Sei in Il vino

IL VINO

«Gersémi», Nobile di Montepulciano ricco, potente e sontuoso

di Andrea Grignaffini -

05 giugno 2019, 10:47

«Gersémi», Nobile di Montepulciano ricco, potente e sontuoso

Il nome Montepulciano, se si pensa alla geolocalizzazione enoica, introduce una delle zone vitivinicole italiane più rappresentative a livello di status storico della Toscana grazie a quel Nobile di Montepulciano che già di per sé a livello di denominazione intrinseca dice molto. Poi si potrebbe dire che si vive un po’ sugli allori ma non è il caso di soffermarci troppo su questi aspetti. E quindi lasciamoci trasportare in mezzo al verde paesaggio dolcemente collinare ricoperto di simmetrici filari che abbraccia alcune parcelle di vigneti in provincia di Siena dove ha sede l’azienda Fassati, un nome di antica memoria in fatto di vini. 
Nel 2015 i fratelli Danilo e Gianni Della Camera, già proprietari di 42 ettari di vigne decidono l’acquisizione in toto (stoccaggio, imbottigliamento e affinamento) dell’azienda Fossati. L’amore dei fratelli Della Camera verso il vino è parte del loro DNA ereditato dal padre, Augusto, che da sempre aveva ampliato e incrementato le sue vigne con nuovi acquisti. Unico grande inconveniente la difficoltà di vinificare direttamente le uve vendemmiate costringendo il genitore a conferirle alla vicina cantina cooperativa. 
Ma a volte i sogni si avverano e quando i giovani fratelli entrano in azienda per realizzare il sogno paterno hanno la possibilità con la Fossati di acquisire una propria cantina. Con l’acquisto delle storiche cantine di Montepulciano si riesce a mettere a punto in vigna il lavoro per migliorare la produzione del frutto e in cantina realizzando nuove tecniche di vinificazione mediante lavori di ristrutturazione e l’acquisto di nuove botti di Rovere di Slavonia raggiungendo il traguardo di una produzione di Nobile di Montepulciano di tutto rispetto come dimostra il Gersémi   (25 euro) che  deriva dalle migliori uve dei vigneti situati in un  aera vocata chiamata Via Cupa: a  base quasi totale di Prugnolo Gentile (con 10%  di Canaiolo) ha stoffa e potenza con frutti ricchi e bevuta sontuosa.