17°

27°

Festa

"Tutti matti per Colorno", il festival di circo contemporaneo si fa in... 100 Foto

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Ricevi gratis le news
0

Dopo il grande successo dell’edizione numero 10, Tutti Matti per Colorno, festival di circo contemporaneo, teatro e musica all’aperto più atteso in Emilia Romagna, con la direzione artistica e organizzativa di Teatro Necessario con il Comune di Colorno, rilancia la sfida e per l’edizione 2018, la 10+1, propone un programma ancora più sorprendente, che invaderà le strade e gli spazi pubblici di Colorno dal 31 agosto al 2 settembre 2018. Per tre giorni il talento e l’estro di grandi artisti internazionali, 25 formazioni tra programmazione ufficiale, Scena OFF e progetti speciali, con un centinaio di spettacoli in calendario di cui ben 5 prime nazionali, oltre a un mercato dell’artigianato e a un’area street food di qualità saranno l’occasione per celebrare la follia e la libertà, in una delle più conosciute sedi manicomiali italiane, proprio nel quarantennale della Legge Basaglia che abolì gli ospedali psichiatrici.
 
Inoltre dopo i successi delle due edizioni precedenti, riprende il viaggio di Tutti matti… in Emilia 2018, rassegna di circo contemporaneo internazionale che precede e segue la tre giorni di Tutti Matti per Colorno e che porta in giro per l’Emilia alcune delle più importanti formazioni artistiche internazionali. Uno speciale percorso di avvicinamento al Festival che quest'anno presenterà per la prima volta nel nostro territorio la compagnia francese FFF - Five Foot Fingers. Partita da Novellara, la rassegna prosegue passando per Sant'Ilario d’Enza da martedì 28 a giovedì 30 agosto, per arrivare a Tutti Matti per Colorno nei giorni del Festival, concludendosi a Zibello nel weekend successivo con un gran finale che vede in scena Il Teatro dei Venti sabato 8 settembre e Teatro Necessario con Nuova Barberia Carloni domenica 9 settembre.
 
Un festival speciale in un luogo speciale e in un anno speciale: la numerosa e accurata selezione di spettacoli internazionali crea una magia e ogni anno raduna decine di migliaia di persone per condividere lo stupore, ascoltare musica, ballare o anche solo immergersi nella trascinante atmosfera delle notti del Festival. A creare questa magia contribuisce l’affascinante cornice di Colorno, cittadina nota per le bellezze architettoniche della Reggia e del suo Giardino Ducale ma anche per la presenza di un grande ospedale psichiatrico, chiuso negli anni ‘90 grazie alla legge 180 del 1978, attuata da un grande riformatore del nostro paese, Franco Basaglia, che pose fine al sistema dei “manicomi” restituendo dignità e cittadinanza ai malati psichiatrici internati negli istituti. Da allora “il matto” non è più un pericolo per la società ma è riconosciuto come parte della comunità. Ed ora con Tutti Matti per Colorno la follia che un tempo veniva rinchiusa nel manicomio cittadino, viene liberata per le strade, le piazze, gli spazi del centro, in un divertente rito collettivo che esorcizza il passato con la forza dirompente della creatività e del talento di centinaia di artisti. Una celebrazione pubblica e condivisa dell’arte come eccezione e stupore, capace di creare una comunità temporanea, divertire, far riflettere e emozionare.
 
 
 
