parma calcio

Caso sms: cancellata la penalizzazione per il Parma, ridotta la squalifica per Calaiò

Per la società 20mila euro di ammenda, per il giocatore 30mila euro

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fiorella Mannoia, nuovo album e tour nei teatri

Foto d'archivio

Musica

Fiorella Mannoia, nuovo album e tour. L'8 maggio al Regio

Il 36enne Nicolas è il  nuovo amore di Monica Bellucci

GOSSIP

Il 36enne Nicolas è il nuovo amore di Monica Bellucci Foto

Langhirano, la serata dei compleanni alla Taverna Ponte: ecco chi c'era - Foto

FESTE PGN

Langhirano, la serata dei compleanni alla Taverna Ponte: ecco chi c'era Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ammiccante e cremosa Monvasia Brut Metodo Classico di Casalone

IL VINO

Ammiccante e cremosa Monvasia Brut Metodo Classico di Casalone

di Andrea Grignaffini

Ricevi gratis le news
21

Il Parma inizierà il campionato di serie A senza punti di penalizzazione, mentre Emanuele Calaiò ha avuto una qualifica 'soft' fino al 31 dicembre. Sono queste le decisioni della Corte d’appello della Figc sul ricorso discusso oggi in merito al caso dei messaggi Whatsapp di Calaiò con un giocatore dello Spezia.
In primo grado era stata comminata al Parma una penalizzazione 5 punti da scontare nel prossimo campionato, mentre Calaiò era stato squalificato per due anni. Oggi la Caf ha riformulato la sentenza, comminando al club soltanto una multa di 20mila euro e al giocatore uno stop fino al 31 dicembre e 30mila euro multa. 

Il dibattimento, presieduto da Sergio Santoro, si è chiuso intorno alle 16. Dopo le deduzioni delle parti ricorrenti e le conclusioni della Procura (che non aveva presentato ricorso), la Corte d'Appello si è ritirata in camera di consiglio. Attorno alle 19 è arrivata la sentenza. 

Il comunicato del Parma: "Fatta giustizia" ma resta il danno di immagine


Video 12 TgParma - Luca Carra: "E' come iniziare a festeggiare la serie A oggi. I tifosi ci hanno sostenuto"

CALAIO' AI GIUDICI: "NON HO MAI AVUTO UN SECONDO FINE". «Dispiace sia stato infangato il mio nome e quello della mia famiglia per dei messaggi, non ho mai pensato di mandare messaggi per un secondo fine. Lo giuro sui miei figli, io sono una persona corretta, sono sempre stato un esempio per i giovani per la mia professionalità». E’ lo sfogo di Emanuele Calaiò innanzi ai giudici della Corte d’appello federale della Figc nell’udienza di II grado sul caso dei messaggini inviati dall’attaccante, condannato in primo grado a 2 anni di squalifica, a dei suoi ex compagni di squadra allo Spezia.
«Speravo di non dover arrivare a questo punto per difendermi da una cosa che non ho mai fatto - ha proseguito Calaiò rivolgendosi alla Corte - Vorrei finire la mia carriera come l'ho iniziata, professionalmente, correttamente e con la limpidezza che mi ha sempre contraddistinto. Se avessi voluto alterare una partita, sicuramente non lo avrei fatto con Whatsapp ma da Parma a La Spezia sono un’ora di macchina e sarei andato lì di persona».
«Voglio uscire pulito da questa situazione - ha concluso quindi Calaiò -tutti quanti siamo stati parecchio danneggiati e sbattuti in prima pagina. Ne abbiamo passate abbastanza». 

Video - L'avvocato di Calaiò: "Non c'è illecito, erano messaggi goliardici"

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • matgabil

    10 Agosto @ 00.29

    Sarà anche una farsa ma costa 50 mIla euro ed una squalifica, una gogna mediatica senza precedenti ed un danno di immagine incredibile..... se fosse una causa civile verrebbero chiesti i danni altro che balle. Almeno ora non leggeremo più ridicole interviste a personaggi allucinanti ed articoli mediocri giornalisti o pseudo tali

    Rispondi

  • matgabil

    10 Agosto @ 00.12

    Sarà anche una farsa ma costa 50mila euro e una squalifica di 6ntuo tesserati

    Rispondi

  • Bastet

    09 Agosto @ 23.33

    I giudici sono rinsaviti!

