16°

29°

SERIE A

Il Parma pareggia con l'Udinese al Tardini (2-2) il giorno del ritorno in A

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Ricevi gratis le news
2

La cronaca delle partita Sono trascorsi 1176 giorni dall’ultimo match in serie A con la Sampdoria, in mezzo tre stagioni che dalla serie D l’hanno riportata in massima serie. Quella con l’Udinese era insomma una sfida storica per il Parma e le emozioni al Tardini non sono mancate. Niente vittoria, solo un pareggio per 2-2, tra l’altro meritato dall’Udinese, ma gli emiliani hanno dimostrato di poter dire la propria in questo torneo. Il rammarico comunque c'è per non essere stati capaci di conservare il doppio vantaggio conquistato dopo un’ora di gioco ma i friulani, poco incisivi nel primo tempo, hanno saputo reagire e alla fine il pareggio è il risultato più giusto.

Il Parma comunque è in palla fin dal primo minuto. Dopo un tiro di Mandragora per l’Udinese al 2' finito sopra la traversa, i padroni di casa spingono sull'acceleratore, soprattutto con Di Gaudio. L’attaccante crociato, schierato a sinistra nel tridente offensivo con Inglese e Siligardi, obbliga al 10' Scuffet ad una difficile parata in angolo e quattro minuti più tardi colpisce al volo da distanza ravvicinata su assist di Siligardi, ottimo inserimento il suo ma conclusione troppo alta.

L’Udinese prova ad uscire dalla propria metacampo con Machis al 18', contropiede efficace ma Gagliolo ferma l’azione in angolo. Al 29' prima parata del portiere del Parma Sepe, solo statistica e nessun pericolo sul rasoterra centrale di Fofana. Poi ancora Parma, ancora Di Gaudio. Questa volta il numero 20 emiliano è autore dell’assist che Siligardi potrebbe mettere in rete da un metro, De Paul però c'è e anticipa d’un soffio in angolo. Nel finale di tempo il Parma affina gli automatismi. Prima è Grassi, su assist di Inglese, a girare di testa in porta con Scuffet ben piazzato, poi è Di Gaudio a servire in area Inglese e a confezionare l’assist del vantaggio emiliano. E’ il minuto 43. L’ex attaccante del Chievo riceve in area di rigore centralmente, prima controlla e poi di sinistro insacca nell’angolino alla sinistra di Scuffet. Impossibile arrivarci.

La ripresa si apre con Machis che al quarto minuto mette alto sopra la traversa. Due minuti più tardi ci prova anche Fofana, questa volta è un rasoterra a finire fuori dallo specchio della porta emiliana. L’Udinese punge ancora al 12' con una conclusione dal limite di De Paul, pallone di pochissimo alto. Inizio di ripresa friulano ma è il Parma ad andare di nuovo in rete.
Al 14' Siligardi crossa al centro dalla sinistra, Scuffet riesce ad anticipare Inglese ma non trattiene e Barillà, più veloce di tutti, intercetta e mette in rete. Punizione pesante e immeritata per l’Udinese che subito accorcia. Lo fa grazie all’arbitro Calvarese che con il Var concede un calcio di rigore che De Paul al 20' non sbaglia. Tre minuti dopo il pareggio che ha il sigillo di Fofana, bravo a mettere in rete su assist in area piccola di Samir imbeccato da De Paul.

I padroni di casa sono in affanno, il ritmo cala e l’Udinese prova ad accelerare ma senza successo e così finisce 2-2 D’Aversa e Velalzquez, alla loro prima panchina in serie A, devono quindi rinviare l’appuntamento alla vittoria. Per loro un inizio con luci ed ombre e con i meccanismi di gioco decisamente ancora da affinare.

94': Triplice fischio finale. Parma-Udinese 2-2, classico risultato che  fa pensare come entrambe le squadre avrebbero potuto vincere, ma anche  perdere. I crociati erano avanti 2-0 e il rigore "pescato" con il Var ha  rimesso in gioco l'Udinese, che però da quel momento ha fatto il bello e  il cattivo tempo. Primo punto in serie A, insomma, da non disprezzare  perché il Parma ha fatto vedere buone cose, soprattutto la verve di Inglese

93' Scintille tra Gobbi e Fofana. Ammonito solo il giocatore  dell'Udinese, buon per il Parma perché l'ex Chievo era già ammonito

90' Crociati in difficoltà con l'Udinese tre volte al tiro nella stessa  azione, eroico Gagliolo

89' Il Parma stringe i denti, l'Udinese sembra averne di più. Saranno 4  i minuti di recupero.