IL PROGRAMMA
Elogio alla follia e alla fuga, spettacolo emblema dell’edizione 2018 è EXIT, in prima nazionale, nuova creazione della compagnia francese Cirque Inextremiste, ensemble artistico di punta del panorama europeo che porta avanti un’audace ricerca in cui si fondono discipline circensi, mimo e pratiche di esplorazione dei limiti fisici, oltre la nozione di rischio reale. Intorno a una cabina di un enorme pallone aerostatico, alcuni presunti pazienti psichiatrici in fuga si lanciano alla ricerca di un’uscita verso il cielo: la mongolfiera diventa dunque la loro EXIT, in un crescendo di suspense e tensione, tra situazioni paradossali, irresistibilmente divertenti e imprevedibili, dalle inevitabili sfumature dark… (solo sabato, ingresso libero).
Per la prima volta in Italia anche l’attesissimo SODADE della compagnia Cirque Rouages, eccellenza francese con una poetica che unisce elaborate scenografie meccaniche con incredibili numeri acrobatici, la danza e il mimo, immergendo il pubblico nel racconto di storie delicate e poetiche. Nello spettacolo quattro corpi si muovono su un filo infinito che oscilla senza tregua. In scena anche due musicisti che suonano, cantano e raccontano: una favola di grandi altezze, un inno alla vita e una struttura circense unica nel suo genere (solo il venerdì; spettacolo a pagamento nel Giardino della Reggia).
Reduci dalle tappe di Tutti Matti… in Emilia, con EN ÉVENTAIL i francesi Five Foot Fingers propongono un esplosivo, delirante, coinvolgente, esilarante cabaret circense, ideato ed interpretato da 5 poliedrici artisti, cresciuti a baguette e commedie musicali, funk e Buster Keaton. In un’atmosfera alla Broadway in salsa francese, lo spettacolo combina sprazzi di show biz americano con tocchi di puro Camembert francese: tra grandi momenti di varietà, giocoleria e danza, numeri di magia e prodezze acrobatiche, i cinque protagonisti fanno continuamente del loro meglio per evitare il peggio e guadagnarsi una risata (venerdì, sabato e domenica; spettacolo a pagamento nel Cortile della Reggia)
Dall’Italia la compagnia BLUCINQUE con Xtream: cinque corpi, cinque storie, cinque tecniche musicali. Xstream è un progetto su disequilibrio estremo e sul flusso continuo del movimento accompagnato dalla musica, sempre live. Danza acrobatica e tecniche circensi si combinano in uno spazio vuoto, dando la percezione di essere continuamente in bilico, sospesi tra sogno e realtà, in un vortice di idee, parole, musica inarrestabili (sabato e domenica; spettacolo a pagamento nel Cortile della Reggia).
Dal Belgio, ma italianissimo, arriva Claudio Stellato, artista apprezzato dalla critica internazionale ma ancora conosciuto in patria, che presenta LA COSA: quattro metri cubi di legna, quattro persone, e quattro asce; quattro boscaioli in scena tracciano un percorso artistico unico lavorando sulle nozioni di scomparsa e apparizione, superando le frontiere tra corpo umano e materia, rivelando le possibilità di una coreografia che si nutre di contorsionismo e discipline circensi. Lo spettacolo è inserito nella rassegna Bruxelles en piste nell’ambito di Focus Circus, promossa da Les Halles de Schaerbeek e da Piemonte dal Vivo (sabato e domenica).
Dalla Francia la compagnia Singuliére in SoliloqueS: un circo, ma non solo; uno spettacolo sorprendente, ma non per quello che ci si aspetta; una compagnia, ma diversa dal solito… Un progetto insomma che spiazzerà le aspettative di tutti. Un attore in equilibrio, il trapezio, un funambolo, la danza, la contorsione condurranno il pubblico in un viaggio in cui indagare, ridendo, il rapporto tra spettatori e artisti, tra scena e platea. SoliloqueS ci guida con semplicità e umorismo al cuore di grandi questioni (sabato e domenica).
In prima nazionale dall’Olanda arrivano poi i Circusdrome in Metamorfoso: davanti agli occhi del pubblico la bella e giovane Ludmilla si trasforma improvvisamente in un gorilla spaventoso. Un intrattenimento delle fiere di un tempo, ma il più assurdo immaginabile. Circusdome è specializzata nel portare nelle piazza d’Europa attrazioni che rievocano le atmosfere del passato, con un tocco di surreale contemporaneità.
Debutta in prima nazionale anche La Dinamica Del Controvento, una produzione Teatro Necessario / Tutti matti per Colorno creata in collaborazione con la compagnia francese Grandet Douglas: una giostra in continuo movimento, un grande bilanciere che suona grazie al contributo del pubblico. 
 
Artemis Danza/Monica Casadei produce e presenta la creazione King's Highway, di e con Andrea Dionisi, che porta la danza e lo slacklining per le strade.
Anche Claudio e Consuelo in La Cucina Errante evocano magie e atmosfere del passato: due stravaganti cuochi viaggiatori, da tempo immemore girano le piazze con il loro strampalato mezzo di trasporto, un ibrido fra una cucina e una nave su ruote, attraversando con musica e racconti luoghi, popoli e cucine diverse, tra aromi, sapori, profumi di cucina e poetica comicità. La fantasia, le visioni del mondo, i desideri, che prendono forma nelle loro storie, diventano nutrimento, una frittata o un caffè. 
 
