14°

26°

STAZIONE

Parcheggi «kiss and go»: dopo 15 minuti a Parma scatta il pedaggio Foto

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Traversetolo: calici e musica sul tramonto

FESTE PGN

Traversetolo: calici e musica sul tramonto Foto

Morto Vinnie Paul, batterista e co-fondatore Pantera

musica

E' morto Vinnie Paul, batterista dei Pantera

Giallo, trovata morta nella sua casa l'ex miss Gran Bretagna Sophie Gradon  Gallery

newcastle

Giallo, trovata morta nella sua casa l'ex miss Gran Bretagna Sophie Gradon Gallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Sea&No», la pescheria gastronomica di qualità

CHICHIBIO

«Sea&No», la pescheria gastronomica di qualità

di Chichibio

1commento

Ricevi gratis le news
4

Tre posti per sostare gratis mezz’ora in viale Giovanni Falcone, innumerevoli posti gratis per 15 minuti nel parcheggio coperto, dodici posti a pagamento per massimo mezz’ora in via Monte Altissimo: ecco l’«offerta» dei posti auto per i parmigiani che vogliono accompagnare o prendere qualcuno in stazione, parcheggiando l’auto senza rischiare di prendere una multa. Solo per far scendere qualcuno, senza parcheggiare, ci sono anche una decina di posti in viale Paolo Borsellino, in una corsia riservata alla «fermata solo per discesa passeggeri». E, naturalmente, senza dimenticare che anche via Monte Altissimo è comoda per far scendere qualcuno con le valigie o per prelevarlo «al volo» appena arrivato alla stazione.

È appena il caso di ricordare che alla stazione, al livello -2, fermano tante linee di autobus. Se, però, si vuole la comodità dell’auto e la si vuole parcheggiare, ci sono delle regole da rispettare. Altrimenti si rischia una sgradita multa della Polizia municipale.

I tre posti di viale Giovanni Falcone devono essere utilizzati con disco orario, dalle 8 alle 23. Per sostare nei dodici posti disponibili in via Monte Altissimo servono 60 centesimi per mezz’ora, tutti i giorni sia feriali sia festivi e in tutte le 24 ore, ed è necessario far attenzione a non occupare i posti riservati ai residenti, ai disabili, al carico e scarico merci, alla ricarica dei veicoli elettrici e al car sharing. Per utilizzare il parcheggio coperto senza pagare non bisogna superare i 15 minuti di sosta: al momento di uscire, bisogna digitare alla cassa automatica – prima di raggiungere l’auto - la targa e così apparirà la scritta «nulla da pagare».

 Nei dintorni della stazione è molto «gettonata» la sosta sulle zebrature in prossimità degli incroci, sulle strisce pedonali e dove ci sono i segnali che vietano la fermata: tanti automobilisti, evidentemente, confidano in una scarsità di controlli e nella brevità della sosta.

Se «all’aperto» la disponibilità dei posti auto per accompagnare o prendere qualcuno in stazione è minima, non si può dire lo stesso per i posti del parcheggio coperto: l’autosilo può contenere 220 auto. Non esistono zone determinate per la sosta breve: tutti i posti sono utilizzabili sia per la sosta breve sia per la sosta di lunga durata. Dopo 15 minuti e fino a un’ora si paga un euro e quaranta centesimi e poi via via fino alla tariffa di 10 euro per un giorno.

A Reggio trenta minuti di sosta gratuita

Nella vicina Reggio Emilia viene «stressato» meno chi accompagna qualcuno che deve prendere il treno. Nel piazzale della stazione c’è un parcheggio coperto che pubblicizza a caratteri cubitali 30 minuti di sosta gratuita. E nelle righe blu della zona della stazione c’è una franchigia di 30 minuti, per cui se si sosta fino a mezz’ora non si deve pagare nulla. Si deve però prendere al parcometro, senza pagare, il tagliando ed esporlo sul cruscotto. Come a Parma, anche alla stazione di Reggio c’è una corsia per far scendere i viaggiatori che devono prendere il treno, però – a differenza di Parma – la corsia può essere utilizzata anche per far salire i viaggiatori, come indicato nel cartello giallo.

