Croce di Malta, quando la cucina è curiosa, buona e di qualità

09 gennaio 2020, 13:15

  • Tipologia/ Food
    Ristorante
  • Indirizzo/ Address
    borgo Palmia, 8
  • Località/ Where
    Parma
  • Telefono/ Telephone
    0521.208681
  • Chiusura/ Closed
    giovedì e domenica sera
  • Ristorante
  • borgo Palmia, 8
  • Parma
  • 0521.208681
  • giovedì e domenica sera
Croce di Malta, quando la cucina è curiosa, buona e di qualità
Cucina/ Food
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
Cantina/ Wine
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
Prezzo/ Price
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
a cura di Chichibio

A  due passi da piazza Garibaldi, la Croce di Malta ci accoglie col bancone del caffè e la vetrina delle torte; poi il corridoio e la sala da pranzo linda ed accogliente, tovagliette di carta, tavoli solidi. Una buona carta dei vini dove è ricca la presenza di etichette «naturali», di birre e l’elenco delle offerte a bicchiere; servizio attento e informale e la carta dei cibi tra cui scegliere anche un solo piatto, una ricca insalata.
La cucina, i piatti
Si punta sulle materie prime di qualità, scovate presso piccoli produttori del territorio e no, meglio se di coltivazioni o allevamenti biologici. In cucina baderanno alla precisione delle cotture, ad assemblare con moderata fantasia e predilezione per l’uso di frutta e verdure. Anche proposte vegetariane e vegane. Si può iniziare con il tagliere dei salumi, il prosciutto Sant’Ilario di 30 mesi, focaccine bio lievitate con fermentazione all’uvetta; con una fresca tartara di ricciola con pompelmo, arancia, sentore di lampone e riso rosso speziato; con le squisite acciughe del Cantabrico Codesa Rossana accompagnate da una burrata di Putignano e da pane rustico di Matera. E ancora: uovo e tartufo; puntarelle e acciughe; clafoutis con patate, broccoli, finocchi. La zuppa di ceci e castagne è perfetta per la stagione: cremosa, confortevole, forse con una presenza eccessiva di ceci: buona la pasta delle tagliatelle all’uovo fatte in casa con equilibrato condimento di porcini, zucca, rosmarino. I tuffoli di Mancini al pomodoro, gli anolini in brodo, la pasta e fagioli completano la parte relativa ai primi piatti. E’ un taglio di carne preziosa (tra lonza e spalla) la presa di maiale iberico: cotta leggermente al sangue, resta soda e succulenta; il sapore fine della carne di Fassona nobilita l’hamburger con maionese della casa, Cheddar, pancetta, radicchio e un pane soffice, leggermente croccante.
Per finire
Formaggi e dolci molto curati: la cioccolatina al rhum, la sbrisolona e zabaione, il crumble di mele. I prezzi: menu abolito, antipasti 10-15; primi 10-11; secondi 10-18. Menu esposto, ingresso e bagni comodi, parcheggio Toschi.
Non mancate
Presa iberica