-1°

PARMA

Filobus in panne: tutti giù a spingere. La Tep precisa

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

C'è anche un ex calciatore del Parma all'Isola deifamosi

Ghezzal quando giocava nel Parma (foto d'archivio)

Canale 5

C'è anche un ex calciatore del Parma all'Isola dei famosi

Ecco le nomination per gli Oscar 2019: dieci per La Favorita e Roma.

Cinema

Ecco le nomination per gli Oscar 2019: dieci per La Favorita e Roma

Quasi 6 mln e 21.9% per 1/a parte Adrian

ASCOLTI TV

Quando c'è il Molleggiato in scena quasi 6 milioni di spettatori per "Adrian"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nino Frassica a Roccabianca, Amanda Sandrelli a Fidenza, aspettando Flashdance al Regio

VELLUTO ROSSO

Attesa per Flashdance al Regio

di Mara Pedrabissi

Ricevi gratis le news
5

L'autobus si ferma: tutti giù a spingere. E' successo l'altro giorno tra via Garibaldi e via Mazzini quando un filobus della linea 1, senza motore ausiliario, è rimasto in panne (a quanto pare si sono staccati i fili): così passeggeri e passanti si sono prodigati per spingere il mezzo. 

La precisazione di Tep

Interveniamo sulla fotonotizia del filobus fermo all’incrocio tra via Mazzini e via Garibaldi con alcune precisazioni che riteniamo importanti, stante l’idea, che da più parti sembra si voglia far passare, che il parco autobus di TEP sia scarsamente manutenuto. Per quanto riguarda il filobus in questione, c’è stato un blocco del reggitrolley, fattispecie abbastanza tipica per questo tipo di vetture. Poiché l’asta non toccava più la linea aerea, si è interrotta l’alimentazione elettrica. La squadra di manutenzione è intervenuta nel giro di 15 minuti, sostituendo il reggitrolley sul posto e riavviando la corsa del filobus rapidamente. Il mezzo, tuttavia, si era fermato all’incrocio tra via Mazzini e via Garibaldi e la sua permanenza in questa posizione avrebbe potuto intralciare il traffico, specie quello dei mezzi pubblici. Onde evitare disservizi e ritardi per i passeggeri in viaggio a quell’ora, il personale presente sul posto ha spinto il filobus indietro di un paio di metri. Le persone ritratte nella foto, infatti sono quasi tutti dipendenti TEP (direttore compreso), fatta eccezione per due cittadini che con spirito di collaborazione hanno voluto dare una mano. Degli altri guasti riportati nella fotonotizia (un vano batteria che si è aperto e una sospensione che si è sgonfiata) non vi è traccia tra quelli registrati in questi giorni. Riteniamo che l’articolo possa far riferimento a due guasti abbastanza banali avvenuti nel 2017, già ampiamente spiegati e chiariti sia a favore di cronaca che in tutte le sedi opportune. Non riteniamo pertanto di dover aggiungere nulla, salvo smentire che sia un fatto di questi giorni, come può sembrare invece leggendo la notizia pubblicata. Un’ultima cosa, invece, vorremmo precisarla. TEP è un’azienda che trasporta persone e che fa viaggiare i mezzi pubblici. Abbiamo oltre 300 bus su strada, in servizio 7 giorni su 7 dalle 6.30 alle 20.00, vetture che percorrono 40.000 km al giorno: un giro del mondo tutti i giorni! I nostri mezzi sono sottoposti ad un numero di sollecitazioni superiori a quelle sopportate da qualsiasi altro veicolo (fermate e ripartenze continue, dossi, alimentazione di apparecchiature elettroniche, dispositivi di sicurezza ecc.). Guasti come quello fotografato o come gli altri citati fanno parte gestione ordinaria di un’azienda di trasporto pubblico e si verificano almeno una decina di volte al giorno, a Parma così come nelle migliori realtà del trasporto pubblico d’Europa e del mondo. E questo nonostante un investimento in manutenzione che per TEP supera i 4 milioni di euro annui. Anche l’automobile più manutenuta occasionalmente si guasta o si ferma, senza che ciò sia imputabile a disattenzione o negligenza del proprietario. Lo stesso accade per gli autobus, qui e ovunque.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Fabrizio

