17°

30°

Nizza

Parmigiani in piazza per dire "no" a terrore e violenza

In Comune bandiera francese a lutto

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' il giorno di Cristiano Ronaldo a Torino. Primo autografo a un bambino

Sport

E' il giorno di Cristiano Ronaldo a Torino. Primo autografo a un bambino Foto

Il battesimo reale del principe Louis: le foto

LONDRA

Il battesimo reale del principe Louis: le foto

Modelle e mode estive

MODA

Il bikini "girato" che non intralcia l'abbronzatura: ecco come fare Video

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La favola di Natale dei Pogues

IL DISCO

La favola di Natale dei Pogues

di Michele Ceparano

Ricevi gratis le news
11

Dopo la strage di Nizza, Parma scende in piazza per dire "no" alla violenza e al terrorismo. Nel pomeriggio diverse associazioni hanno organizzato un presidio in piazza Garibaldi. In serata, la fiaccolata dalla biblioteca "Ilaria Alpi" in vicolo delle Asse fino a piazza Garibaldi, cui ha partecipato - tra gli altri - il sindaco Federico Pizzarotti. Durante il corteo è stata cantata la Marsigliese, l'inno della Francia. 
Intanto fra i parmigiani, sui social network, si accende il dibattito. Si moltiplicano i commenti critici, di chi sostiene che non saranno le fiaccolate a fermare i terroristi. D'altro canto non mancano i sostenitori delle manifestazioni pacifiche, che servono per "dare un segnale" ed evitare l'indifferenza. 

BANDIERA FRANCESE A LUTTO IN COMUNE. Una bandiera della Francia listata a lutto è stata esposta dalle trifore della parte del palazzo municipale non interessata dai restauri. 

Così, dice una nota del Comune, "Parma vuole dire no alla violenza, al terrorismo, alla spietatezza di chi, in modo efferato, ha deciso di porre termine alla vita di 84 persone a Nizza, la notte scorsa. Parma è vicina alla Francia. Il sindaco, Federico Pizzarotti, prenderà parte, in serata, alla Soirée Française, con una fiaccolata che raggiungerà piazza Garibaldi alle 20,45 per condannare il terrorismo e per testimoniare la vicinanza di Parma alla Francia ed alla città della Costa Azzurra". 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • ANONIMUS

    16 Luglio @ 12.07

    Mi ricordo un servizio delle Iene dove la maggior parte degli imam a telecamere nascoste non condannano l isis ma consigliano di non denunciare chi vuole diventare un combattente! Sarebbe bello sapere cosa predicano nelle tante moschee non autorizzate in italia.

    Rispondi

  • ab9pr

    16 Luglio @ 10.11

    alberto_bianco@alice.it

    Con le fiaccolate e con i "Je suis Nice" su facebook o instagram non si risolverà mai niente. Ma personalmente la vedo dura che si possa risolvere nell'immediato un problema che non riguarda affatto gli immigrati e/o clandestini dell'ultima ora arrivati in Francia o in Italia. L'attentatore di Nizza come anche quelli di Parigi sono persone con nazionalità francese, nati in Francia o comunque da parecchio tempo in quel paese. Chi dice "pugno duro" ... "li mandiamo via tutti" ... ma mandiamo via tutti chi? mandiamo via tutti in che modo? Non si possono espellere, per assurdo, tutte le persone musulmane solo perchè questi attentatori si professano musulmani (e che magari lo sono solo di facciata o usano la religione islamica come scusa). Se dovessimo allora fare di tutta l'erba un fascio dovremmo usare il pugno duro anche contro la categoria dei "mariti" in generale dato che ogni giorno la cronaca segnala femminicidi in tutte le parti d'Italia ... arrestiamo tutti i mariti d'italia così siamo sicuri che nessuno ucciderà più una donna ... credo che l'assurdità del ragionamento la capisca anche un bambino.

    Rispondi

    • Filippo

      16 Luglio @ 23.35

      Pienamente d'accordo.

      Rispondi

    • Filippo

      16 Luglio @ 17.26

      Pienamente d'accordo.