LA MUSICA E IL BALLO 
Elemento essenziale del Festival è la musica, che porta ogni sera fino a notte fonda per le strade di Colorno e sul palco dello Spazio Circo la sua carica di energia e follia. Come quella, in prima nazionale dalla Francia, dell’orchestra IMPERIAL KIKIRISTAN, fanfara francese con un repertorio inusuale per gli ottoni, che mescola influenze musicali di molti paesi, diversi generi. Così un ritmo tipico della tradizione turca può volgere lo sguardo verso il rock, una salsa può trasformarsi in melodie orientali, un valzer felliniano diventare un coro barocco…  (venerdì sul palco dello Spazio Circo, sabato itinerante).
Il concerto di sabato sera è affidato ai mitici The Good Fellas - Gangsters Of Swing, giunti al loro 25esimo anniversario. Quando il rock’n’roll incontra lo swing arrivano loro, conosciuti anche come Kings of Rockin’ Swing. Corre l'anno 1993 quando il forlivese Stelio Lacchini alias Mr. Lucky Luciano, ideatore e leader, e il bolognese Fabrizio Casadei in arte Bum Bum La Motta, batterista e partner in crime, decidono di gettarsi a capofitto nello swing italo americano. In 25 anni I Good Fellas hanno superato le duemila esibizioni in Italia, Francia, Svizzera, Germania, Regno Unito, Olanda, Belgio, e preso parte ai più importanti festival di musica anni ‘50. Hanno partecipato più volte ad affermate trasmissioni televisive, tour teatrali, film. Portano in scena l’Italia in America dei sogni colorati degli anni cinquanta, con la spensieratezza tipica del popolo di Romagna. Oltre a brani di propria composizione suonano, con il caratteristico e indiavolato BIG BEAT delle orchestre di rock’n’roll la musica di Louis Prima, Frank Sinatra, Alan Freed, Elvis Presley, Fred Buscaglione, Renato Carosone, Louis Jordan, Henry Mancini e molti altri.
Italiani e dediti al blues i Bayou Moonshiners, al secolo Stephanie Ghizzoni (voce, rullante con spazzole, washboard e kazoo) e Max Lazzarin (voce e piano), due artisti leader-band, provenienti da esperienze musicali differenti ma con un denominatore comune: l’amore per la città di New Orleans. Dai palchi più importanti d’Italia, Svizzera, Austria e Germania, i Bayou Moonshiners passano con agilità dal blues al ragtime, dal soul al gospel, toccando la miglior “New Orleans e Mardi Gras Music”. Il concerto di domenica sarà accompagnato da un’esibizione dei Parma Lindy Hoppers e tutto il pubblico è invitato a ballare swing sulle dolci e travolgenti note dei Bayou Moonshiners.
A far ballare tutti, sabato sera, ci pensano i Tango Tinto grazie alla milonga organizzata con Mas que Tango. Da più di 10 anni sulla scena europea, i Tango Tinto si distinguono per una solida esperienza nello stile e un grande affiatamento; il loro repertorio abbraccia i diversi periodi della storia di questa musica urbana, dalla "guardia vieja" ai contemporanei, comprendendo brani noti, reinterpretati con stile. 
Ballare sì, ma anche cantare è importante, specie se accompagnati dal pianista Roberto Esposito, ospite fisso del festival, che per 3 serate, infaticabile come sempre, trascinerà il pubblico in canzoni e cantate collettive al suono del suo piano e di celebri melodie di tutte le epoche. Pianista d’eccellenza, Esposito passa dal classico alla scompostezza del musicista più ardito, attivo tra il pianoforte classico e il jazz,  avvalendosi di collaborazioni internazionali straordinarie, come Philip Glass e Fabrizio Bosso.
 
 
LA SCENA OFF
Inoltre accanto alle proposte ufficiali, il festival dà spazio a giovani compagnie emergenti, selezionate con un bando aperto ogni anno in primavera. Quest’anno saranno presenti al Festival il duo del Circo Carpa Diem in Dolce Salato (acrobatica e paolo cinese), il duo Creme & Brulè in Danza, Fuoco e Romanticherie (fuoco), Fausto Giori in Demenzio Show (clownerie), la compagnia Latcho Drom in Modalità Aereo (magia e
giocoleria), la compagnia Il fiore e la luna in Il Mondo Piccolo (marionette a filo), la compagnia I nipoti di Bernardone in  Hope hope hoplà!!! (clownerie, giocoleria), Poppy in  Circo a Puà (giocoleria). Anche quest’anno la Scena OFF accoglie la compagnia vincitrice del Concorso per il Nuovo Circo. In questa edizione è stata premiata la compagnia ExArt che si esibirà a Colorno con lo spettacolo La Bestia.
 