    31 Maggio @ 15.55

    Il mezzo nella foto è un filobus Menarini del 1986: a quel tempo non era prassi dotare i filobus di generatore ausiliario. Quei gloriosi filobus saranno sostituiti da una serie di 10 nuovi filobus privi di diesel ausiliario ma dotati di batteria per cui saranno in grado di muoversi anche in assenza di alimentazione elettrica. E queste scene saranno solo un ricordo

    Rispondi

  • Angelo

    31 Maggio @ 15.32

    Ma volete mettere dei bus diesel nuovi che poi per almeno 30 anni vedremo percorrere le vie di Parma.Si comprano a buon prezzo visto che in Europa si va verso una mobilità sostenibile elettrica e a metano sono oggi un affare.

    Rispondi

    • silviococconi

      31 Maggio @ 18.03

      Sì, ma che inquinamento ... e poi ci si lamenta dell'ozono e dello stop alle auto ! ... Gli autobus dovrebbero essere tutti a metano !

      Rispondi

  • ANONIMUS

    31 Maggio @ 14.53

    Strano..perché sembra un filtobus recente di quelli comodi per anziani per disabili é per donne con il passeggino.quelli delle linee 1,3e 4.

    Rispondi

  • Cirone Furioso

    31 Maggio @ 11.48

    Però tutto sommato è una scena di solidarietà urbana e civile che per certi versi scalda anche il cuore! :-)

    Rispondi

Lealtrenotizie

Scopre il ladro in casa, lo insegue e lo riconosce: arrestato un giovane del paese

bedonia

Scopre il ladro in casa, lo insegue e lo riconosce: arrestato un giovane del paese Video

Parma

Minacce, insulti e tensione alla biglietteria della stazione: denunciata una 25enne

legambiente

Brescia, Lodi e Monza le città più inquinate. Parma seconda in Emilia: "Si respira smog un giorno su tre"

2commenti

sentenza

Tecnici rapiti in Libia: condannati 3 manager della Bonatti, "Pronti all'appello"

La società: «Pur non condividendo l’esito del giudizio, siamo vicini alle famiglie dei dipendenti deceduti nei tragici fatti».

anteprima gazzetta

Inquinamento: "Non solo auto, ma uno stile di vita non più sostenibile"

Udinese-Parma

Parma-San Daniele, dal campo alla tavola lo sfottò è...affettato Video

La storia

Linda Vukaj, dalla fuga in barcone ai viaggi da fotografa senza confini-Gli scatti

Just eat

Healthy food: Parma nella top ten in Italia

ICT

Cedacri acquisisce Oasi da Nexi

s. leonardo

Materiale ferroso sulla strada: paura in tangenziale Nord

droga

Arrestato lo spacciatore degli studenti

2commenti

IMMIGRAZIONE

Oltre mille richiedenti asilo. Ma non tutti i comuni accolgono

4commenti

calciomercato

Parma, termina (anticipatamente) il prestito di Deiola che torna al Cagliari

12 tg parma

Rischio neve anche in città da domani sera Video

gazzareporter

Parcheggio off road allo Spip

1commento

VIA MICHELI

Senzatetto ucciso a pugni, assolto uno degli amici

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Da Cagliari è salpato il partito del non voto

di Vittorio Testa

2commenti

LA BACHECA

Ecco 78 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

Mantova

Lo chef stellato Tamani rapinato e sequestrato per 1 ora nel suo ristorante

POLITICA

Di Maio: "Lino Banfi nominato nella commissione Unesco". L'ironia di Salvini

SPORT

calciomercato

E' fatta, Piatek va al Milan (per 40 milioni)

arbitri

Nicchi: "Var, i tifosi tranne pochi scemi sono meglio di addetti ai lavori"

SOCIETA'

WASHINGTON

Le cascate del Niagara ghiacciate Video

ristoranti stellati

Chef italiano festeggia la terza stella Michelin in Francia

MOTORI

ANTEPRIMA

Toyota, il nuovo Rav4 arriva a marzo

MOTORI

Citroën: ecco C3 Uptown, l'auto «pour homme»