15°

inchiesta

Tu chiamale se vuoi percezioni

Parma XL Sicurezza - Cifre, storie, immagini: e i commenti dei lettori esasperati

Video

3commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sandra, da San Secondo a "La prova del cuoco"

TV

Sandra, da San Secondo a "La prova del cuoco"

Bastoncino della fortuna

giappone

10 mila uomini nudi si contendono il titolo del "più fortunato del mondo"

Morto Franco Rosi, 'fu' il Telegattone

TELEVISIONE

E' morto l'imitatore Franco Rosi, la voce del Telegattone Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Al Tramezzo», cucina fresca, terra e mare di qualità

CHICHIBIO

«Al Tramezzo», cucina fresca, terra e mare di qualità

Ricevi gratis le news
54

Il titolo si ispira a una stupenda canzone di Lucio Battisti. Ma qui le "Emozioni" sono tutte e solo negative: vetrine infrante, case a soqquadro, strade in cui i padroni sembrano altri... E' un nuovo capitolo delle nostre inchieste su Parma e, in questo caso, sulla situazione della sicurezza. Che a molti lettori sembra in continuo peggioramento: solo questione di "percezioni"...? Leggi la nostra inchiesta di oggi e i confronti con il passato in fondo all'articolo:

PARMA XL - Sicurezza in città: i fatti separati dalle opinioni

Iniziamo sfogliando la fotogallery, così vediamo e capiamo subito di che cosa stiamo parlando. Concretamente, non per opinioni o numeri astratti.

E neppure, non ditecelo davvero più, per "percezione". Le foto, e gli articoli da cui le abbiamo ricavate per la fotogallery, infatti, sono tutti concretissimi e verissimi episodi, che in 10 immagini mettono insieme tutte le fattispecie che stanno turbando il sonno dei parmigiani: negozianti o ragazze aggrediti, nei bar o in un portone;  derubati-record ( i 3 furti in 15 giorni di Corradi o il centro di San Prospero quasi più visitato dai ladri che...dai clienti); case a soqquadro e notti insonni; scuole, ospedali, chiese senza rispetto e senza difese; statistiche che, alla faccia delle tranquillizzanti frasi ufficiali da Roma a Parma, dicono di un +110% dei furti nel decennio; cittadini sempre più disposti al fai da te (a volte anche con risultati concreti, ma con quali rischi...?); intere strade, o quartieri?, nelle mani e nella disponibilità dei pusher-ciclisti, nuova e sgradevole versione della città delle biciclette...

Se le antenne da cronista funzionano ancora bene, sembra di cogliere nella città vari segni di esasperazione e risveglio al tempo stesso. Piccoli ma significativi messaggi dal basso, che forse istituzioni e politica dovrebbero mettere con più convinzione in agenda: e senza, almeno su questo, litigare e dividersi.

Perchè la gente inizia a chiederselo, anche nello spazio commenti dei nostri articoli: ma davvero è impossibile "bonificare" le strade divenute market di droga? Ma davvero si deve dare per scontato che un parco (ad esempio il Falcone Borsellino) in certi orari vada schivato come una volta si diceva a New York di certe strade di Harlem? Ma davvero dobbiamo rassegnarci a un Oltretorrente in cui la poesia delle vecchie officine meccaniche dentro cui ancora si intravedono i ritratti verdiani debba convivere con il nuovo e sgradevole olezzo di piscio di troppi borghi?

Sì, sono parole e temi antipatici, ai quali vorremmo privilegiare i racconti della città creativa del gusto, del calcio biologico, delle eccellenze. Ma quali future eccellenze possiamo progettare se nel frattempo non ci sentiamo sicuri neppure a casa nostra? Ecco perchè, ripescando anche alcuni documenti dei mesi scorsi (anche per ricordare e ricordarci che denunce, impegni, comitati e protocolli per la sicurezza li raccontiamo da anni), rinnoviamo da oggi una delle inchieste della nostra sezione Parma XL: le nostre sezioni "extralarge" per vedere, al di là delle notizie consumate in tempo reale, che cosa e come sta cambiando nella Parma del terzo millennio.

(segue...)

E, naturalmente, per compilare questo dossier aspettiamo come sempre anche e soprattutto i vostri contributi, nel nostro spazio commenti sotto questo articolo.

LEGGI altre inchieste e articoli sul tema sicurezza: 

Tutta nostra la città ?

1985-2015: come è cambiata la sicurezza a Parma?

Parma non ha paura (Video Tg Parma)

I cartelli scaccia-ladri

Così abbiamo preso lo scippatore

PARMA XL - Guarda le nostre inchieste no-stop

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Michele E

    15 Marzo @ 16.43

    federicot 40 anni fa la gente in paese sapeva tutto di tutti, e se c'era un furto se ne parlava per mesi, prima che ne succedesse un altro... Poi saltava fuori che casualmente c'erano gli zingari accampati lì vicino, ed erano gli unici giorni in cui mia mamma toglieva le chiavi dalla porta di casa. E' andata così per decenni, con rarissime eccezioni. La Questura all'epoca scriveva a biro, difficile trovare dei database completi. Tu nel frattempo nega pure l'evidenza, noi ti commentiamo.

    Rispondi

    • federicot

      15 Marzo @ 21.16

      federicot

      mia nonna non le ha mai tolte le chiavi di casa e non stava in paese, ma abitava in città. Io a casa lascio sempre tutto aperto.

      Rispondi

      • Michele E

        16 Marzo @ 14.23

        Veramente io rispondevo al tuo commento delle 11.23, mica volevo sapere di tua nonna!

