19°

libera

Capitale di buona memoria: le vittime di mafie rivivono a Parma Foto

Video

6commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Gli amici di Santa Maria del Piano alla "Vecchia volpe": ecco chi c'era - Foto

feste pgn

Gli amici di Santa Maria del Piano alla "Vecchia volpe"  Ecco chi c'era: foto

Elisa Adorni correrà nel deserto israeliano

Elisa Adorni e le sue compagne di avventura Arianna Bianchini, Eleonora Suizzo, Francesca Valassi, Federica Verdoya insieme al direttore di Donna Moderna Annalisa Monfreda

SPORT

Elisa Adorni correrà per 80 chilometri nel deserto israeliano Foto

Grande Fratello: Benedetta Mazza e Stefano Sala sempre più vicini nella "Casa" - Foto e video

GRANDE FRATELLO

Nella Casa e in piscina, Benedetta Mazza e Stefano sempre più vicini Foto Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nuovo condono: "saldo e stralcio" e sanatorie. Tutto quello che c'è da sapere (per ora)

"PACE FISCALE"

Nuovo condono: "saldo e stralcio" e sanatorie. Tutto quello che c'è da sapere (per ora)

di Corrado Chiominto

Ricevi gratis le news
8

Da tutte la regione con un carico di energia e di voglia di non dimenticare. E ciascuno si porta idealmente addosso il nome e la storia di una delle tantissime vittime di mafie. E' partito alle 9 il corteo organizzato da Libera e che ha attraversando il cuore della città per arrivare in piazza Garibaldi. Tantissimi i giovani presenti, testimoni del prezioso lavoro fatto nelle scuole. 

Oltre diecimila persone hanno sfilato questa mattina a Parma per la manifestazione regionale per la giornata in ricordo delle vittime di mafia. Oltre settanta pullman, molti gli studenti, che hanno raggiunto la città da tutta l’Emilia-Romagna per sfilare lungo le vie del centro parmigiano.
In piazza Garibaldi le orazioni finali e l’appello da Foggia, dove si svolgeva la manifestazione finale, di don Luigi Ciotti. Fra gli interventi più toccanti dal palco quello di Margherita Asta, figlia di Barbara Rizzo e sorella di Salvatore e Giuseppe Asta uccisa da una bomba mafiosa ad Erice il 2 aprile 1985. Residente a Parma, Margherita Asta ha risposto anche alla ex brigatista Barbara Balzerani chi ha parlato del 'mestiere di vittimà. «Il nostro non sarà mai un mestiere - ha detto Margherita Asta - Non abbiamo scelto di essere vittime innocenti di mafia o del terrorismo. Purtroppo sono gli altri che hanno scelto per noi spezzando la vita dei nostri cari e delle nostre famiglie. Io sono stata privata dell’amore di mia madre che aveva 31 anni e dei miei fratelli che ne avevano sei. Una ferita che non si rimarginerà mai, ma da quella ferita deve partire la rivincita e il cambiamento da parte di tutti. Sempre col sorriso sulla bocca, ma con la rabbia».
Un successo quindi la manifestazione di Parma. «Un grande risultato fatto in questa città, in questa provincia e in tutta la nostra regione - certifica Daniele Borghi, coordinatore di 'Liberà per l’Emilia-Romagna - tutti vogliamo ricordare assumendo un doppio impegno: il primo ottenere verità e giustizia per i familiari delle vittime. Ancora oggi il settanta per cento di loro non conosce o gli esecutori o i mandanti o addirittura il perchè della morte dei loro cari. Questo è un fatto gravissimo in una repubblica che si dice democratica. Il secondo impegno è quello di esserci sempre per modificare questa società».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Silvia

    21 Marzo @ 21.18

    I commenti sono agghiaccianti.

    Rispondi

    • Roberto

      22 Marzo @ 09.14

      In che senso ?? grazie

      Rispondi

  • Giorgio

    21 Marzo @ 20.14

    una volta la "mafia" era una, grazie alle varie commissioni ora è moltiplicata!

