Sei in Gazzareporter

la lettera

"Io, papà con disabilità che porta la figlia a scuola e trova lo stallo occupato dai cassonetti"

19 gennaio 2021, 10:41

"Io, papà con disabilità che porta la figlia a scuola e trova lo stallo occupato dai cassonetti"

Scrive dopo "l'ennesima segnalazione appena effettuata al Comando Polizia Municipale di Parma" il lettore Francesco,

"Sono un genitore disabile la cui figlia frequenta la scuola Secondaria di I grado presso il collego Maria Luigia di Parma. Da diversi mesi ho segnalato, SENZA ESITO ALCUNO, che l’unico stallo disabili ubicato nella Via Padre Onorio all’altezza circa dei civici 17/18, é puntualmente occupato da uno dei cassonetti di deposito del vetro sistemati da Iren. A comprova di ciò allego una foto effettuata stamane personalmente da me dopo aver chiesto ad un passante la cortesia di spostare il  recipiente in maniera tale da poter parcheggiare il mio veicolo con contrassegno nell’apposito stallo".

"Credo che non sia necessario nessun commento ulteriore - continua -, ancor più in virtù del fatto che ho già provveduto ad effettuare più di una volta segnalazioni telefoniche sia al Comando Polizia Municipale che al  numero verde clienti Iren. Tra l’altro la situazione è talmente “consueta” che, andando sulla App di Google Earth potrete osservare come il cassonetto è ben chiaramente parcheggiato proprio nella zona delimitata come accessoria allo stallo disabili. Dover chiedere ad un cassonetto il permesso per poter scaricare la propria sedia a rotelle mi sembra davvero vergognoso e incivile: ma gli operatori che svuotano i cassonetti hanno occhi per vedere  o è necessario che sia un cittadino a farlo presente? "