        Rispondi

  • Lavapiatti

    14 Marzo @ 22.06

    Ho letto qualche commento, purtroppo non tutti perché ho un po' di sonno, non me ne vogliate a male... Devo dire che il nostro GB è come sempre inarrestabile.. Davvero, come dice Gianni Cesari, non affliggerti perché racconti la verità...ora si può benissimo fare il paragone con anni passati, come il '79, ma alla fin fine, come dice il termine stesso, quello è un anno passato, chiuso, finito. Ora siamo nel 2016, è adesso che dobbiamo fare il punto della situazione del nostro presente! Abbiamo una società molto complessa, voluta da chi ci governa, che non riesce a farsi capire nemmeno dai cittadini nazionali! Il problema principale di oggi, è che quando si parla di sicurezza, si parla di ennesimo furti, scippi, rapine, spacci, e la conseguenza principale è che i cittadini sono nuovamente stufi di ciò. Da qui bisogna partire, facendo in modo che la gente torni a poter vivere in modo sicuro e tranquillo, come mi raccontano i miei nonni della vita di 30-40 anni fa..ancora complimenti GB!!!

    Rispondi

  • parmigianodelsasso

    14 Marzo @ 20.41

    Stato italiano incapace di difendere i propri cittadini

    Rispondi

  • marirhugo

    14 Marzo @ 19.26

    parma è meglio di 40 anni fa e peggio dei prossimi 40. A parma c'era piu' esasperazione 40 anni fa. Io invece sono piu' esasperato oggi,e te credo: facevo le scale a 4 gradini per volta e adesso,invece le scendo con due mani aggrappate al corrimani. e le cose sono destinate a peggiorare.Per me non per Parma. Magari

    Rispondi

    • Vercingetorige

      14 Marzo @ 19.58

      HAI PROBLEMI ANCHE CON LA MEMORIA ! A Parma , quarant' anni fa , non c' era neanche l' ombra dell' esasperazione di oggi ! Parma era una città dove si poteva dormire con la porta aperta. Poi, qualche delitto avveniva anche allora , ma erano fatti sporadici , che non incidevano sulla qualità della vita della gente .

      Rispondi

      • federicot

        15 Marzo @ 11.23

        federicot

        40 anni fa la gente non sapeva quali e quanti furti venivano commessi. Per questo chiedo ostinatamente i dati degli ultimi 40 anni ( fonte questura) . E ci vogliono i dati totali!

        Rispondi

  • ANONIMUS

    14 Marzo @ 19.26

    Fino a quando ci sono politici e cittadini come Federicot.. che non vogliono vedere la realtà e il TOTALE FALLIMENTO DELL ACCOGLIENZA SENZA CONTROLLO E SENZA REGOLE!! Non potrà migliorare la situazione! Essere straniero in italia é un lusso!! Puoi commettere reati e restare impunito!! Oppure fare figli avere assegni familiari case popolari o alberghi a tre stelle!! E Non pagare NIENTE!! Tanto l italiano paga tasse altissime!! E se ha bisogno della casa popolare? GUARDI C É GENTE CHE A PIÙ BISOGNO!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Lealtrenotizie

Aggressione su un campo di Terza Categoria, naso rotto per giocatore

12Tg Parma

Follia in campo, il giocatore aggredito: "Inspiegabile". Pizzarotti: "Squalifica a vita ai violenti" Video

smog

Altri tre giorni di aria "malata": da domani stop anche ai diesel euro 4

GAZZAREPORTER

Lupo a passeggio nel Langhiranese

FIDENZA

Malore in campo: 57enne salvato dai compagni con il defibrillatore

Sulla linea 7

Minaccia il controllore: denunciato

1commento

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

ELEZIONI

Collecchio, Maristella Galli vince le primarie del centrosinistra

SALSO

Controlli nei bar, mezzo quintale di cibo sequestrato

Adesivo su un palo

Scritta antisemita davanti al Tardini

2commenti

LOTTA SALVEZZA

Dietro vincono tutti. Ma a Parma è arrivato Schiappacasse...

1commento

VIA BENEDETTA

Discarica a cielo aperto sulla pista ciclabile

vigili del fuoco

Fienile in fiamme a Fontanellato: 300 balloni polverizzati

traffico

Viale Mentana, quel parcheggio accessibile solo ai più...spregiudicati - Le foto

serie C

In campo con solo 7 ragazzini, numeri con lo scotch e senza allenatore: il Pro Piacenza perde 20-0

1commento

gazzareporter

Cormorano a pesca al Parco Ducale

esercizi commerciali

Pioggia di multe nei bar: 15 violazioni e un "conto" da quasi 10mila euro

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

ECONOMIA

L'inserto del lunedì: l'universo delle start-up

EDITORIALE

Cinque Stelle sempre più in stato confusionale

di Stefano Pileri

ITALIA/MONDO

TELEVISIONE

Sky: multa da 7 milioni dall'Antitrust sul pacchetto calcio

politica

Bossi, i medici: "Ha ripreso conoscenza ed è vigile"

SPORT

FORMULA UNO

Al via i test a Montmelo: la Ferrari di Vettel subito veloce

PRIMA CATEGORIA

Il Fidenza cade in casa Video highlights

SOCIETA'

Barcellona

Boateng esordisce al Camp Nou, i ladri fanno un furto da 300mila euro a casa sua

IL DISCO

Anima latina, l'America di Battisti e Mogol

MOTORI

MOTORI

Seat Arona 1.0 TGI: il primo Suv a metano

MOTORI

Auto: dal 2020 sarà obbligatoria la frenata automatica d'emergenza