16°

28°

archeologia

Pompei, torna alla luce il vicolo dei balconi

L'area verrà restaurata e inserita in un nuovo percorso

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Doppietta Ronaldinho, sposa entrambe le fidanzate

nozze

Ronaldinho, che doppietta: sposa entrambe le fidanzate Video

Il New York Times: "Weinstein sarà arrestato domani "

Harvey Weinstein in una foto d'archivio

Molestie

Il New York Times: "Weinstein sarà arrestato domani"

Parma tattoo rock fest: ecco chi c'era all'Hotel San Marco

PGN

Parma tattoo rock fest: ecco chi c'era all'Hotel San Marco Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Oggi nuovo esame di scienze: che voto ti darebbe Piero Angela?

GAZZAFUN

Esame di cultura nerd: scopri se Sheldon ti promuoverebbe!

Ricevi gratis le news
0

Il rosso pompeiano come veramente era, così intenso da richiamare il vino tanto amato dai romani. E poi gli ocra pastosi e rilucenti, le decorazioni geometriche, gli animali, i fiori. A quasi duemila anni di distanza dall’eruzione del 79 d.C che seppellì persone e cose, Pompei restituisce i suoi veri colori insieme ai frutti emozionanti dei nuovi scavi, i primi in epoca recente in una zona 'verginè dei 66 ettari lungo i quali si estendeva la colonia romana.
Dalla terra, raccontano architetti e archeologi mostrando tutte le meraviglie già messe da parte, escono ogni giorno nuovi tesori, anfore, lucerne, affreschi, vasellame. Ma tra le nuove sorprese la più straordinaria riguarda il vicolo con i balconi aggettanti che hanno resistito alla furia dell’eruzione lasciandoci la traccia dei parapetti e delle coperture in tegole, le anfore del vino ancora rovesciate in un angolo ad asciugare al sole. «Per Pompei la conservazione del piano superiore è una rarità», sottolinea all’ANSA il direttore del Parco Archeologico Massimo Osanna, anticipando che proprio per questo i quattro balconi verranno restaurati e inseriti in un percorso tutto nuovo che collegherà la via di Nola con il vicolo delle Nozze d’Argento.
Dieci metri più in là rispetto alle case con i balconi, gli operai hanno appena finito di liberare la parte superiore di una parete in quella che appare una bella residenza borghese. Nudo e riccioluto, un drappo color del mare sulla pelle rosata da putto, un amorino compare giocoso sullo sfondo colore del vino davanti agli occhi di archeologi e cronisti. L’emozione è palpabile, la presenza del puttino, che regge in mano un secchiello colmo d’acqua, fa pensare che nella parte più bassa della parete - al momento ancora coperta dalla terra - ci siano altre più ricche decorazioni. «Sono case di buon livello», fa notare Osanna. Accanto, nello stesso complesso ma affacciata su un lato diverso della via, sta tornando alla luce una seconda residenza con un bel giardino quadrato che all’epoca dell’eruzione doveva essere in via di rifacimento: «Con tutta probabilità lavori di ristrutturazione dopo il devastante terremoto del 62 d.C.», fa notare il direttore. Tant'è, la giovane esperta di archeobotanica che affianca la squadra di circa 40 persone mobilitate per gli scavi sta studiando i resti di quel giardino cercando di ricostruirne le essenze. Ha colato del gesso nei vuoti lasciati dalle radici, in pratica la stessa tecnica che ha fatto arrivare fino a noi i commoventi calchi delle vittime. «Al momento l’idea è che si trattasse di un orto circondato da cespugli e alberi, forse da frutta», anticipa al direttore.
Incentrato su un’area di 1400 metri quadrati, in quello che gli archeologi chiamano 'il cuneò, un grande triangolo inesplorato nella Regio V, lo scavo - che punta in primo luogo alla messa in sicurezza di 2,6 chilometri di muri a rischio crolli - impegnerà gli esperti ancora per mesi. Potrebbe riportare alla luce inaspettati tesori e anche, chissà, i resti di nuove vittime, fuggiaschi sorpresi dalla morte mentre cercavano la salvezza in strada. Anche solo rispetto a dieci anni fa oggi lo scavo può contare su tecnologie all’avanguardia spiega l’architetto direttore dei lavori Gianluca Vitagliano, dalle riprese dall’alto con i droni ai laser scanner fino alle microtelecamere infilate nella terra che possono scrutare in via 'endoscopicà, come si fa in chirurgia, le cavità del terreno.
Intanto riappare la seconda vita di Pompei, quella cominciata a metà del Settecento, con i primi scavi: «Abbiamo potuto ricostruire la loro tecnica di cantiere, il modo in cui arrivavano alle scoperte e si muovevano sotto terra, scavando una buca profonda - racconta Osanna - dalla quale facevano partire lunghi cunicoli. Molte cose, anche gli affreschi, le portavano via per esporle altrove, tante altre, per noi oggi altrettanto preziose, le lasciavano». E’ il caso di un grande bacile di bronzo, bellissimo, abbandonato forse perchè privo di una delle due maniglie. Ma anche di tanti frammenti di dipinti murali. Come quello che ritrae una splendida pantera fulva su fondo chiaro. Strappato e gettato via, è arrivato a noi in tre frammenti. Un piccolo, struggente, brandello di quotidianità che l'archeologo ricompone tra le sue mani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Lealtrenotizie

