-6°

cultura

Festival del Pensiero ribelle: sul palco Cottarelli, la Fornero, Fini e Galimberti

Da venerdì a domenica a Sissa e Zibello la seconda edizione della manifestazione Ospiti anche Manzotti, Castagnetti e Stalteri

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Ex modella rivela: "La mia storia con Woody Allen a 16 anni"

HOLLYWOOD

Ex modella rivela: "La mia storia con Woody Allen a 16 anni"

Il 36enne Nicolas è il  nuovo amore di Monica Bellucci

GOSSIP

Il 36enne Nicolas è il nuovo amore di Monica Bellucci Foto

Langhirano, la serata dei compleanni alla Taverna Ponte: ecco chi c'era - Foto

FESTE PGN

Langhirano, la serata dei compleanni alla Taverna Ponte: ecco chi c'era Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Trattoria Le Viole, stagionalità e leggerezza in cucina

CHICHIBIO

Trattoria Le Viole, stagionalità e leggerezza in cucina

di Chichibio

Ricevi gratis le news
0

Torna la tre giorni dedicati al Pensiero Ribelle, quel pensiero che cerca di contrapporsi al pensiero unico, conformista e perbenista.
Con la partecipazione di filosofi, scrittori, musicisti ed economisti, la seconda edizione del festival si svolgerà venerdi a Sissa e sabato e domenica a Zibello.
Il programma del 2018, con 14 ospiti e 15 appuntamenti cadenzati nelle tre giornate, si caratterizza per una duplice intenzione: da un lato affrontare i più pregnanti temi del nostro tempo e dall’altro riportare all’attenzione la figura di Giovannino Guareschi, il vero “ribelle” delle nostre terre, a centodieci anni dalla nascita e a cinquanta dalla scomparsa.
Il Festival sarà aperto, nel Parco delle Rimembranze di Sissa, venerdì alle ore 17, da Guido Conti, autore di «Giovannino Guareschi, biografia di uno scrittore» che racconterà la “ribellione” di Guareschi.
Seguirà Riccardo Manzotti, professore di filosofia teoretica alla IULM di Milano, filosofo, psicologo e ingegnere, con «Le false promesse delle neuroscienze: come uscire dalla caverna di Platone ed essere felici».
Ancora Guareschi, ma nella sua veste più scottante di oppositore politico, sarà protagonista del terzo intervento, «Don Guareschi e l’On. De Gasperi: polvere di tribunale e di galera», presentato da Pierluigi Castagnetti, esponente della Democrazia Cristiana, del Partito Popolare Italiano, de La Margherita e del Partito Democratico.
Alle 21 tornerà il compositore, pianista e giornalista di Rai Radio3 Arturo Stalteri. Il suo «Incanto e provocazione: trecento anni di musica ribelle» sarà una carrellata delle rotture che costellano il panorama musicale in ogni fase della sua storia.
A chiudere la prima serata, Diego Fusaro, docente di storia della filosofia, autore di numerosi libri di filosofia e storia delle idee, che parlerà di «Storia e coscienza del precariato».
Presente anche nella passata edizione, Diego Fusaro è tra i collaboratori scientifici del festival fin dalla sua nascita.
Per la seconda giornata, sabato, la rassegna si trasferisce a Zibello, nel chiostro dell’ex convento dei padri domenicani.
Si aprirà alle 17 con il critico musicale Giovanni Gavazzeni, con la conferenza «All’opera, donne ribelli?».
Torna Diego Fusaro alle 18 con «Bentornato Marx! (1818-2018)», un omaggio al pensiero del filosofo di Treviri a duecento anni dalla nascita.
Tenore completamente diverso alle 19 con Davide Piccardo, esponente di primo piano della comunità islamica, fondatore dei Giovani Musulmani d’Italia, membro dell’European Muslim Network e della Costituente Islamica Italiana, le cui opinioni non mancano mai di sollevare dibattito. Piccardo, collaboratore dell’Huffington Italia parlerà di «Islam: spiritualità e comunità per un’Italia in crisi». Alle 21, il filosofo della comunicazione e giornalista Carmine Castoro, autore di libri di critica televisiva dai titoli roboanti come “Crash Tv. Filosofia dell’odio televisivo” (2009), “Maria De Filippi ti odio” (2012), “Filosofia dell’Osceno televisivo. Pratiche dell’odio contro la tv del nulla” (2013). “Clinica della tv. I dieci virus del Tele-Capitalismo” (2015). “Il sangue e lo schermo. Lo spettacolo dei delitti e del terrore. Da Barbara D’Urso all’ISIS” (2017), parlerà di «Tv trash, post-verità e governo delle anime».
Chiuderà la seconda giornata Massimo Fini, una personalità che sfugge a qualsiasi definizione ma che dall’alto di una posizione ironica e lucidissima riesce a incantare la platea con le sue riflessioni. Il tono del suo racconto sarà autobiografico, con la presentazione di «Confesso che ho vissuto, esistenza inquieta di un perdente di successo» (pubblicato il 17 maggio da Marsilio Editori) con il quale pare volersi congedare dalle scene. Disse di lui l’indimenticato Indro Montanelli: «Massimo Fini viene di lontano. Non soltanto come maestria di scrittura, ma anche per ricchezza di esperienze. Ha le mani pulite. Non rispetta le regole. Non sta al gioco. Ed è questo che dà tanta forza alla sua frusta».
L’ultima giornata del Festival, domenica alle ore 17, sempre a Zibello, sarà aperta dal Carlo Cottarelli, direttore dell’Osservatorio sui Conti Pubblici Italiani dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, noto agli italiani come una delle figure chiave della «spending review» e per quattro giorni premier incaricato da Mattarella alla Presidenza del Consiglio prima della «svolta» grillina e leghista, che conferirà sul tema «Perché l’Italia è ancora a rischio e come uscirne».
Non meno promettente e portatore di dibattito, alle ore 18, sarà l’intervento di Elsa Maria Fornero, già Ministro del lavoro e delle politiche sociali nel Governo di Mario Monti, che affronterà il tema «Chi ha paura delle riforme».
Alle 19 il filosofo Umberto Galimberti, con l’intervento «La parola ai giovani» (titolo del suo ultimo saggio, edito da Feltrinelli nel 2018) a distanza di dieci anni dal suo libro “L’ospite inquietante. Il nichilismo e i giovani” si rivolge di nuovo a loro, esplorandone le sofferenze e i desideri. 
Si riprende alle 21 con Stefano Massini.
Il drammaturgo e saggista, consulente artistico del Piccolo di Milano e autore della pluripremiata opera sulla dinastia Lehman, oltre ad essere tra gli autori più tradotti al mondo ha fatto apprezzare le sue grandi doti comunicative attraverso i suoi monologhi a Piazzapulita tra i quali ricordiamo La paura, Nonostante tutto è il mio paese, A proposito di razze e L’arte di dire basta, presenterà Cinque racconti, cinque ritratti controcorrente.
Così come si era aperto, il festival si chiuderà, alle 22, con un omaggio a Guareschi: lo scrittore Guido Conti e il regista Francesco Barilli presenteranno il documentario «La vita di Giovannino Guareschi», prodotto nel 2013 da MUP Editore, un omaggio alla vita avventurosa di uno scrittore geniale, vignettista, giornalista, grafico e sceneggiatore.
I libri presentati dagli Autori partecipanti al festival saranno in vendita sui banchi della Libreria Ticinum.
Gli incontri sono aperti a tutti e gratuiti.
La rassegna è realizzata grazie al contributo del Comune di Polesine Zibello e del Comune di Sissa Trecasali con il patrocinio della Regione Emilia Romagna.
Informazioni sul programma: www.festivalpensieroribelle.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Lealtrenotizie

