Redazione non è proprio così: biondi si nasce, il macchinone invece lo si compra (magari col mutuo). E col macchinone vuoi fare quello che fa uno con la Panda? Ma magari fossero "sempre e solo loro il problema"...

        Rispondi

  • Kalata

    24 Ottobre @ 20.13

    Io abito in via Calatafimi, corrono tutti come i matti, nonostante ci siano strisce pedonali ogni 50 metri, dossi, parcheggi, pista ciclabile e una serie infinita di accessi a cortili! È proprio il luogo meno adatto per fare le gare, per non parlare dei doppi sorpassi di qualche genio quando qualche anima buona si ferma (stranamente) per consentire di girare!

    Rispondi

  • sindaco

    24 Ottobre @ 19.12

    che poi dalla foto SEMBRA una dinamica un pò diversa... cioè l'auto scura che si ferma a far attraversare, l'auto grigia chiara (definita suv) che la tampona (dopo l'impatto l'auto chiara si trova ancora prima delle strisce) e la fa sbalzare in avanti andando a urtare i pedoni...

    Rispondi

  • sindaco

    24 Ottobre @ 18.27

    conoscendo l'andazzo, quando devo attraversare non solo guardo bene bene e soprattutto ASPETTO anche qualche secondo (per evitare di infilarmi tra le macchine quando dopo 10 secondi magari la strada è sgombra), ma se le macchine si devono fermare su due corsie affiancate per senso di marcia, quando supero la prima fila guardo ancora bene che appunto non ci sia la più classica delle situazioni, cioè qualcuno in auto o in moto che supera la fila... anche questo è senso civico e prudenza. ricordiamoci che AVERE RAGIONE MA FINIRE ALL'OSPEDALE O ALLA VILLETTA NON SERVE A NIENTE!!! ma a quanto vedo mi sa che sono solo io a essere così prudente (come la gente che guarda per terra col telefono e le cuffie alle orecchie in primis...)

    Rispondi

Mostra altri commenti

Lealtrenotizie

Picchia a sangue la ex e la rapina

Nella zona di via Mordacci

Picchia a sangue la ex e la rapina

«IO STO CON TE»

La casa in cui ripartono i padri separati

1commento

Addio

Collecchio piange Ivana Tanzi, stilista raffinata

Capitan Lucarelli

«Il mio Parma gettato nel fango»

3commenti

traffico

Mattinata difficile in tangenziale Nord: oltre un chilometro di code per lavori

OBIETTIVO 2020

San Francesco del Prato, nato il Comitato per i restauri

ALBARETO

Entra fumo nell'appartamento: intossicate due donne

Calestano

Bianchi festeggia i 50 anni di volo libero

PROFESSORE

Arfini spiega i cibi dop agli australiani

filatelia

Uscirà domani un nuovo francobollo dedicato a Giovanni Guareschi

CARABINIERI

Ruba la borsa di un medico a San Secondo: arrestata 50enne Video

incidente

Schianto tra auto in A1: due feriti

Viale Duca Alessandro

Paura per un uomo armato di coltello

2commenti

MUSICA

Il concerto di Mannarino a Fontanellato: ecco chi c'era Foto

12Tg Parma

Max Bugani (5 Stelle): "Pizzarotti in Regione? Meglio di Bonaccini" Video

2commenti

PARMA

Un'auto e un camion a fuoco: doppio intervento dei vigili del fuoco Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Maltrattare gli animali, tradire l'amicizia

di Filiberto Molossi

2commenti

DIGITALE

Ecco la Summer Promo: 2 mesi di Gazzetta a prezzo di 1

ITALIA/MONDO

politica

Salvini querela Saviano: "I suoi post su Facebook ledono il ministero"

1commento

A14

Motociclista va contromano in autostrada: "Avevo dimenticato lo zainetto"

SPORT

Ciclismo

Nibali, la colpa è di un fan

Sport

Stelle del Fair-play brillano a Firenze

SOCIETA'

CHICHIBIO

"Trattoria della pieve", la tradizione e i sapori del paese

VERONA

Sberla in faccia a uno studente, condannata prof di matematica

MOTORI

Motori

Jeep Wrangler, il mito Usa è sempre pronto a tutto

MOTORI

"Spiaggina 58": rinasce la 500 della Dolce Vita