Bimbi maltrattati alla materna di Colorno, le indagini continuano

BASSA

Bimbi maltrattati a Colorno, le indagini continuano: genitori dai carabinieri Video

1commento

MAESTRE ARRESTATE

Una mamma: «Anche mio figlio maltrattato 4 anni fa» Video-choc

9commenti

triplice "salto"

Domenica festA al Tardini per la promozione del Parma: il programma

meteo

Le piogge si fermano: arrivano l'anticiclone e il grande caldo

Tra domenica e lunedì aumenta instabilità, a partire dal Nord

anteprima gazzetta

Il nome del figlio? Benito (Mussolini). Interviene il Tribunale Video

1commento

Sviluppo sostenibile

Sabato, prove di isola pedonale tra via Garibaldi e strada Repubblica Video

1commento

ufficiale

Insulti per il rigore sbagliato contro il Parma: Gilardino lascia lo Spezia

1commento

PARMA

Nella sua casa di via Buffolara teneva cocaina per 8mila euro: arrestato 22enne

Denunciato anche il coinquilino: aveva 10 grammi di hashish

3commenti

Calcio e sorrisi

Parma in A: la colonna sonora della cavalcata cantata da giocatori e... Video

1commento

venerdì in edicola

Pablo e Montanara in festa: Gazzaweekend in pillole

Sanità

Visite Ausl "bucate", in arrivo sanzioni

4commenti

PARMA

Furto alla scuola Pezzani: rubati 3 pc, sfondate porte e finestre

Danni ingenti dopo il "colpo" avvenuto nella notte. Indaga la polizia

4commenti

GAZZAREPORTER

Ancora parcheggio selvaggio in via Montebello

CARABINIERI

Vende i biglietti per Juventus-Real Madrid ma è una truffa: denunciato 38enne

Tre studenti di Parma volevano vedere la partita di Champions allo stadio ma sono incappati in un truffatore

1commento

PARMA

Deruba donna al telefono in auto: inchiodato dalle telecamere

I carabinieri hanno riconosciuto l'auto del malvivente e lo hanno denunciato: si tratta di un 47enne napoletano

PARMA CALCIO

Tante feste nel week-end per celebrare la promozione Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Un nuovo premier e tante incognite

di Domenico Cacopardo

EDITORIALE

Le gesta del trio Salvini, Di Maio, Berlusconi

di Vittorio Testa

4commenti

ITALIA/MONDO

carabinieri di cavriago

Auto di lusso a prezzi bassissimi: ma è una truffa. 5 arresti

il caso

Femminicidio, il paese di Tenno non è unito: il sindaco si dimette

SPORT

Foruma Uno

"Libere" a Montecarlo, attacco tedesco: "Ferrari irregolare"

Bufera

In ginocchio durante l'inno per protesta. Bufera Nfl

SOCIETA'

Stati Uniti

Trump concede la grazia postuma al grande Jack Johnson

Cina

I vicini sono spider man e salvano il bimbo

MOTORI

il test

Skoda Superb, la sicurezza non è più un optional

MOTORI

Ford Fiesta Active, 2 centimetri in più per sentirsi Suv