Il «malcostume» nel parcheggio coperto della stazione di Parma

Evidentemente non è frequentato solo da gentiluomini (e gentildonne) il parcheggio coperto della stazione di Parma: una pompa antincendio srotolata e ridotta a mal partito sulle scale del parcheggio è segno evidente di una frequentazione da parte di persone che non trovano niente di meglio da fare che danneggiare le cose pubbliche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • mcbanny

    17 Agosto @ 20.24

    Se fosse mezz'ora gratuita magari non parcheggerebbero negli spazi riservati ai residenti.

    Rispondi

  • Enzo

    17 Agosto @ 20.17

    Ora che ci siamo sbarazzati di Folli, l'assessore che se avesse potuto si sarebbe messo dietro la colonna per sghignazzare godendo quando ho dovuto pagare per aver spostato 16 minuti, spero che qualcuno rimedi ai suoi errori (ovvero di fatto non fare niente di nuovo e smontare quel poco di buono che ancora funzionava nonostante 5 anni di Vignali e Villani)

    Rispondi

  • siamo messi male

    16 Agosto @ 20.10

    15 minuti sono davvero ridicoli, avrebbero fatto più bella figura se non ci fosse nulla gratis

    Rispondi

  • Enzo

    16 Agosto @ 18.36

    Ho provato ad accompagnare mia madre in stazione usando i 15 minuti. parcheggio, scarico la valigia alla velocità della luce, l'accompagno sul binario, torno, prendo la macchina, ma erano passati 16 minuti e ho dovuto pagare!!! Se si aumentasse a 30 minuti (come è per esempio all'aeroporto di Parma), i visitatori aumenterebbero esponenzialmente e il parcheggio diventerebbe automaticamente più frequentato e quindi anche meno invogliante per i vandali.

    Rispondi

Lealtrenotizie

La gelosia come ossessione: in carcere il partner-aguzzino

Violenza

La gelosia come ossessione: in carcere il partner-aguzzino

Cantieri

Opere incompiute: le date del taglio del nastro

1commento

Ballottaggi

Urne aperte a Salso: alle 12 ha votato il 18,36% Video

pericolo

Voragine in via Volturno, via Musini La foto

appuntamenti

Dopo la rugiada, una domenica di eventi nel Parmense Agenda

cus parma

Triathlon Campus e Duathlon Francigeno Guarda chi c'era

evento

Il dj set di Digitalism, ha chiuso il Cittadella Music festival Gallery

1commento

Turismo

Pochi wc pubblici. Botta e risposta fra Comune e Confesercenti

4commenti

calcio e tribunale

Caso whatsapp-Parma (e match Frosinone), il Palermo: "Siamo parte lesa"

7commenti

Rapina

Incappucciato aggredisce una donna per rubarle l'auto: arrestato

12 tg parma

Disabili e lavoro: a Parma numeri in crescita ma liste d'attesa ancora lunghe Video

FIDENZA

Sicurezza, in arrivo 84 «occhi intelligenti»

Fontanellato

Morto il direttore della banda

BENECETO

L'abbraccio della maestra e dell'ex allieva

Il ministro Centinaio

«Il caso sms? Finirà in nulla»

1commento

CALCIO

Asprilla, Veron, Apolloni e gli altri: la giornata "Parma Legends" al Tardini Foto

La partita è finita 5-2

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Come potranno motivare una condanna?

di Michele Brambilla

LA PEPPA

Fusilli estivi, pasta fredda protagonista

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Urla in casa, arrivano i carabinieri e sequestrano marijuana

Superenalotto

Esce il 6: vinti oltre 51 milioni di euro

SPORT

mondiali

Inghilterra a valanga su Panama, 6-1: è agli ottavi

Calcio

Mondiali: la Germania in 10 soffre ma piega la Svezia (2-1)

SOCIETA'

fine divieto

Arabia Saudita: da oggi le donne possono guidare

2commenti

cultura

E' morta Chichita, la moglie di Italo Calvino

MOTORI

MOTORI

Hyundai i20: restyling di sostanza

RESTYLING

La nuova Jeep Renegade in 5 mosse