parma calcio

Chiuso il processo per il caso sms: le maxi-richieste della Procura, l'"estate di lacrime" di Calaiò

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Premio Nobel per la Pace, spunta una signora in rosso: Amal

moda

Premio Nobel per la Pace, spunta una signora in rosso: Amal

Intervista a Emanuele Valla e Dario D'Ambrosio

INTERVISTA

Twelve Conversations, a Traversetolo la "prima": ne parlano Emanuele Valla e Dario D'Ambrosio Ascolta

Panettoni creativi: premiato Claudio Gatti di Tabiano

gusto

Panettoni creativi: premiato Claudio Gatti di Tabiano

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Hostaria del maiale»: La tradizione famigliare della Bassa

CHICHIBIO

«Hostaria del maiale»: la tradizione familiare della Bassa

1commento

Ricevi gratis le news
21

Si è celebrato davanti al Tribunale Federale nazionale della Figc il processo sportivo riguardante i messaggi Whatsapp sospetti inviati dal calciatore del Parma Emanuele Calaiò alcuni giorni prima della partita tra la sua squadra e lo Spezia. Secondo la Procura furono un tentativo di ammorbidire la posizione di alcuni giocatori liguri prima di una partita che era decisiva per la promozione in serie A del Parma. All’udienza oltre all’avvocato difensore del club emiliano, Edoardo Chiacchio, era presente anche lo stesso Calaiò.
L’udienza di questa mattina era pubblica, mentre nel pomeriggio - a porte chiuse - verranno trattati i casi di Chievo e Cesena, accusati di aver creato plusvalenze fittizie con una serie di scambi di giocatori.

Il processo è iniziato alle 11.20 e subito sospeso per dar modo al presidente del tribunale di decidere se ammettere come controinteressati Venezia e Palermo. La decisione è quella di ammettere il Palermo ma non il Venezia.

Poco dopo le 12 sono arrivate le richieste della procura federale: penalizzazione di due punti al Parma nello scorso campionato o, in subordine, sei punti nel prossimo campionato di A. Per Calaiò è stata invece chiesta una squalifica di 4 anni e mezzo e sanzione di 50mila euro. 

L’avvocato di Calaiò, Rodella, attacca la Procura parlando di condotta esagerata rispetto alla realtà dei fatti e parla di accusa infamante per il giocatore del quale chiede il proscioglimento.

«Ho passato un’estate orribile, di inferno, a giustificarmi anche in lacrime con i miei figli: ho 36 anni e sono oramai vicino alla fine della mia carriera, non voglio chiuderla con una macchia come questa, sono accuse che non mi appartengono». Lo ha detto Emanuele Calaiò, in una dichiarazione spontanea al Tribunale Figc, nel corso del processo al Parma per tentato illecito sportivo: per il giocatore la Procura federale ha chiesto 4 anni di squalifica.

Intorno alle 13.15 il processo si è chiuso. L'avvocato Chiacchio, legale del Parma, ha chiesto il  proscioglimento. Il verdetto non arriverà oggi ma fra qualche giorno: difficile ipotizzare quando, forse addirittura la settimana prossima.

Da parte dei giocatori dello Spezia che ricevettero i messaggi whatsapp di Calaiò non ci fu nessuna percezione di un tentativo di illecito. E’ quanto ha sostenuto l'avvocato Eduardo Chiacchio, difensore del Parma Calcio. Nel suo intervento davanti al Tribunale federale, l’avvocato ha sottolineato anche che i due che ricevettero i messaggi, Da Col e Terzi, ci fu l’impressione di essere stati oggetto di una proposta illecita, tanto è vero - ha sostenuto Chiacchio - che lo Spezia nella sua informativa alla Procura della Federcalcio non parlò di denuncia ma di semplice comunicazione. Quest’ultima, inoltre, «non conteneva nemmeno i nomi dei tesserati - ha aggiunto il legale del Parma -, nè di chi aveva inviato i messaggi, nè dei destinatari». L’avvocato Chiacchio inoltre ha sottolineato che fra la data della comunicazione alla Procura, cioè il 14 maggio, e l’apertura dell’indagine (4 giugno) passarono 21 giorni. «A dimostrazione - ha sostenuto Chiacchio - che nemmeno essa stessa aveva immediatamente rilevato la volontà di illecito» nei messaggi.
L’avvocato ha infine stimato che la sentenza potrebbe essere emessa tra la fine di questa settimana e l’inizio della prossima. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • biki

    18 Luglio @ 08.41

    procura fgic? …….noooo per procura manderanno il Parma in serie B!!!! Però che strano il Palermo andrebbe in serie A. Pura coincidenza? noooooo ditemelo voi cosa è questa...