      Rispondi

    • Filippo

      16 Luglio @ 15.32

      Pienamente d'accordo.

      Rispondi

    • Filippo

      16 Luglio @ 12.08

      Pienamente d'accordo.

      Rispondi

    • Filippo

      16 Luglio @ 12.06

      Pienamente d'accordo.

      Rispondi

  • Andrea

    15 Luglio @ 22.49

    queste fiaccolate ormai è ora di mandarle in soffitta....è semplice retorica di facciata........basta pugno duro immediato....la gente ne ha piene le scatole di questi fatti ....vuole essere difesa dalle azioni di terroristi e pazzi....

    Rispondi

  • Indiana

    15 Luglio @ 20.38

    Indiana

    Le fiaccolate e le bandierine non riportano indietro i morti e nemmeno prevengono altri attentati: é ora di svegliarsi tutti e cominciare ad usare meno tolleranza e parecchio pugno di ferro! Buttar fuori chiunque sia anche lontanamente sospettato di sostenere gli islamici terroristi,senza buonismi

    Rispondi

  • Francesco

    15 Luglio @ 20.36

    brundofrancesco@libero.it

    Tempo perso, la politica si fa con le azioni profonde non con le fiaccolate.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Lealtrenotizie

Dopo il colpo di pistola, l'aggressione con un forcone

Il caso di strada Argini Enza

Dopo il colpo di pistola, l'aggressione con un forcone

Paura

Adolescente scompare nel nulla. Ore di angoscia per i genitori

Salsomaggiore

In vacanza a Peschici, salva un anziano in mare

Il Parma a processo

La Procura: «Pena da scontare in B»

ritiro

Parma, calcio giocato per scacciare l'incubo della sentenza Il commento di Piovani

Casalmaggiore

Trova 1.100 euro in strada e li porta ai carabinieri

Agricoltura

Organizzazioni divise sull'accordo commerciale col Canada

Santa Maria del Taro

Addio a Elisa Bottini, scomparsa a soli 37 anni

COLORNO TORRILE

Un comitato contro la fusione

PARMA

Nuovo violento temporale: due alberi caduti, "acqua alta" nei sottopassi  Video

Nel video, il momento più forte del temporale a Coloreto

2commenti

APPENNINO

Grandine e vento, l'assessore regionale: "Entro pochi giorni la prima stima dei danni" Video

L'assessore regionale alla Protezione civile Paola Gazzolo ha visitato Bardi, Calestano e Neviano

gazzareporter

Rami pericolanti: vigili del fuoco in via Mantova

MARTORANO

Spara alla moglie e si getta nel vuoto: lei è salva per miracolo, lui è in Rianimazione

Testimonianza

«Negli ultimi tempi era cupo e nervoso»

Gazzetta domani

Parma a processo, lo stillicidio delle indiscrezioni sulle richieste dell'accusa

PARMA CALCIO

Caso sms, promozione a rischio: Calaiò lascia il ritiro per partecipare al processo

Secondo indiscrezioni, sarà chiesta una dura sanzione per il Parma. Anche per il Chievo è a rischio la serie A

24commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le donne e quei maschi da educare

di Georgia Azzali

CHICHIBIO

«Trattoria Cattivelli» - Una storia che va oltre la buona cucina

ITALIA/MONDO

Piacenza

Si schiantano contro un albero dopo un folle inseguimento da parte della polizia

PISA

Choc anafilattico: muore dopo la cena

SPORT

CALCIO

E' finita per la Reggiana: salta la vendita, niente iscrizione al campionato

4commenti

Serie A

Gazzola, il Parma nel cuore

SOCIETA'

SALUTE

Due studi universitari: niente fumo e più sesso per un cuore sano

1commento

GAZZAFUN

Le scuole sono chiuse ma gli esami non finiscono mai: oggi quiz di geografia

MOTORI

Motori

Allarme Assogomma: sempre più lisci gli pneumatici degli italiani

ANTEPRIMA

Volkswagen (s)maschera il piccolo Suv T-Cross Fotogallery