Sei in Gusto

gusto

Giocare in cucina con i bambini

Un modo semplice e originale per educare. I film di Disney possono darci lo spunto per attività da riproporre anche in cucina

di Silvia Strozzi -

26 marzo 2020, 10:10

Giocare in  cucina con i bambini

Spesso si trascura l’importanza che rivestono le esperienze e le attività dei bambini in cucina. In tempi duri e difficili come quelli che stiamo vivendo, l’educazione dei figli è tutta sulle spalle dei genitori, che si trovano a dover conciliare lavoro a casa, tempo libero e tempo da dedicare ai propri bambini e all’organizzazione familiare; indubbiamente diventa difficile pensare a giochi ed attività originali e divertenti con la giornata piena di impegni da incastrare… Un aiuto può arrivarci dai grandi classici Disney: film cult che hanno accompagnato la nostra infanzia e che possono oggi riportarci non solo ai nostri dolci momenti di bambini, ma, attraverso una visione attenta e condivisa, possono darci lo spunto per attività da riproporre anche in cucina. Quando parliamo di capolavori culinari, non possiamo non citare Ratatouille: non si tratta solo di un film d’animazione dedicato ai bambini, ma anche di un inno alla creatività che tutti possono tirare fuori in cucina, in grado di evocare come per magia ricordi infantili ormai sopiti; perché dunque non realizzare prima con pennarelli e cartoncino e poi con l’aiuto dei bambini in cucina una bella ratatouille di verdure? Con la nostra guida essi potranno ritagliare forme colorate e comporre il loro piatto: al mattino sul foglio e all’ora di pranzo direttamente a tavola. 
Un altro momento particolare e divertente è quello del tè, raccontato con dovizie di particolari nei film Alice nel paese delle Meraviglie e Mary Poppins; perché, dopo aver guardato insieme i famosi classici, non inserire nella propria routine quotidiana il rito del tè delle cinque? Sedersi a tavola, o meglio ancora in cerchio sul tappeto con dei comodi cuscini colorati, soprattutto per chi ha bimbi piccoli, e gustare la calda bevanda inglese con una sfornata di biscotti, magari preparati insieme, sarà un momento intimo e delicato, pieno di dolcezza, che potrà continuare ad accompagnarvi anche dopo il 3 aprile e che sicuramente i vostri figli apprezzeranno molto e ricorderanno nel tempo. Dopo aver pranzato con il topino Remy e aver fatto merenda con Alice e la baby-sitter più famosa del cinema, siamo ormai giunti all’ora di cena. Cosa potrebbe esserci di meglio di un buon piatto di spaghetti con le polpette proprio come in Lilli e il Vagabondo? “Dolce è sognare e lasciarsi cullare nell’incanto della notte”, cantava il simpatico cuoco napoletano ai due cagnolini durante il romantico momento di condivisione del piatto di pasta… Come i simpatici protagonisti del film, anche noi con i nostri bambini possiamo lasciarci cullare dall’incanto di condividere un momento speciale: quello della preparazione della cena, possibilmente a base di sane polpette di verdure. Oltre che essere un ottimo passatempo, aprire le porte della cucina ai bambini è anche un ottimo modo per far conoscere loro sapori nuovi che in altro modo non avrebbero nemmeno preso in considerazione: tra pentole e frullatori i bambini impareranno a mangiare e ad avere un rapporto sano con il cibo.
 

 Spaghetti alla Lilli e il Vagabondo

Ingredienti
  PER 4 PERSONE
- 300 g di spaghetti
- 500 g di passata di pomodoro
- 1 spicchio d’aglio olio extravergine di oliva
- sale e pepe
 PER LE POLPETTE 
- 150 g di lenticchie secche  
- 1 uovo
-  300 g di patate
 -  q.b. prezzemolo
-  1 spicchio di aglio
- 50 g di parmigiano grattugiato
-  olio, sale e pepe

Procedimento
 Lessate le lenticchie con un pizzico di sale. Lessate anche le patate per circa 25-30 minuti, quindi sbucciatele e schiacciatele con lo schiacciapatate. Scolate bene le lenticchie e frullatele con un filo d’olio, un pochino di prezzemolo e (a chi piace uno spicchio di aglio). In una ciotola mescolate le patate schiacciate, la purea di lenticchie e l’uovo. Completate con il parmigiano grattugiato. Regolate di sale e pepe quindi formate le polpettine inumidendovi le mani per creare delle palline tutte uguali. In una padella soffriggete uno spicchio d’aglio con olio e una fogliolina di basilico a piacere. Togliete l’aglio ed aggiungete la passata di pomodoro. Fate ridurre a fuoco lento per 20 minuti circa. Versate le polpette nel sugo e lasciate insaporire. Cuocete gli spaghetti, scolateli ed aggiungeteli al sugo con le polpette. Servite subito.