86' Ammonito anche Iacoponi. Ultimo cambio Udinese: fuori De Paul, uno  dei migliori in campo, dentro Behrami

84' Primo ammonito del Parma: Gobbi

79' Terzo cambio operato da D'Aversa. Esce tra gli applausi Siligardi,  autore di una buona partita, ed entra Biabiany. Velazquez toglie la  freccia Machis e inserisce Pussetto

76' Si riaffaccia in avanti il Parma. Punizione dalla sinistra di Stulac, mischia al centro dell'area e i crociati protestano per un mani  di un difensore friulano non ravvisato.

73' Parma in evidente difficoltà. Samir dalla sinistra rifinisce per  Lasagna che strozza la conclusione al volo, facile per Sepe.

70' Finisce il match di Inglese, al suo posto Ceravolo

69' Pareggio Udinese: la manovra in velocità parte dalla fascia destra  difensiva dei friulani, attraversa il campo orchestrata da De Paul e  manda alla conclusione di potenza di Fofana. Pareggio immeritato ma il  Parma era un po' scomparso dal campo

65' De Paul spiazza Sepe e accorcia le distanze. Esce Grassi,entra Rigoni

64' Calvarese pesca un gomito di un giocatore del Parma in area e  ricorre al Var. Rigore Udinese

63' Primo cambio per Velazquez. Fuori Barak, dentro l'attaccante  Teodorczyk, appena acquistato dall'Anderlecht

59' Raddoppio del Parma!!! Gran controllo di Siligardi che converge e  mette al centro. Scuffet esce su Inglese ma controlla male, Barillà  pronto per il tap-in. 2-0

58' Primo ammonito dell'incontro: è Lasagna che abbatte Barillà a metà  campo. Quando l'Udinese recupera palla va al tiro con De Paul, di poco  alto con Sepe sulla traiettoria

53' Il Parma prova ad alleggerire la pressione dei friulani. Di Gaudio  in area avversaria cicca la rovesciata, Gobbi sparacchia a lato

51' Conclusione dai venti metri di Fofana, Sepe in controllo guarda il  pallone sfilare a lato

49' Su angolo dell'Udinese serie di rimpalli in area, la sfera va sui  piedi di Machis che da fuori area conclude in curva

46' Iniziato il secondo tempo. Non ci sono cambi.

45' Non c'è recupero. Calvarese fischia la fine del primo tempo. Parma  in vantaggio con una prodezza di Inglese. Applausi del Tardini.

43' Gol del Parma!!! Grandissima azione di Inglese che riceve in  verticale da Di Gaudio, si beve due difensori e infila Scuffet.

40' Inglese appoggia per Barillà che crossa, testa di Grassi facile per  Scuffet

39' Machis è velocissimo e sfugge a Gobbi. Il suo tiro cross è sventato  da Sepe con i pugni. Brividi perché la respinta va sul braccio di  Gagliolo. Ma Calvarese non consulta il Var, si prosegue.

35' Colpo di testa alto sulla traversa di Barak, su invito di De Paul.

31' Occasione Parma: De Paul salva alla disperata su Siligardi a un  metro dalla linea di porta su centro basso di Di Gaudio.

30' Rasoterra di Fofana leggermente deviato, Sepe para senza problemi.  Sul ribaltamento di fronte angolo per il Parma.

29' Ancora un contropiede dei friulani con Machis che s'invola sulla  destra. palla a Lasagna murato al momento della conclusione

22' Ululati del Tardini per un fallo fischiato a Bruno Alves su Lasagna.  L'intervento in anticipo del portoghese era apparso pulitissimo.

18' Contropiede tre contro due dell'Udinese, su Machis chiude Bruno  Alves, stasera capitano.

16' Primo angolo anche per l'Udinese "regalato" da un cattivo controllo  di Barillà. Battuta senza esito, con tiro alle stelle di Fofana.

15' Palla gol per il Parma. Siligardi da destra pennella per Di Gaudio  che al volo spara alto da centro area.

9' Gran gesto tecnico di Inglese che appoggia a Di Gaudio, rasoterra dal  limite messo in angolo da Scuffet. E' il primo per i crociati.

8' L'Udinese prende campo. Sepe attento su cross da destra di De Paul.

3' Tiro alto di Mandragora, uno dei giocatori più attesi dell'Udinese.

1' Calcio d'inizio del Parma, la serie A è ufficialmente iniziata dopo  il ricordo dei morti di Genova (con striscione dei Boys in curva Nord).  Crociati subito nell'area dell'Udinese.

La partita è iniziata. Omaggio della curva del Parma alla città di Genova.