 
PROGETTI SPECIALI
Come ogni anno torna in Piazza la compagnia catalana Guixot de 8, che allestisce un surreale e poetico parco giochi realizzato con materiali di recupero davanti alla Reggia, portando con sé una collezione speciale: grazie all’arte sapiente del maestro Joan Rovina, prenderà vita una bizzarra fiera di divertimenti.
Grazie al sostegno di Conad Centro Nord e alla collaborazione Circolarmente - scuola di circo ludico educativo, per il secondo anno torna per i bambini Percorso Circo Conad.
Inoltre torna nello spazio circo, solo la domenica, il Vintage Photo Bus, un Volkswagen Van degli anni ‘60: una vera e propria cabina fotografica a 4 ruote, in cui andare indietro nel tempo e realizzare scatti fotografici, stampati in tempo reale, video messaggi o Gif condivisibili sui social. E tornano le opere di LufER, artista parmigiano che grazie alla sua originale ricerca sui i concetti di riuso e riciclo, trasforma quello che trova in una lampada, una sedia, una scultura. Si rinnova anche la collaborazione con Orso Ludo, che ogni giorno farà scoprire ai piccoli e ai grandi un universo di giochi incredibilmente appassionanti e curiosi.
Inoltre in collaborazione con l'ass. "Marino Savini", verrà allestita presso la sede del Partito Democratico Piazzale G. Verdi, 9 la mostra SEGUIMI - Tracce, passi, percorsi in cui sono esposte le opere dello street artist Ciro Pluto e di Nicola Paini: personali visioni a partire dai luoghi chiusi che abitano l'animo e in cui abitano i corpi; visioni di vita oltre i muri e le restrizioni. 
 
RISTORO E MERCATO
Il tendone bar del festival è aperto ogni giorno allo Spazio Circo e ha un secondo approdo è posizionato in Piazza Garibaldi: panini e birra del festival prodotta dal Birrificio Farnese si combinano con le diverse proposte di street food di alta qualità. Otto Grozni, artista e artigiano, contribuisce, con il suo talento nella lavorazione del legno a rendere unici gli spazi, utilizzando esclusivamente materiali di recupero con un approccio eco-compatibile. Altri punti ristoro a cura dei commercianti del paese sono le Specialità gastronomiche locali in via Mazzini, la cena in contrada in via Matteotti, Du Tillot e P.le Chévé con la paella in contrada il sabato a cura dell’Associazione il Telaio Onlus. I commercianti della Contrada sostengono TMPC ogni anno così come Il Telaio Onlus, che sviluppa progetti solidali in Africa e sostiene progetti culturali locali. Lavora ogni anno per il festival raccogliendo fondi e offrendo magnifici pranzi a staff e artisti.
Appuntamento fisso anche con il mercatino dell’artigianato: in piazza Garibaldi e nei Giardini della Reggia ogni giorno esporranno le loro creazioni d’arte e ingegno 30 artigiani selezionati con un bando.
 
ECOFESTA
Tutti Matti per Colorno conferma per una particolare attenzione all'ambiente e alla sostenibilità della rassegna. Colorno è uno dei primi Comuni Virtuosi della rete nata nel 2005 e il festival Tutti matti per Colorno è stato certificato Eco Festa dalla Provincia di Parma.
La rassegna porta il suo contributo con l'utilizzo di buone pratiche di riciclo e riduzione dei consumi di materiali non biodegradabili nel bar e nei punti di ristoro (bicchieri-gadget riutilizzabili); con l'utilizzo di materiale, stoviglie, piatti, posate biodegradabili, offerti da Ecozema, specialista nel settore; con la stampa di materiali di promozione solo su carta ecologica riciclata Freelife Cento di Fedrigoni Cartiere SpA, ottenuta con fibre di cellulosa proveniente da foreste gestite in maniera responsabile. Da quest’anno grazie al sostegno e alla collaborazione di EmiliAmbiente SpA il pubblico avrà a disposizione una torretta dall’acqua pubblica e gratuita, per ridurre il consumo di bottiglie in plastica. 
 
