12°

26°

la segnalazione

Strada Nuova, i residenti: "Traffico, sosta selvaggia e inciviltà: un incubo" Foto

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Traversetolo: calici e musica sul tramonto

FESTE PGN

Traversetolo: calici e musica sul tramonto Foto

Previsioni del tempo e soluzione Cubo di Rubik

FLORIDA

Aggiorna il meteo mentre risolve il cubo di Rubik in diretta tv

Giallo, trovata morta nella sua casa l'ex miss Gran Bretagna Sophie Gradon  Gallery

newcastle

Giallo, trovata morta nella sua casa l'ex miss Gran Bretagna Sophie Gradon Gallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Sea&No», la pescheria gastronomica di qualità

CHICHIBIO

«Sea&No», la pescheria gastronomica di qualità

di Chichibio

1commento

Ricevi gratis le news
1

Hanno raccolto le firme, e hanno messo nero su bianco il loro incubo quotidiano (anzi, feriale seguendo il calendario scolastico) i residenti di Strada Nuova. Traffico, sosta selvaggia, inciviltà, la richiesta di rispetto e un appello al Comune: "Vogliamo i vigili".

Ecco la lettera che hanno scritto:
"Siamo alcuni cittadini residenti in Strada Nuova che desiderano ringraziare l'Amministrazione comunale per l'attenzione che sta dimostrando in merito al problema del traffico nella nostra zona durante il periodo scolastico.
Da tempo infatti segnaliamo il forte disagio che viviamo quotidianamente, ogni mattina dalle ore 07:40 alle ore 08:15 circa e ogni pomeriggio in corrispondenza dei diversi orari di uscita degli studenti dai plessi scolastici "Collegio Maria Luigia" e Liceo "A. Sanvitale".
In questi lassi di tempo infatti Strada Nuova e Borgo Lalatta sono totalmente bloccati e intasati dal traffico automobilistico prodotto dai mezzi che accompagnano o ritirano i discenti; ci sono autovetture parcheggiate ovunque, in doppia fila, sui marciapiedi, sugli stalli zebrati; ci sono auto incolonnate al centro della carreggiata che, in prossimità degli incroci della nostra strada con borgo Lalatta e poi con via Repubblica, si fermano per far scendere i bambini e i ragazzi che, con tutta calma, escono dalle vetture, aprono il bagagliaio per prelevare gli zaini, li collocano sulle spalle, chiudono portiere e portelloni, salutano e scambiano le ultime parole non curanti dell'interminabile fila che si è creata alle loro spalle, e quindi di chi subisce la loro maleducazione. La cosa si ripete quotidianamente nelle differenti fasce di uscita dalle suddette scuole.
Capannelli di genitori inoltre si fermano per scambiare chiacchiere con le auto parcheggiate selvaggiamente sui marciapiedi, davanti ai passi carrabili, sugli stalli zebrati oppure ci sono altri che parcheggiano sulle linee blu, ma rimangono a bordo senza pagare la sosta.
Tale situazione impedisce ai residenti di uscire liberamente dai propri cancelli, di percorrere serenamente la strada a piedi, in bici o in auto; impedisce inoltre, al rientro a casa, di poter parcheggiare il proprio veicolo in meno di 20 - 40 minuti.
I disabili motori nella nostra zona non possono essere liberi di accedere e percorrere i marciapiedi con carrozzine. Non è nemmeno da escludere che, nell’eventualità in cui si renda necessario l'intervento di un mezzo di soccorso in questi orari, lo stesso non possa accedere e prestare aiuto a causa del traffico bloccato.
Per non dire del problema dell'inquinamento dovuto all'alta concentrazione di gas di scarico che rende l’aria irrespirabile essendo la via stretta e inadatta a sopportare una così rilevante mole di traffico concentrato in pochi minuti.
E’ sovente capitato che, quando si "riprende" chi ha parcheggiato in violazione delle regole di circolazione, si venga aggrediti verbalmente con toni offensivi anche se si è richiesto l'intervento dei vigili urbani. A parer loro, infatti, pagare l'accesso per accedere alla zona della scuola consentirebbe di poter parcheggiare in ogni dove e per il tempo necessario al ritiro di figli e nipoti di un'età compresa dai 6 ai 18 anni.
Ci chiediamo il motivo per cui, a differenza di quanto accade per altre numerose scuole (si vedano ad esempio la scuola Newton o la vicina scuola per l'Europa), non sia giornalmente presente un presidio di vigili urbani che controlli e regoli il traffico e il deflusso dei mezzi. Riteniamo che questo sarebbe un utile deterrente alle suddette condotte.
Siamo quindi qui a chiederVi la presenza quotidiana di agenti della Polizia Municipale anche all'incrocio di via strada Nuova con Borgo Lalatta.
Valuteremmo anche più funzionale la chiusura totale del traffico in Strada Nuova consentendo accesso e transito ai soli residenti negli orari di entrata e di uscita, come accade da diversi anni in via Saffi per la Scuola per l' Europa.

