Sei in Gazzareporter

gazzareporter

"Cinque minuti di fiducia, e i ladri-vandali ne hanno approfittato'

23 ottobre 2019, 10:22

Chiudi
PrevNext
1 di 2

Il racconto è quello di una lettrice, Trilly. E' lei a raccontare cosa le è capitato intorno alle 18 di lunedì, appena parcheggiata l'auto nel parcheggio di via Langhirano, di fronte alla rotatoria con via Enza. "Volevo fare due passi col cane insieme a mio marito e a mia figlia. Grave errore è stato quello di mettere lo zaino-borsa di mia figlia nel baule dell'auto proprio lì, probabilmente proprio sotto gli occhi di colui/coloro che erano nei paraggi aspettando proprio di vedere quella manovra... fatto sta che al ritorno, dopo appunto pochi minuti abbiamo trovato l'auto con il deflettore sfondato e guarda caso il baule aperto dal quale ovviamente mancava solo lo zaino borsa con documenti, cellulare, carte, chiavi di casa... e nessuno ha visto niente". "A mente fredda - scrive - posso dire che siamo stati "ingenui in casa" e non eravamo nemmeno in un "posto isolato". Sono molto dispiaciuta perché da residente non mi sento più libera di passare qualche "minuto" in serenità nei luoghi da sempre frequentati della mia città. Il danno, come si vede dalle foto, seppur minimo dal punto di vista economico (deflettore auto, costi per i documenti, le chiavi di casa con serrature da cambiare, cellulare, borsa, ecc.), comporta invece un risentimento emotivo molto forte, che non si può quantificare e non ci abbandona. Non credo ci sia niente di sbagliato nel provare rabbia per tutto questo, però sentirsi "svaligiati dentro", quasi in casa, lo ritengo surreale ma così non è. Mi auguro che questa mia riflessione/denuncia, possa far aprire gli occhi a tutti in qualunque posto della città ed in ogni momento perché oggi è capitato a noi ma domani può capitare a chiunque e, se vediamo qualcosa di strano chiamiamo aiuto subito e diamo l'allarme, forse potremmo fermare qualcosa di più brutto".