 
CREDITI
Tutti Matti per Colorno è una produzione Ass. Tutti Matti per Colorno in collaborazione con Comune di Colorno, con il sostegno di MiBAC - Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, Regione Emilia Romagna, Provincia di Parma, Fondazione Cariparma e in collaborazione con La Francia in Scena, stagione artistica dell'Institut français Italia, realizzata su iniziativa dell’Ambasciata di Francia in Italia, con il sostegno dell'Institut français, del Ministère de la Culture e della Fondazione Nuovi Mecenati. 
Numerose aziende del territorio sostengono il festival, tra queste in particolare il main sponsor è GLF, sponsor istituzionali sono Tap e Transferoil, mecenate è Ittigel; Conad Centro Nord è sponsor del Percorso Circo Conad Tutti Matti Per Colorno. Tra gli sponsor tecnici, EmiliAmbiente, da questa edizione fornisce una torretta dell’acqua gratuita per il pubblico e gli artisti.
Anche quest’anno è attiva la collaborazione con l’Ass. In Camper con Gusto che in sinergia con il Comune di Colorno attiva due parcheggi per ospitare camper, uno all'inizio del paese, venendo da Parma, di fronte al distributore di benzina Q8 (nei pressi della Camera del Lavoro) e uno in via Trieste.
 
BIGLIETTI E INFORMAZIONI 
Tutti Matti per Colorno è a ingresso libero e gratuito (ingresso con offerta libera facoltativa) eccetto i tre spettacoli a pagamento i cui biglietti o abbonamenti sono acquistabili in prevendita online, visitando il sito www.tuttimattipercolorno.it (pagina Biglietteria) e presso le rivendite autorizzate Vivaticket di tutta Italia, pubblicate sul sito www.vivaticket.it, o ancora presso lo IAT del Comune di Parma in Piazza Garibaldi n.1 (non si accettano prenotazioni).
Nei pomeriggi che precedono il Festival e durante la tre giorni i biglietti sono in vendita presso l’infopoint in Piazza Garibaldi di fronte all’ingresso principale della Reggia. 
La manifestazione avrà luogo anche in caso di maltempo ed eventuali variazioni al programma saranno comunicate on-line e sui canali social del Festival. Il programma completo e tutti i dettagli saranno presto disponibili su www.tuttimattipercolorno.it; inoltre è disponibile gratuitamente l’app del Festival con informazioni pratiche su come arrivare e sul calendario.
Il festival è presente su Facebook - Tutti Matti per Colorno, su Instagram - tuttimattipercolorno2018, su Twitter - tmpc_festival e su youtube Festival Tutti Matti per Colorno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Lealtrenotizie

La casa dello spaccio con le dosi cucite nelle lenzuola: tre arresti grazie ai residenti "sentinella"

via bixio

La casa dello spaccio con le dosi cucite nelle lenzuola: tre arresti grazie ai residenti "sentinella"

SICUREZZA

L'amarezza di Pizzarotti e Casa: «Poliziotti in più solo grazie a Minniti»

8commenti

49 ANNI

Addio a Sonia Angela Santagati

TIZZANO

Frana di Capriglio, l'ira del sindaco Bodria: «I lavori subito o evacuo il paese»

Fontevivo

«Grattato» il parmigiano: giallo alla Festa dell'Uva

VIABILITA'

Via Europa, insieme al cantiere partono anche i disagi

SERIE A

Parma, che tour de force

STAZIONE

Sfilò 15 euro a un giovane e lo aggredì, condannato

Lentigione

Piena dell'Enza, risarcimenti e polemiche

sicurezza

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

12commenti

GAZZAREPORTER

Via Roncoroni, collage di rifiuti abbandonati... Foto

sissa trecasali

Un altro rave party sulle rive del Po (a Coltaro): 28 denunciati Video

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

6commenti

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

3commenti

gazzareporter

"Acqua alta" in un vagone del treno Bologna-Milano

centro

Ponte Romano, lavori finiti: apertura confermata il 7 ottobre Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

USA

Coppia insospettabile "drogava e stuprava donne": forse centinaia di casi

scosse

Terremoto di magnitudo 2.5 e replica a Pozzuoli

SPORT

Pallavolo

Mondiale: Slovenia rimontata, en plein Italia

CHAMPIONS

Magie di Icardi e Vecino, l'Inter vince all'ultimo respiro

SOCIETA'

BARI

Chitarrista dei Negramaro, i medici: "Un pizzico di ottimismo"

gossip

Il re delle notti? "Troppo noioso", la moglie lascia Bob Sinclar

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design