PARMA

"Odio la scuola", "dateci i soldi": vandali imbrattano i muri in Oltretorrente

Sono comparse scritte in via Bixio e via Costituente

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen presenta il suo "playboy", Mirco Levati

gossip

Belen presenta il suo "playboy", Mirco Levati

3commenti

E' morto il grande regista Eimuntas Nekrosius

TEATRO

E' morto il grande regista Eimuntas Nekrosius

Mike Piazza e consorte a Parma

paparazzato

Mike Piazza e consorte a Parma

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Sara' 'Black Friday' anche alla Fondazione Toscanini

La Fondazione Arturo Toscanini

PARMA

Anche la Fondazione Toscanini fa il Black Friday

Ricevi gratis le news
1

Vandali in azione in Oltretorrente. In via Costituente, sul muro del "Marconi", e in via Bixio sono comparse grandi scritte sui muri, presumibilmente ad opera di giovanissimi. "Vogliamo 6 ore di intervello e 15 minuti di lezione", "Il lavoro si paga anche in alternanza", "Dateci i soldi o ce li veniamo a prendere" (quest'ultima accompagnata da una bestemmia). In via Bixio, tra l'altro, i muri sono presi di mira dai vandali piuttosto di frequente.
Ecco le foto di Luca Bertozzi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Nicola Martini

    12 Settembre @ 17.57

    I muri di quelle sedi scolastiche purtroppo vengono imbrattati ciclicamente. Se proprio si volesse prendere sul serio minimamente questa azione di protesta, chiamiamola così, si potrebbe discutere al massimo sulla questione di prevedere un emolumento per il lavoro svolto, anche se la realtà dell'alternanza è difficilmente inquadrabile in quanto abbastanza variegata a seconda che si parli di licei o istituti, sia tecnici che professionali. La ragionevolezza della pretesa di un emolumento comunque pare abbastanza teorica vien da dire, sopratutto in quelle attività che richiedono una formazione di un certo rilievo. Il lavoro deve essere adeguatamente remunerato quando produce un vantaggio oggettivo nei riguardi del datore di lavoro, sia esso pubblico o privato, e questo con il dovuto rispetto, difficilmente può avvenire con qualche settimana di attività all'anno, sopratutto nella fase iniziale di formazione. Le 400 ore minime richieste ad esempio negli istituti tecnici e professionali per il secondo biennio e per l'ultimo anno, possono essere quindi annoverabili nel concetto di formazione senza che questo sia uno scandalo. Ciò non toglie che le criticità del sistema d'alternanza non debbano essere risolte, sopratutto quando ci si trova dinanzi ad aziende che vedono gli studenti come manovalanza a costo zero, con l'impiego degli stessi in attività che richiedono scarsa formazione. Come già detto se l'azienda dovesse avere vantaggi significativi dall'impiego dello studente allora si dovrebbe considerare un giusto emolumento, se non in capo all'allievo magari a vantaggio dell'istituto scolastico, dato che l'istruzione ha un costo tutt'altro che irrisorio. Le idee espresse nelle altre scritte, oltre che essere abbastanza sconclusionate, non sono degne di grossi commenti. Concetti come l'odio per il lavoro e la scuola o 6 ore di intervallo, tradiscono la probabile natura di fannulloni delle persone che hanno vandalizzato quei muri. Dette persone con quelle scritte, peraltro costituenti reato, non pensino di essere state granché utili. Imbrattando muri di Uffici pubblici si sono dimostrati un nocumento per la società, la quale dovrà ripulire a proprie spese. Prima di chiedere soldi abbiano la decenza di non produrre danni. Se si tratta di giovanissimi, infine, mi vien da chiedere dove stia il controllo delle famiglie. Solo qualche decennio fa se i genitori avessero scoperto i propri pargoli a deturpare degli edifici pubblici avrebbero montato la c.d. "sciafadora".

    Rispondi

Lealtrenotizie

Tenta la rapina (con un chiodo) al supermercato: la reazione della cassiera lo fa fuggire

via dei mercati

Tenta la rapina (con un chiodo) al supermercato: la reazione della cassiera lo fa fuggire Video

Una ragazzina di 11 anni

Si sporge dalla finestra e resta sospesa nel vuoto

meteo

La neve mantiene la parola: Appenino imbiancato. A Schia 13 centimetri Foto Video

Le foto dei lettori

CONQUIBUS

Mutti scrive ai colleghi: «Mi dimetto»

DUPLICE OMICIDIO

I periti: «Solomon? Totalmente incapace». E ora si va verso l'assoluzione

guardia di finanza

Lavoro "sommerso": 33 addetti irregolari in due prosciuttifici

In un anno scovati 14 lavoratori in nero e 51 irregolari

1commento

12 tg parma

Lucchi annuncia: "Mi candido per la terza volta a sindaco di Berceto" Video

gazzareporter

Via Lanfranco, se il parcheggio è con... piscina

SALSOMAGGIORE

Ritrovata in un campo una cassaforte chiusa: di chi è?

AUTOBUS IN PANNE

Linea 23, due guasti in pochi giorni. La rabbia di un genitore

VIA DE MARTINO

I residenti: «Strada abbandonata, terra di nessuno»

1commento

Calcio Eccellenza

La Piccardo delle meraviglie

LANGHIRANO

L'ambasciatore del prosciutto di Parma? E' a Belfast

consiglio comunale

Una scuola e documenti dell'Archivio di Stato nell'area militare di via Zarotto

"Bollino antifascista" per gli spazi pubblici, la Lega vota contro, Pizzarotti: " Dove eravate il 25 aprile? "

calcio

Lizhang, ecco le 5 inadempienze - Video. Nuovo Inizio: "Ha messo a rischio il Parma"

gazzareporter

Via Calatafimi e quelle campane che restano stracolme di rifiuti

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lizhang e i tanti impegni disattesi

di Claudio Rinaldi

VELLUTO ROSSO

La comicità al femminile di Debora Villa al Paganini

di Mara Pedrabissi

ITALIA/MONDO

ONG

"Traffico illecito di rifiuti infettivi": sequestrata la nave Aquarius, indagata Msf

MILANO

Quindicenne sequestrato e torturato da coetanei

SPORT

Formula 3

Sophia Floersch, dopo 11 ore di intervento muove gli arti

Calciomercato

Emergenza terzini. Il Parma bussa alla porta della Fiorentina?

SOCIETA'

HI-TECH

È la settimana del Black Friday: occhio alle offerte. I consigli per spendere meno

cultura

Un milione di buone ragioni per andare a teatro

MOTORI

IL TEST

Bmw X5, atto quarto: lusso senza compromessi

RESTYLING

Mercedes Classe C, l'ammiraglia compatta