Ponte Scodogna: 20 mila euro di droga nell'auto, in manette padre e figlio

12 tg parma

Avevano 20 mila euro di droga nell'auto: in manette padre e figlio Video

1commento

12 tg parma

Salvini: "Parma capitale della cultura ma ci sono quartieri che soffrono" Video

1commento

maltempo

Il Comune: "Spargimento del sale nella notte". Ma fioccano le proteste

8commenti

QUALITÀ DELLA VITA

Parma, migliora la sicurezza. Ma scippi e rapine restano un'emergenza

3commenti

EDITORIALE

Qualità della vita, Parma dietro Reggio? Qualcosa non quadra

14commenti

BORGOTARO

Prima il furto, poi l'aggressione della titolare: rapinatore condannato

1commento

Sissa Trecasali

All'assemblea dei genitori se ne presenta solo uno

2commenti

12 tg parma

Fidenza: due nuovi primari all'Ospedale di Vaio Video

MECCANICA

La Casappa investe a Parma e in Cina

1commento

COLLECCHIO

Cittadini infuriati contro i padroni dei cani indisciplinati

6commenti

Opera

«Gilet gialli» nell'Andrea Cheniér a Fidenza

Luca Franchi

«Voglio riportare la Fidentina in Eccellenza»

AMBIENTE

Sforamenti nei livelli di polveri sottili: tre giorni di stop agli Euro 4 a Parma

Misure di emergenza anche a Modena

7commenti

CLASSIFICA

Qualità della vita: Milano per la prima volta al top, Parma scende al 29° posto

La classifica annuale del Sole 24 Ore: sul podio con Milano Bolzano e Aosta, Roma è stabile

11commenti

12 tg parma

Nevicata in città: scattato il piano comunale, ora il pericolo è il ghiaccio

PARMA

Parmigiani sotto la neve: non solo disagi Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Rispetto il Sole ma a Parma sto benissimo

di Michele Brambilla

SALUTE

Unghie belle, ma soprattutto sane

di Monica Tiezzi

ITALIA/MONDO

dramma

Una 18enne si dà fuoco nel Savonese. Come il padre 5 anni fa

GELA

Rissa tra due mamme alla recita di Natale: fuggi-fuggi dalla scuola

SPORT

RUGBY

Zebre verso il derby con Treviso. Videointervista a Carlo Canna

calcio

Josè Mourinho esonerato dal Manchester United

SOCIETA'

NEW YORK

Divorzio vip: la giudice ordina di vendere la raccolta d'arte con Picasso e Pollock

libri

"Il bugiardino dei libri" di Marilù Oliva: "Il libro degli esseri a malapena immaginabili"

MOTORI

AUTO ELETTRICA

Ricarica superveloce: 3 minuti per fare 100 km

SUV

Audi Q3, 5 stelle (e 4 nuovi motori)