19°

29°

Mangia come scrivi

Figli allontanati dai genitori e i "segreti" della Mala: la serata parmigiana di Sara Rattaro e Paolo Roversi

Serata dedicata al premio Bancarella. Come nascono i romanzi di successo? La "ricetta" dei due scrittori

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

Il caso

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Disoccupazione: come funziona la Naspi

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

Ricevi gratis le news
0

Romanzi basati su storie reali, scrittori di successo al centro della sala, un dialogo con il pubblico fra aneddoti e ironia. “Mangia come scrivi” ha portato all’Antica tenuta Santa Teresa i “Talenti da Bancarella”: Sara Rattaro, vincitrice del premio letterario nel 2015 con “Niente è come te”, e Paolo Roversi, finalista con “Solo il tempo di morire”. E’ stata trattenuta a Roma un’altra finalista del Bancarella, Simona Sparaco. Nelle presentazioni incrociate – come da formula della rassegna ideata e condotta da Gianluigi Negri – la Rattaro ha presentato Simona Sparaco, arrivata seconda per un solo voto al Bancarella. Il romanzo dell’autrice romana (“Se chiudo gli occhi”) parla del rapporto e del riavvicinamento fra un padre e una figlia rimasti lontani per lungo tempo.
Padri e figlie allontanati dalla vita sono, in modo diverso, al centro anche del romanzo vincitore di quest’anno, come spiega Sara Rattaro a Gazzettadiparma.it: “E’ la storia di un padre e di una figlia che non si vedono da dieci anni perché lei è stata portata in Danimarca, dalla mamma danese, quando era molto piccola. E da lì il governo danese ha voluto che perdesse tutti i contatti con il padre. Si chiama sottrazione internazionale di minore”. Attraverso un romanzo si denuncia un problema reale, che tocca tante persone… “Sì, l’Italia tra l’altro è il Paese più coinvolto, in cui vengono sottratti più bambini: ha il 37% di tutti i casi europei e i casi sono stimati in 2-300 all’anno”.
Paolo Roversi è arrivato in finale (di cui ha raccontato con ironia i “retroscena”) con il romanzo “Solo il tempo di morire”: “E’ la ricostruzione della mala milanese degli anni Settanta ed è un romanzo basato su fatti reali – spiega –. Pur con nomi cambiati troverete i banditi dell’epoca – Vallanzasca, Turatello, Epaminonda – e la ricostruzione fedele di quegli anni sanguinosi, di terrorismo, di guerre tra bande, di attentati… ma anche di grandi scoperte di vario genere perché comunque questi malavitosi si ingegnavano ogni momento per riuscire a fare sempre più soldi con nuovi business criminali”. Quello di Roversi è un romanzo con la colonna sonora… “In ogni capitolo ho cercato di inserire una canzone uscita in quell’anno: trovate da Mina a Celentano a Battisti, fino ad arrivare all’84 con la chiusura con Toto Cutugno e l’Italiano”.
Una domanda per entrambi: quali sono gli ingredienti per un libro di successo? Cos’è che vi ha fatto giungere al punto in cui siete arrivati? “L’importante credo che sia avere qualcosa da dire – risponde la Rattaro – e provare ad avere un proprio stile e quindi una propria voce. Poi da lì… un pizzico di fortuna, essere magari al momento giusto nel posto giusto, tanta tanta umilità e voglia di lavorare”. Per Paolo Roversi, un elemento molto importante sono le storie perché “abbiamo l’impressione di aver già visto tutto, letto tutto, imparato tutto, conosciuto tutto… visto mille film… In realtà ci sono un sacco di storie non ancora raccontate. Bisogna sforzarsi di trovarle e di raccontarle, in modo semplice, diretto. E poi per arrivare bisogna avere costanza: mattone dopo mattone si costruisce, non bisogna mollare alla prima porta in faccia, alla prima cosa che non funziona”. Sara Rattaro annuisce. E Roversi chiude con ironia, con una battuta sul Bancarella: “Ad esempio quest’anno è arrivata lei prima, l’anno prossimo vincerò io magari… Ce la giochiamo...!”. 

(foto di Fabrizio Bertolini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Lealtrenotizie

Parma attiva il piano regionale. Stop alle auto più inquinanti

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

SICUREZZA

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

2commenti

12 TG PARMA

Incendio a Fontanellato: non si esclude l'origine dolosa del rogo Video

Vigatto

Emergenza viabilità, tangenziale «rimandata»

3commenti

gazzareporter

Viale Vittoria, nuovi cartelli anti-spaccio Foto

1commento

messa

La Guardia di finanza di Parma celebra san Matteo, il patrono

Intervista

Pertusi: «Nel mio sangue scorre Verdi»

COLLECCHIO

Sagra della Croce, pochi bagni chimici

Pieveottoville

E' morta Renata Barbieri, «colonna» del volontariato

Libro

Un saggio su Bartali, eroe mito del Novecento

san leonardo

Furgone in fiamme all'incrocio tra via Venezia e via Trento. Video: lo spaventoso incendio - 2

2commenti

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Si comincia con la danza verticale "Full Wall" e l'installazione "Macbeth"

PARMA

Sicurezza: 60 nuove telecamere e più agenti di polizia municipale Video

Ecco i progetti annunciati dal Comune

6commenti

Crédit Agricole

Giampiero Maioli insignito Cavaliere della Legione d’Onore dall'Ambasciata Francese

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

Manovra

Di Maio: "Il reddito di cittadinanza solo agli italiani". E Salvini applaude

1commento

cagliari

In attesa del medico impegnato in una consulenza: "Tutta colpa di un negro"

SPORT

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

Tour Championship

Molinari, primo giro in sordina. "Ora tocca migliorare" Video

SOCIETA'

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

sospetto

Test di medicina, picco su Google: "Qualcuno ha barato"

MOTORI

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"

ANTEPRIMA

Honda, il nuovo CR-V. Come va in 5 mosse