Abbiamo l'incubo di ciò che comporta la riapertura delle scuole! Riteniamo ammirevole il fatto che si sia presa in considerazione la situazione e che si sia cercata una soluzione ai problemi che essa comporta. Riteniamo tuttavia che le misure che si stanno per adottare non siano sufficienti a ridurre e a rendere più vivibile la situazione. Temiamo anzi che si intensifichi l'accesso a via Strada Nuova nonostante diventi Ztl, essendo sufficiente il pagamento di qualche decina di euro per ottenere il permesso di accedere e transitare nella via per i mesi di scuola.
Il problema più sconcertante e sconfortante è la maleducazione a cui si assiste, la prepotenza di chi dovrebbe essere il modello educativo delle nuove generazioni.
Il fatto che genitori e nonni portino o ritirino i figli da scuola parrebbe motivo valido e sufficiente per fare ciò che gli pare con la propria autovettura: andare in retromarcia sui sacchi dei rifiuti posti sugli stalli zebrati (una volta ne è stato rotto uno dal quale sono fuoriusciti pannoloni, cateteri e guanti in lattice), spostare a mano o con l'auto i due bidoni del vetro, parcheggiare sui marciapiedi a discapito dei pedoni, etc.
Premesso che non è sicuramente responsabilità dell'Amministrazione la maleducazione dei singoli individui, crediamo invece che esista una grave lacuna della stessa nel controllo della circolazione dei veicoli e della sicurezza in orario scolastico.
Alleghiamo foto (purtroppo non di tutte le situazioni esposte, perché non si è sempre nella possibilità di scattare), ma se ancora non fossero esaustive al fine di farVi comprendere questa reale situazione, Vi invitiamo a presenziare per una settimana negli orari di ingresso e di uscita. Ovviamente a un mese o due dalla ripresa della scuola...all'inizio tutti sono bravi!
Insegniamo ai bambini e ai ragazzi il rispetto del prossimo e del suolo pubblico.
Grazie."

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Andreaparma

    17 Settembre @ 13.50

    Condivido appieno. Non risiedo in zona, ma ho visto con i miei occhi una giovane signora in borgo Lalatta a bordo di un grosso suv parcheggiato sul marciapiedi e che bloccava il passaggio di una carrozzina con a bordo un disabile. Il poveretto non sapeva come fare ed io l’ho aiutato a scendere dal marciapiedi e a risalire, mentre questa, rimirando la scena, ha continuato bellamente a chiacchierare al telefono, disinteressandosi completamente di ciò che stava accadendo, una vera incivile. Ben vengano quindi le multe e i divieti.

    Rispondi

Lealtrenotizie

Caso sms, la rabbia di Lucarelli: "Danno pesantissimo all'immagine del club"

PARMA CALCIO

Caso sms, la rabbia di Lucarelli: "Danno pesantissimo all'immagine del club" Video

1commento

SORBOLO

Si sente male in casa, salvato da sindaco e carabinieri

agenda

E' il sabato di San Giovanni, ecco tutte le tortellate (e non solo)

PARMA

Lauryn Hill entusiasma la Cittadella: le foto della serata

LUTTO

Addio a Benecchi, storico oste di borgo dei Grassani

3commenti

PARMA

Spaccio in Oltretorrente, i residenti: "Chiediamo l'identificazione dei clienti" Video

6commenti

Processo

Public money, le difese: «Assolvete Costa e Villani»

2commenti

brescello

Spray urticante in faccia al venditore per non pagare l'iPhone: in carcere 26enne

Il giovane aveva risposto a un annuncio online

Ambiente

Le Guardie ecologiche: «Non possiamo più tutelare la natura come prima»

2commenti

BORGOTARO

Addio a Maria Rosaria Brugnoli, colonna del volontariato

PARMA

Proges, positivo il bilancio 2017. Michela Bolondi alla presidenza

Traversetolo

Musulmani, la polemica sul cambio di sede

1commento

Collecchio

Rompono i vetri ma nell'auto non c'è niente

1commento

BEDONIA

Addio alla maestra Maria Luisa Serpagli

PARMA

Incidente a Pontetaro sulla tangenziale cispadana: due feriti Gallery

AUTOSTRADA

Traffico intenso fino al primo pomeriggio in A1 e in Autocisa

In A15 si sono registrati fino a 7 km di coda tra Aulla e l'A12

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Censimento dei rom e schedature più urgenti

di Filiberto Molossi

2commenti

EDITORIALE

Contro il Parma il più assurdo dei processi

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

ROMA

La morte dello chef Narducci e dell'assistente: automobilista indagato per omicidio stradale

INCIDENTE

Auto con quattro ragazzi fa un volo di 21 metri a Napoli

SPORT

calcio

Mondiali, Puyol censurato dalla tv iraniana: ha i capelli lunghi

motori

F1, Gp Francia: Hamilton in pole, terza la Ferrari di Vettel

SOCIETA'

SOS ANIMALI

Cani da adottare Foto

Piacenza

Capriolo incastrato fra le sbarre: lo liberano i vigili del fuoco Video

MOTORI

MOTORI

Hyundai i20: restyling di sostanza

RESTYLING

La nuova Jeep Renegade in 5 mosse