Sei in Gusto

GUSTO

“Venti Venti”, il dolce omaggio alla città del pasticciere Battistini

Il dessert sarà presentato alla cena del 24 di Settembre Gastronomico e inserito nei menù dei ristoranti aderenti al consorzio Parma Quality Restaurants

17 settembre 2020, 17:11

“Venti Venti”, il dolce omaggio alla città del pasticciere Battistini

Un dessert nato come omaggio a Parma nell’anno del titolo di Capitale italiana della cultura e che ora diventa simbolo di rinascita e di storia condivisa. Frutto della creatività del pasticciere Alessandro Battistini, il dolce “Venti Venti” si presenta come il nuovo dessert di Parma, «che esprima con i suoi ingredienti classici il radicamento al territorio, puntando a diventare una specialità identitaria della nostra gastronomia» spiega il pastry chef. Un progetto diventato presto corale con la collaborazione dei ristoratori del Parma Quality Restaurants che hanno condiviso la filosofia del pasticcere, inserendo il dessert nei rispettivi menù.

E quale occasione migliore per presentarlo se non Settembre Gastronomico? “Venti Venti” sarà infatti la portata finale della cena spettacolo dedicato a Giuseppe Verdi del 24 settembre al Bersò in stile Liberty del Parco Ex Eridania con protagonista il registra lirico Gianmaria Aliverta. Cultura, storia e gastronomia che ancora una volta si intrecciano, in una narrazione capace di coinvolgere il pubblico, attraverso molteplici sfaccettature.

«Quello in corso doveva essere un anno di grande stimolo e rilancio della nostra provincia e anche la ristorazione era ricca di progetti, poi purtroppo tutto è cambiato a causa della pandemia, ma lo spirito di sacrificio e di senso di comunità ci hanno aiutato ad affrontare il momento nefasto e come accadde spesso, è proprio in queste occasioni, che si innescano nuovi modi di guardare al mondo e al futuro – commenta Andrea Nizzi, presidente del Parma Quality Restaurants – Quello che speriamo è che fra qualche anno, assaggiando questo dessert, si possa sorridere per il piacere della sua dolcezza e per i ricordi che evoca, perché le difficoltà sono state superate e si è tornati a una nuova normalità, di cui “Venti Venti” è espressione».

Nel dolce si ritrovano i sapori della pasticceria classica locale: cioccolato, caffè, zabaione. Il tutto impreziosito dalla tonalità giallo ocra che ricopre la torta, un chiaro rimando al colore di Parma. «Il dessert esprime un connubio di sapori che rispecchiano la cucina tradizionale, caratterizzata da spiccata dolcezza e lavorazioni ricche – spiega Battistini -, a cui si aggiunge un leggero tenore alcolico che piace molto a noi parmigiani».