Osteria Golosia: materie prime di qualità, lavorate secondo tradizione

23 gennaio 2020, 12:34

  • Tipologia/ Food
    Osteria
  • Indirizzo/ Address
    Gambarato, 119
  • Località/ Where
    Salsomaggiore Terme
  • Telefono/ Telephone
    0524.524156
  • Chiusura/ Closed
    Mai
  • Osteria
  • Gambarato, 119
  • Salsomaggiore Terme
  • 0524.524156
  • Mai
Osteria  Golosia: materie prime  di qualità, lavorate secondo tradizione
Cucina/ Food
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
Cantina/ Wine
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
Prezzo/ Price
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
a cura di Chichibio

Gianni Arbusti ha passato la mano ed ora la sua «Cioppa» è diventata «Osteria Golosia»: struttura rimodernata, sale luminose capaci di accogliere molte persone e ora anche bottega, la pasta fatta in sala al momento. Sul menu, il nuovo cuoco dichiara fedeltà alla tradizione vissuta con spirito contemporaneo, attenzione alle tecniche moderne, ricerca delle migliori materie prime; una buona carta dei vini dalle regioni italiane, attenzione ai produttori bio, mezze bottiglie, alcune birre artigianali.
La cucina, i piatti
All’antipasto, salumi e torta fritta (la polenta fritta, pur in menu, manca), ma la lunga lista di carni da razze pregiate induce a scegliere la battuta al coltello, che sarà di Chianina, la sola disponibile nel giorno della nostra visita. Sapore molto fine, magra ed elegante, condita con un filo d’olio, un sentore di basilico, accompagnata da pomodoro e germogli, questi ultimi sono una passione del cuoco che li usa spesso. Altro antipasto la trippa con fagioli borlotti e pane di grano duro: brodosa, molto cotta. E ancora carpaccio di carni marinate; melanzana. Siamo in terra di mezze maniche ripiene in brodo e il piatto, in questa stagione, è invogliante: la pasta è spessa, il ripieno debole. Buona e soda la pasta alla chitarra del «savarin 2017», in realtà una cupola di tagliolini saltati con burro e salvia ricoperta di prosciutto crudo: il molto condimento resta abbondante sul fondo del piatto, il prosciutto scaldandosi diventa traslucido, perde le sue qualità. E ancora: tagliatelle al ragù, tortelli d’erbetta e di zucca, pisarei e fasò. Carrello dei bolliti la domenica, carne cotta alla ghisa tutti i giorni in grandi tagli (per almeno 2-3 persone) con carni di Bue nero, Chianina, Pezzata rossa (35-45 al kg). Altrimenti coscia di pollo disossata; petto d’anatra; faraona in due cotture; arrosto di spalla di vitello duretto e tiepido; punta ripiena sommersa di sugo. 
Per finire
Varie annate di Parmigiano oppure panna cotta, tiramisù, torta della nonna, un buon gelato. Prezzi: coperto 2 euro; antipasti 8-13; primi 9-12; secondi 12-13; dolci 4. Menu non esposto, ingresso, bagni, parcheggio comodi.
Non mancate
Battuta di Chianina