Tanti reduci in formazione Sono ben cinque i "reduci" della scorsa stagione nella formazione  titolare annunciata da D'Aversa, compresi Barillà e Siligardi che hanno  vinto i ballottaggi con Rigoni e Biabiany. Questo l'undici del Parma  (con il consueto 4-3-3) che tra mezz'ora riassaporerà il clima della  serie A ospitando l'Udinese al Tardini: Sepe, Iacoponi, Bruno Alves,  Gagliolo, Gobbi,  Barillà, Stulac, Grassi, Siligardi, Inglese, Di  Gaudio. In panchina fra gli altri Da Cruz, Biabiany, Rigoni e Ceravolo.

Stasera con l'Udinese sono una decina i giocatori indisponibili ma i punti in palio con una diretta concorrente alla salvezza sono già pesanti

PAOLO GROSSI

Sette infortunati, uno squalificato, Gervinho non utilizzabile in attesa del transfer, Sprocati e Deiola arrivati ieri in gruppo. Manca una virtuale intera squadra oggi a D'Aversa nel debutto in serie A contro l'Udinese. Non tutti potenziali titolari, certo, ma sarebbe meglio averli a disposizione. Si sapeva che in questa nuova avventura, conquistata con l'ascesa vertiginosa in tre anni dalla D, la strada sarebbe stata in salita, ed è così da subito.
Il mercato estivo è stato quanto meno discutibile ma non sarebbe né giusto né opportuno trinciare giudizi oggi. Tanto più che se questo gruppo trova le risorse tecniche, fisiche e soprattutto morali per cominciare a fare punti qua e là, a gennaio poi si potrà provare ad apportare le correzioni che eventualmente si renderanno necessarie.
La nostra sensazione è che a Collecchio ci siano troppi giocatori e un primo impegno dovrebbe essere quello di sfoltire la rosa. Poi però bisogna anche dare credito a chi c'è: in rosa ci sono elementi di valore, in alcuni casi stagionati ma capaci di stare in campo, e alcuni giovani che se cresceranno in fretta, con il talento e le motivazioni si renderanno utili. E poi, soprattutto, questo è il Parma è questa è la squadra che i tifosi devono «scortare» alla salvezza.
Noi critici potremo di volta in volta evidenziare nei o magagne, ma chi si è abbonato, chi indossa la maglia allo stadio, urla e soffre, dovrà avere fiducia e pazienza. La stagione è lunga, si perderanno partite, ma mettere insieme 37-38 punti è più che possibile. In questi tre anni abbiamo voluto e ottenuto tutto e subito: ecco, stavolta sarà diverso, ma il finale può essere ugualmente gioioso.
Intanto quello di oggi contro un'Udinese più che mai multinazionale sarà un significativo assaggio di serie A anche sul piano fisico e tattico. Il Parma visto con il Pisa sarebbe improponibile e siamo sicuri che sarà diverso. Entrambe le squadre tendono ad essere abbastanza «liquide» in fase offensiva, a spostare le pedine dalla posizione di partenza in quella difensiva. In mezzo Fofana e Mandragora saranno brutti clienti. Insomma, battaglia di chili e centimetri ma anche strategica: forza Parma, parti col piede giusto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giorgio

    20 Agosto @ 13.19

    gioger@alice.it

    Direi che le premesse per fare un campionato più che dignitoso ci sono tutte. Un primo tempo veramente interessante e giocato con grinta e precisione, poi la pausa nel secondo ma questo ci sta, specie all'esordio di un campionato di serie A. Comunque mi sono divertito molto e la squadra ha dato il massimo: applausi più che meritati alla fine della partita. Bravi ragazzi, continuate così. P.S.: Non ho capito molto bene la sostituzione di Inglese (una rivelazione) ma D'Aversa avrà avuto le sue buone ragioni. P.S.2: un BRAVISSIMO a Di Gaudio, assolutamente monumentale.

    Rispondi

  • Pier Luigi

    19 Agosto @ 23.07

    Da come è andata la partita direi che è l'Udinese che pareggia a Parma!

    Rispondi

Lealtrenotizie

DOMENICA 1

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

1commento

anteprima

Una domenica di incidenti sulle strade (e non) del Parmense

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

meteo

L'autunno debutta col caldo, ma da martedì temperature in calo

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

6commenti

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

5commenti

viabilità

Oggi chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

12commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

6commenti

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

terrore a chieti

Violenta rapina in villa: tagliato il lobo dell’orecchio alla donna, «Peggio di Arancia Meccanica»

Reggio

Si schianta il deltaplano. Due feriti. Donna ricoverata al Maggiore

SPORT

Ciclismo

Mondiali di Innsbruck, i convocati di Cassani. Aru ha rinunciato

3a giornata

Roma ko a Bologna, crisi nera. Milan pari. E quel Parma lì, chi l'avrebbe detto Risultati, classifica

SOCIETA'

verona

Sciame di calabroni durante una gara podistica, in sette all'ospedale

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

LA PROVA

Kia Sportage diventa «Mild Hybrid»

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street