Sei in Gazzareporter

GAZZAREPORTER

"Prigioniero" di una pianta. E nessuno lo aiuta

11 luglio 2019, 19:02

Chiudi
PrevNext
1 di 2

Un lettore ci segnala di essere "prigioniero di una pianta". Ci spiega M.P.: "La pianta mi sta entrando in camera da letto al terzo piano del condominio. Oltre a essere su suolo pubblico - e quindi non potabile da noi condomini - è pure infestata da insetti che mi obbligano a tenere chiuse tutte le finestre su quel lato  (nonostante le zanzariere)". Il lettore si rivolge alla Gazzetta perché - spiega - "le sto provando tutte pur di essere ascoltato: ho segnalato la cosa al sito del comune, andando di persona al DUC, utilizzando l'app comuni-chiamo, fin sul gruppo facebook con messaggio privato. Senza alcun risultato. Ogni volta che guardo questo albero mi chiedo cosa devo fare per poter essere degnato quantomeno di una risposta. E a niente è servito mandare anche foto in cui si vedono i rami appoggiati al muro oltre alla foto che mostra chiaramente come le radici crescendo spingono il muretto di confine cortilizio che dà proprio sul percorso pedonale. Qualcuno può cortesemente dirmi come muovermi?