Sei in Gusto

Fuori porta

In viaggio sulla via Emilia: La Fattoria di Parma

Merende parmigiane: a volte ritornano. Alla «Salameria» due fette e un bicchiere

di Sandro Piovani -

20 maggio 2021, 18:32

In viaggio sulla via Emilia: La Fattoria di Parma

Sino a qualche anno fa la «merenda parmigiana» era una tradizione, un momento conviviale per spezzare la fame ma soprattutto la monotonia di certe lunghe giornate. Poi sono arrivati gli aperitivi, le apericene, quasi i sostitutivi del pasto della sera. La merenda no, non sostituiva nulla: si «piluccava» qualcosa, con un bicchiere di accompagnamento e soprattutto arrivava a metà, intesa come metà mattina o metà pomeriggio. 
E nell'era del Covid tornano vecchie abitudini, insieme alla voglia di socialità. Ci sono orari da rispettare, da pochi giorni le 23. E allora perché non prolungare il pasto o anticipare la cena? Alla «Fattoria di Parma» (via Emilia, 96 Sanguinaro di Fontanellato) c'è la «Salameria», nome che da solo promette più che bene.  E sarebbe poi incastonata nella bottega della «Fattoria», un piccolo ma accogliente locale per degustare direttamente in azienda la sua produzione di salumi ma non solo: nel bancone campeggiano formaggi, con il re Parmigiano Reggiano in tutte le declinazioni. E davanti alla bottega, all'aperto, ci sono tavoli dove sedersi, seguendo le indicazioni Covid. E, non appena le regole sanitarie lo consentiranno, anche all'interno si potrà fare merenda.
E, per esperti o neofiti, Paolo Pongolini titolare gourmet della «Fattoria»,  ha portato in tavola la curiosità di chi vuole ricordare sapori antichi o scoprirli. Per esempio c'è un tagliere tutto dedicato al salame, il tagliere «pani e salami» (10 euro), con il «MatuSalam» (una pezzatura «gigante») che di fatto ha due livelli d'assaggio, la prima metà solitamente più morbida mentre la parte finale più austera, una bella sorpresa. Poi c'è il salame Felino (un classicone), il salame di Maiale Nero (intrigante e ruffiano) e lo Strolghino (tenero, dolce e irresistibile): ci si può sbizzarrire in un confronto tra queste tipologie. Naturalmente poi taglieri con tutti i salumi prodotti dall'azienda (imperdibili il culatello e  la culatta) e con formaggi selezionati. E alla fine è semplicemente una merenda?
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA