19°

30°

PARMA

Ristoranti scomparsi: quei templi della cucina parmigiana da non dimenticare

Dal «pollo in due tempi» del Molinetto alla cacciatora dei fratelli Monica: specialità culinarie abbinate a un'ospitalità e a un calore ineguagliabili

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Verdi Off - La danza verticale “Full Wall” e l'installazione “Macbeth”

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Ricevi gratis le news
0

Un viaggio nella memoria alla ricerca dei sapori perduti: è quello che abbiamo provato a fare per ricordare alcuni locali storici della vera ristorazione «alla parmigiana» in cui molti ultraquarantenni della nostra città hanno trascorso momenti di spensieratezza e allegria. E' quello che abbiamo cercato di compiere in queste pagine, cercando di rendere merito a locali e gestori che hanno lasciato un segno con la loro presenza

IL RISTORANTE AURORA
In vicolo Sant'Alessandro ora nei locali che hanno ospitato persino Liz Taylor e Richard Burton c'è un minimarket alimentare. Ma se i muri potessero parlare, racconterebbero delle prelibatezze dello chef Rino Quagliotti e della cordiale accoglienza che il titolare Giovanni Montagna sapeva dare ai tanti «vip» che da lì sono passati. Il ristorante, ritrovo del dopoteatro del Regio, ha chiuso i battenti all'inizio degli anni Novanta dopo un breve passaggio come pizzeria.
LA TRATTORIA MOLINETTO
A maggio saranno trascorsi 23 anni dalla sua chiusura. Ma la trattoria Molinetto, posta all'incrocio tra viale Milazzo e via Spezia, era un posto in cui la parmigianità è stata esaltata al massimo. In sala dalle battute in dialetto che non risparmiavano nessuno dell'«Anna», al secolo Anna Bertolazzi. E in cucina dalla maestria della cognata Ermina Marasi, che aveva il cavallo di battaglia in quel «pollo in due tempi» che nessuno ha più saputo riproporre. Per volontà della famiglia non c'è stato passaggio di testimone. E dove c'era il Molinetto, con il suo bersò estivo e le sale demodé, ora ci sono anonimi uffici.
FRATELLI MONICA A BAGANZOLA
A Baganzola, in pieno centro, il tempo sembra essersi fermato a quel gennaio 2003, quando la trattoria dei fratelli Franco e Ivano Monica ha chiuso. E sembra quasi di poter ancora sentire il profumo del coniglio alla cacciatora della signora Ilde oppure il menù sciorinato a voce dai due fratelli fra i tavoli ravvicinati in un ambiente caldo e accogliente.
DA GELMINO A VIAROLO
Anche a Viarolo tutto è rimasto come quando il «cavalier» Gelmino Bacchi, da poco scomparso, ha detto «stop». Culatello sopraffino e tortelli da antologia, oltre ad arrosti e carrello dei bolliti ineguagliabili le prelibatezze di un locale che Gelmino aveva reso speciale all'insegna delle ricette della tradizione, a partire dalle paste ripiene e dagli arrosti.
IL CANTONE A PORPORANO
A Porporano, in strada Argini, resiste ancora l'insegna della trattoria chiusa 2 anni fa. E sembra quasi che debba riaprire da un momento all'altro sfornando tortelli e tagliatelle sontuose e lessi e arrosti da antologia.
ALDO AL MAT
Al posto di Aldo oggi c'è un elegante locale che fa cucina anche non parmigiana. Ma nel cuore dell'Oltretorrente aleggia ancora il ricordo del finto burbero Aldo Gorreri che a chi chiedeva acqua naturale rispondeva «a ghé la fontana in tal pjasèl» e proponeva tris di pastasciutte e vassoi di arrosti da leccarsi i baffi.
OSTERIE DI PICELLI E IL SORDO
Due fra gli ultimi «baluardi» dell'Oltretorrente a cedere alla modernità. L'osteria di Gino Picelli in borgo Marodolo e quella del «Sordo», al secolo Bruno Lucchini, in borgo Sorgo sono state luoghi di socialità prima ancora che covi gastronomici.
BENECCHI E IL GIARDINETTO
Da «Benecchi» in borgo dei Grassani e Il Giardinetto in borgo Santa Chiara erano famosi per i prezzi che definire «modici» è un eufemismo. Entrambi hanno chiuso a causa della ristrutturazione degli edifici in cui si trovavano.
CANTINA DELLA SALUTE
Un «mito» basato sui panini col cotechino: è stata questo la Cantina della Salute di via Mameli gestita per decenni dalla famiglia Paterlini. Al suo posto, segno dei tempi, oggi c'è una catena che vende patatine fritte.
IL GALLERY
Ha chiuso negli anni Ottanta, ma il Gallery, paninoteca antelitteram in galleria Bassa dei Magnani ha fatto scuola con i panini al prosciutto e quelli farciti a più piani, ritrovo ideale per generazioni di studenti. Oggi in quella galleria un tempo vociante regna il deserto commerciale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Lealtrenotizie

Parma attiva il piano regionale. Stop alle auto più inquinanti

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

anteprima gazzetta

"Visiti siti porno, paga o diciamo tutto": anche a Parma la truffa on line del momento

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

sicurezza

Pd: "Fondi per le periferie, scippo del governo". M5S: "Progetti esecutivi garantiti"

SICUREZZA

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

2commenti

12 TG PARMA

Incendio a Fontanellato: non si esclude l'origine dolosa del rogo Video

Vigatto

Emergenza viabilità, tangenziale «rimandata»

3commenti

gazzareporter

Viale Vittoria, nuovi cartelli anti-spaccio Foto

1commento

messa

La Guardia di finanza di Parma celebra san Matteo, il patrono

Intervista

Pertusi: «Nel mio sangue scorre Verdi»

COLLECCHIO

Sagra della Croce, pochi bagni chimici

Pieveottoville

E' morta Renata Barbieri, «colonna» del volontariato

Libro

Un saggio su Bartali, eroe mito del Novecento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

PIACENZA

Si ribalta il trattore, grave un agricoltore di Alseno

SPORT

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

GOLF: Tour Championship

Molinari, primo giro in sordina. "Ora tocca migliorare" Videointervista

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"