    Rispondi

  • Roberto

    21 Marzo @ 19.43

    Perfettamente d'accordo per quanto riguarda la solidarietà alle vittime, ma queste manifestazioni non spaventano sicuramente le mafie italiane o importate purtroppo la mafia è insita in tanta parte della politica e non c'è altro motivo per cui esista e prolifichi da centinaia di anni. Dal sud di è trasferita al nord perché va dove c'è ricchezza e oramai non è più quella della lupara bianche ma è diventata quella dei collettori bianchi. Queste manifestazioni servono solo a giustificare la presenza di tanta gente che vive di queste cose, così come l'immigrazione che se non ci fosse tanta gente non potrebbe specularci sopra

    Rispondi

  • filippo

    21 Marzo @ 19.05

    ma nelle mafie i "compagni " hanno incluso anche quella che controlla la stazione e san leonardo? oppure al solito hanno le fette di prosciutto?

    Rispondi

  • Viola

    21 Marzo @ 18.42

    Alle vittime di mafia tutta la mia solidarietà, ci mancherebbe, anche se alla mafia ( non gliene può fregà de meno ), ma quando si comincerà seriamente a parlare ed affrontare il problema della mafia cinese e nigeriana che si sono impadronite ormai del nostro territorio ?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Lealtrenotizie

Anna, choc e dolore per la ragazza morta a 16 anni

Traversetolo

Anna, choc e dolore per la ragazza morta a 16 anni

Il ricordo

I professori del Marconi: Anna eri un esempio di modestia per i tuoi compagni

VIOLENZA SESSUALE

Caso Pesci, 3 ore e mezza d'interrogatorio. E la ragazza conferma le accuse

FIDENZA

Caso basket, l'Academy: «No ai genitori-manager»

NOCETO

Denunce e auto sequestrate per gli ubriachi al volante

PROVINCIA

Fritelli dà l'addio alla presidenza. «Sono stati anni duri»

Calcio

I 250 gol di «Devo 11»

FONTEVIVO

Contributi per l'affitto e case popolari, il sindaco: «Prima gli italiani»

tribunale

Pesci ai cronisti: "Contenti ? Andate a rovinare qualcun altro" Il video

1commento

Langhirano

Inseguono l'arbitro in auto per insultarlo Video

Schianto

Auto si ribalta a Tortiano, perde la vita una 16enne di Traversetolo

anteprima gazzetta

La tragedia di Anna e della famiglia, il dolore di Traversetolo e del Marconi

Lutto

Olga, morta improvvisamente a soli 39 anni

POLIZIA

Minaccia una ragazza e si fa dare il cellulare: 30enne denunciato per rapina

E' successo vicino alla stazione

VIA EMILIA EST

Giovane colpito da infarto salvato da un passante

TIZZANO

Fatte brillare le tre bombe a mano trovate in una casa: il video dell'esplosione

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Oltretorrente: la forza straordinaria delle persone

di Anna Maria Ferrari

1commento

EDITORIALE

La dura legge del rating

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

Como

Addio ad Angelica, paladina della lotta contro la fibrosi cistica

TORINO

Riceve video hard di un amico con una minorenne sul cellulare: assolto 22enne

SPORT

SERIE A

Pari senza reti tra Samp e Sassuolo

calcio

Primo esonero nel Monza di Berlusconi, arriva Brocchi

SOCIETA'

Storia

E' morto l'ultimo degli eroi di Telemark. Fermò l'atomica di Hitler

POLEMICHE

Nella pubblicità non si vedono Paola Egonu e Miriam Sylla: proteste sui social contro Uliveto

1commento

MOTORI

IL TEST

Al volante della Impreza: una Subaru vera, ma con un volto nuovo

RESTYLING

Abarth 595: watt, cavalli e vernice glamour