    Rispondi

  • filippo

    17 Luglio @ 21.57

    giusto

    Rispondi

  • Pier Luigi

    17 Luglio @ 20.37

    Donca... Fèma un po' ad cont: 2 pont e serie B opur 6 pont e serie A. Al pasagg ad serie al vèl soltant 4 pont. An voij mija dir che chi fa un ragionament dal genor al sia stupid, ma deficent, propria sì.

    Rispondi

  • brunocar

    17 Luglio @ 17.10

    Il fatto è che non abbiamo dirigenti forti e influenti in federazione, siamo una società giovane con dirigenti giovani. Vuoi mettere se avessimo come presidente Lotito ?

    Rispondi

  • VELENOSO

    17 Luglio @ 16.34

    L'esito della sentenza si avrà stando al nostro legale, l'inizio della prossima settimana che è il 23 poi vi sarà l'appello ma i calendari escono il 24.....Che casino.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Lealtrenotizie

Oltre alla cassa derubato anche un cliente

Rapina in banca

Oltre alla cassa derubato anche un cliente

LUTTO

È morto Renzo Fornari, fondatore della Scic

CASA DELLA SALUTE

Un pezzo di soffitto crolla sulla sala d'attesa

Caritas

Sono 2000 le domande di cittadinanza

Fidenza

Indicazioni sbagliate: gli strani cartelli di Castione

LUTTO

Addio a Ercole Marvisi, una vita per le scarpe

A Monticelli

Senza patente e ubriaca provoca un incidente

NOCETO

La strage dei visoni

via Emilia Est

Rapina in banca: minacciano l'impiegata con un cutter e scappano con poche centinaia di euro

1commento

MISTERO

Esce dal lavoro e scompare a Reggiolo. Unico indizio: è passato da Traversetolo

Davide Ploia, 48 anni, vive nel Mantovano ed è scomparso da giovedì. Del caso si è occupato "Chi l'ha visto?"

PARMA

Migliora la qualità dell'aria, niente più stop per i diesel Euro4

Stop alle misure di emergenza da domani (martedì 11 dicembre)

anteprima gazzetta

Esclusiva - Boccia: "La Manovra non funziona, Tav necessaria"

CONSIGLIO

Reddito solidarietà comunale: assistite 89 famiglie. Piazzale Bertozzi: 12 multe al bar in due anni

Il gruppo Pd passa a 4 consiglieri. Caterina Bonetti entra al posto di Scarpa

SCUOLE

Marcia della pace a Parma: gli studenti sfilano in centro Foto

Celebrata la "Giornata mondiale d'azione per i diritti umani"

ILLUMINAZIONE

Luci a led, fioccano le lamentele

8commenti

PARMA

Tentato furto a Malandriano: il mastino mette in fuga tre ladri

Ecco la segnalazione di un lettore

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La lezione di Parma a un Paese sfiduciato

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Necessario un giro di vite verso i ciclisti indisciplinati

di Domenico Cacopardo

4commenti

ITALIA/MONDO

NELLA NOTTE

Incendio a Reggio: 2 morti, 38 intossicati. Migliorano due bimbe e altre 7 persone

scuola

Il ministro ai prof: "Meno compiti per le vacanze"

2commenti

SPORT

Football americano

Leggendaria giocata dei Dolphins a 7" dalla fine per la vittoria contro i Patriots Video

FIORENTINA

Due medici indagati per la morte di Davide Astori

SOCIETA'

PARMA

Quando i reggiani "rubarono" il pigiama di Guareschi... Dietro le quinte del Mondo Piccolo Video

roma

Ubriaco scende con l'auto la scalinata di Trinità dei Monti: denunciato

MOTORI

SUV

Renault Kadjar: restyling dopo tre anni

SUV

Seat, l'anno del «Triplete»: fate largo a Tarraco