    Rispondi

  • hal

    09 Agosto @ 22.13

    Giustizia è fatta ora tocca alla società fare una squadra per la salvezza mancano 2 punte centrali forti 1 centrocampista e un terzino sinistro. Per quanto riguarda il mister non mi esprimo.

    Rispondi

  • ixxo

    09 Agosto @ 21.41

    Allora non è vero che il"sistema" odia il Parma e che "tutti" non vogliono il Calimero/Parma in serie A. Fare del vittimismo è sempre la strada sbagliata. Lo dimostra il Palermo e spero che se lo ricordi il Parma in serie a, non si lamenti degli arbitraggi(...e ci mancherebbe altro) ,non si lamenti delle altre squadre e così via.

    Rispondi

    • Bastet

      10 Agosto @ 12.01

      ixxo: come si può dire ancora prima che inizi il campionato " non si lamenti degli arbitraggi..." ....se qualcosa non va, si deve lamentare! Eccome se lo deve fare! Ma robe dell' altro mondo!

      Rispondi

    • DAVIDE

      09 Agosto @ 23.04

      Esatto, sono d'accordissimo. Quindi mettiamo le mani avanti e ricordiamocelo bene: qualunque cosa succeda, la Juve ha sempre ragione !!

      Rispondi

Mostra altri commenti

Lealtrenotizie

Dopo il furto tentò di speronare l'auto del sindaco Cesari: condannato

SORBOLO

Dopo il furto tentò di speronare l'auto del sindaco Cesari: condannato

VIA TOSCANA

Assalto ai bus. Troppi pericoli all'uscita da scuola

LIRICA

Addio al musicologo Marcello Conati

ANIMALI

Polly, il pappagallo che tifa Parma e fischia l'Aida

Ciclismo

Ecco la Bardiani tutta italiana

COLORNO

Il ponte sul Po diventa cantiere: stop (veramente) a pedoni e ciclisti

SALSO

Convenzione con Fidenza per il personale, polemica in Comune

FIDENZA

Vede i ladri, dà l'allarme e loro lo insultano: «Fatti gli affari tuoi»

a Sorbolo

Salvini: "La mafia va aggredita nel portafoglio. Orgoglioso di consegnare beni confiscati" Video

CERIMONIA

Parma, i nuovi Cavalieri e Ufficiali della Repubblica

12 tg parma

Avevano 20 mila euro di droga nell'auto: in manette padre e figlio Video

1commento

NOMINA

Pierluigi Spagoni nuovo direttore generale della Gazzetta

TRAFFICO

Giornata difficile sulla A1 e sulla tangenziale nord

QUALITÀ DELLA VITA

Parma, migliora la sicurezza. Ma scippi e rapine restano un'emergenza

4commenti

EDITORIALE

Qualità della vita, Parma dietro Reggio? Qualcosa non quadra

21commenti

MECCANICA

La Casappa investe a Parma e in Cina

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Rispetto il Sole ma a Parma sto benissimo

di Michele Brambilla

2commenti

LAVORO

31 nuove offerte

ITALIA/MONDO

USA

Texas, lascia le figlie 18 ore chiuse in macchina: morte

dramma

Una 18enne si dà fuoco nel Savonese. Come il padre 5 anni fa

SPORT

SERIE A

Tra Bologna e Milan un pareggio che non serve a nessuno

Calciomercato

Ibrahimovic continua a tenere il Milan lontano

SOCIETA'

Ospedale dei bambini

Canti sotto l’albero e Luce di Betlemme, la magia del Natale

feste pgn

La festa per l'addio al celibato di Singh... con gli amici che "vendono" le sue rose Foto

MOTORI

PROVA SU STRADA

Al volante di Alpine Renault, emozioni d'altri tempi

AUTO ELETTRICA

Ricarica superveloce: 3 minuti per fare 100 km