Sei in Il vino

NEL BICCHIERE

Vermentino Nero 2018 Toscana IGT Terenzuola

Un rosso per l'estate, bicchiere semplice e immediato da bere fresco 
 

di Andrea Grignaffini -

16 luglio 2020, 09:11

Vermentino Nero 2018 Toscana IGT Terenzuola

Il Vermentino Nero ha una storia in quanto avvolta nel più fitto mistero pur essendo presente da tempi lontani in Toscana e più precisamente nel massese. Nel periodo del dopoguerra ha rischiato l’estinzione ma alla fine degli anni Ottanta è stato recuperato per l’impegno di un vignaiolo appassionato. A poco a poco alcune aziende vitivinicole locali ne hanno ripreso la coltivazione vista la qualità singolare del vino anche in purezza. Oggi questo vitigno è presente in diverse realtà locali allargando la Doc fino alle Colline Lucchesi e Pisane sconfinando verso la Liguria. 
il vitigno
Il Vermentino Nero richiede una potatura costante e difficile, si presenta con un grappolo grande tendente al piramidale, semi-compatto e più o meno alato. L’acino è medio-grande sferoidale e la buccia di media consistenza, pruinosa e di colore blu. Il vino è molto concentrato con una adeguata acidità, carico il colore con sentori di frutti di bosco e note speziate. In bocca rilascia i tannini fitti e importanti. Incastonata tra la Toscana e la Liguria, tra le colline e il mare, in quella fascia di terra che comprende la Versilia, le Cinque Terre e le Alpi Apuane ha sede la Tenuta Terenzuola con sede a Fosdinuovo che gestisce 22 ettari di vitati, con vigne centenarie che tratteggiano un territorio di estrema bellezza e un suolo diversificato tra limo e argille, sabbie arenarie, lave e tufo. Il paesaggio traccia un perfetto disegno geometrico dei lunghi filari, in un territorio che permette di diversificare diverse varietà di vitigni in cui spicca proprio il Vermentino Nero.
in degustazione 
Il Toscana IGT Vermentino Nero 2018 (85% di Vermentino Nero con piccola aggiunta del 10% di Canaiolo Nero, e il 5% di Pollera) i cui vigneti sono situata tra i 50 e 100 metri di altitudine nel comune di Fosdinuovo, rimane in affinamento sui propri lieviti per 8 mesi e in bottiglia per altri due mesi. Il vino si presenta di colore rosso porpora con spiccati profumi fruttati e floreali su trama delicatamente vinosa, il sorso è fresco e immediato, tanto fragrante che questo si può cogliere al meglio bevuto fresco.
Voto: 86/100
Prezzo in enoteca 13 euro