Brexit

I parmigiani d'Inghilterra? Tristi e increduli

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Premio Nobel per la Pace, spunta una signora in rosso: Amal

moda

Premio Nobel per la Pace, spunta una signora in rosso: Amal

Intervista a Emanuele Valla e Dario D'Ambrosio

INTERVISTA

Twelve Conversations, a Traversetolo la "prima": ne parlano Emanuele Valla e Dario D'Ambrosio Ascolta

Panettoni creativi: premiato Claudio Gatti di Tabiano

gusto

Panettoni creativi: premiato Claudio Gatti di Tabiano

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Hostaria del maiale»: La tradizione famigliare della Bassa

CHICHIBIO

«Hostaria del maiale»: la tradizione familiare della Bassa

1commento

Ricevi gratis le news
0

Il popolo britannico ha deciso di lasciare l’Unione europea. Questa è la notizia con cui gli Italiani a Londra e nel Regno Unito si sono svegliati ieri mattina. Per lo meno quelli che sono riusciti a dormire, gli altri hanno atteso tutta notte l’esito del referendum che ha oscillato varie volte nel corso della nottata tra In e Out. A seguito della vittoria del fronte Leave è giunto in mattinata l’annuncio delle dimissioni del primo ministro David Cameron.
Tra gli Italiani nel Regno Unito che si trovano ad affrontare questa situazione d’incertezza ci sono diversi parmigiani che negli scorsi anni hanno lasciato il bel paese in cerca di opportunità oltremanica. Perplessità, incredulità ed amarezza sembrano essere le reazioni più comuni tra i nostri concittadini a Londra e nel Regno Unito. «In questo Paese non mi sento più la benvenuta - esordisce la trentaseienne Elisa Fava che vive e lavora a Londra,-: provo una grande amarezza e sono dispiaciuta perché per dieci anni ho pagato i miei contributi al Regno Unito. Credo che la scelta del popolo britannico mi incoraggerà a trasferirmi altrove nei prossimi anni».
D’accordo l’ingegnere software Luca Da Rin Fioretto, 31 anni originario di Langhirano, che commenta da Leeds: «Non mi sono mai sentito discriminato in questa città, anzi pensavo di essere parte della comunità pur essendo arrivato solo lo scorso ottobre. Mi auspico che questo referendum possa far rifletter sulla maniera in cui viene gestita l’urgenza immigrazione in Italia. Odio e paure non portano a nulla di costruttivo. Al contrario è assurdo pensare di poter meglio controllare i flussi migratori senza il coordinamento di un’organizzazione internazionale come la Comunità europea. Temo - conclude - che Brexit possa causare una reazione a catena in tutto il continente con altri stati che tenteranno di uscire, primo fra tutti, la Scozia».
Delusa anche un’altra parmigiana trasferitasi oltremanica per amore: Elena Bartoli, 46 anni, è partita quattro anni fa dal quartiere dell’Oltretorrente per raggiungere la sua dolce metà a Londra. «La capitale inglese - racconta - mi ha fin da subito colpita per la sua apertura internazionale e multietnica. Temo che d’ora in poi Londra perderà queste sue connotazioni». C’è anche chi prova ad immedesimarsi con l’elettorato britannico, Elisa Cantarelli, 35 anni da Salsomaggiore che è sposata con un ragazzo inglese d’origini italiane. «Se io fossi inglese - ipotizza Elisa- ed avessi potuto votare sarei stata incerta. Il Regno Unito è una delle più grandi potenze economiche mondiali e mi domando se a lungo termine questa decisione avrà anche dei risvolti positivi. Era chiaro che l’Europa avesse bisogno di un segnale forte ed i britannici oggi hanno avuto il coraggio di farlo giungere alla comunità internazionale. Ciò non toglie che il momento era totalmente sbagliato e che il referendum ha causato una gravissima divisione tra due fazioni nel Regno Unito».
Più severo il parere di un’altra nostra concittadina Giovanna Latimer, direttrice di un’azienda di publishing a Londra, che sottolinea: «Sono arrivata nel Regno Unito 25 anni fa e con questo voto mi sembra che questo Paese torni a vivere negli anni Novanta. Una regressione piuttosto che un’evoluzione. Non mi capacito di come si possa essere arrivati ad una situazione simile. I britannici non ritengono che la Comunità europea sia basata su principi democratici poiché a capo non vi sono figure politiche votate direttamente dalla popolazione. Se negli scorsi anni si fossero attuate riforme interne alla Comunità europea, oggi avremmo potuto evitare di trovarci a questo punto di non ritorno».
Nonostante i tanti dubbi, le amarezze e le grandi preoccupazioni per il futuro incerto, i parmigiani ci tengono a far sapere ai loro concittadini che rimarranno uniti, almeno loro, nell’affrontare questa difficile situazione d’oltremanica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Lealtrenotizie

Oltre alla cassa derubato anche un cliente

Rapina in banca

Oltre alla cassa derubato anche un cliente

LUTTO

È morto Renzo Fornari, fondatore della Scic

CASA DELLA SALUTE

Un pezzo di soffitto crolla sulla sala d'attesa

Caritas

Sono 2000 le domande di cittadinanza

Fidenza

Indicazioni sbagliate: gli strani cartelli di Castione

LUTTO

Addio a Ercole Marvisi, una vita per le scarpe

A Monticelli

Senza patente e ubriaca provoca un incidente

NOCETO

La strage dei visoni

via Emilia Est

Rapina in banca: minacciano l'impiegata con un cutter e scappano con poche centinaia di euro

1commento

MISTERO

Esce dal lavoro e scompare a Reggiolo. Unico indizio: è passato da Traversetolo

Davide Ploia, 48 anni, vive nel Mantovano ed è scomparso da giovedì. Del caso si è occupato "Chi l'ha visto?"

PARMA

Migliora la qualità dell'aria, niente più stop per i diesel Euro4

Stop alle misure di emergenza da domani (martedì 11 dicembre)

anteprima gazzetta

Esclusiva - Boccia: "La Manovra non funziona, Tav necessaria"

CONSIGLIO

Reddito solidarietà comunale: assistite 89 famiglie. Piazzale Bertozzi: 12 multe al bar in due anni

Il gruppo Pd passa a 4 consiglieri. Caterina Bonetti entra al posto di Scarpa

SCUOLE

Marcia della pace a Parma: gli studenti sfilano in centro Foto

Celebrata la "Giornata mondiale d'azione per i diritti umani"

ILLUMINAZIONE

Luci a led, fioccano le lamentele

8commenti

PARMA

Tentato furto a Malandriano: il mastino mette in fuga tre ladri

Ecco la segnalazione di un lettore

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La lezione di Parma a un Paese sfiduciato

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Necessario un giro di vite verso i ciclisti indisciplinati

di Domenico Cacopardo

4commenti

ITALIA/MONDO

NELLA NOTTE

Incendio a Reggio: 2 morti, 38 intossicati. Migliorano due bimbe e altre 7 persone

scuola

Il ministro ai prof: "Meno compiti per le vacanze"

2commenti

SPORT

Football americano

Leggendaria giocata dei Dolphins a 7" dalla fine per la vittoria contro i Patriots Video

FIORENTINA

Due medici indagati per la morte di Davide Astori

SOCIETA'

PARMA

Quando i reggiani "rubarono" il pigiama di Guareschi... Dietro le quinte del Mondo Piccolo Video

roma

Ubriaco scende con l'auto la scalinata di Trinità dei Monti: denunciato

MOTORI

SUV

Renault Kadjar: restyling dopo tre anni

SUV

Seat, l'anno del «Triplete»: fate largo a Tarraco